Lettori fissi

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine
Powered by Calendar Labs

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Al Km 0! la pagina fb

Al Km 0! la pagina fb
La nostra rubrica di ricette del territorio. Clicca sull'immagine

Il Granaio! La pagina fb

Il Granaio! La pagina fb
La nostra rubrica di lievitati clicca sull'immagine

Condividi

Commenti Recenti

Post Casuali

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Privacy policy cookie GDPR 679/2016

Privacy policy cookie GDPR 679/2016
clicca sul barattolo

Welcome!

Welcome!
giovedì 25 ottobre 2018
Noi della rubrica al Km 0 oggi prepariamo pietanze con la zucca, quante ma quante volte ne ho parlato....quante volte l'ho cucinata, basta guardare il menù a destra in ogni categoria (o quasi) potete trovarla, anche nei dolci e, a tal proposito.. presto posterò un dessert molto goloso quindi rimanete sintonizzati. Per ora qualche esempio? qui una minestra con la zucca dell'orto e ceci, qui cucinata in modo semplice al forno con erbe aromatiche, poi un pane di semola e mais con la zucca golosissimo, altro pane con farina di farro bianco e zucca, e poi i risotti e tante altre :-) 
Oggi replico utilizzando, come sempre, prodotti del mio territorio.

Cosa serve:
Io ho voluto prepare frittelline-crocchette soffici come una nuvola, che fossero scioglievoli in bocca.
A volte vedo che c'è chi aggiunge farina ma è un errore, l'impasto rimane crudo,  anche se poi le crocchette vengono fritte, la farina mescolata alle patate in purea, non cuoce. Andrebbero bollite, come si fa per gli gnocchi. Per cui io non la aggiungo, inoltre appesantisce la preparazione. MA: occorre sapere gestire un composto così soffice e delicato quale purea di patata e zucca con solo l'aggiunta di spezie, per cui ecco il mio consiglio:
se si vuole friggere ed avere palline più definite, più facili da cuocere ed una crosticina molto croccante, unire al composto pangrattato q.b. per asciugare il composto e compattarlo. Si può anche passarle poi ancora nel pangrattato, volendo. (senza farina e senza passarle ulteriormente in altro uovo)

Io invece volevo bocconcini molto soffici e delicati (faccio così anche le classiche crocchette di patate) e quindi non impano niente. Non aggiungo pangrattato. Ma bisogna fare attenzione a cuocerle. Lo spiego nel procedimento.

200 g. zucca già cotta (per regolarsi: il peso cruda sarà sui 300-350 g. senza buccia)
650 g. patate pasta bianca
sale e pepe q.b.
1 tuorlo
abbondante saporita (mix di spezie)
prezzemolo tritato q.b.
olio evo q.b.

Lavare, decorticare e sbucciare la zucca, tagliarla a fette non troppo sottili e disporle sulla leccarda del forno ricoperta da carta da forno, coprire poi le fette con carta stagnola in modo che rimangano umide e morbidissime.
Infornare in forno già caldo a 190° e lasciare fino a quando, pungendo la zucca con una forchetta, i rebbi penetrino perfettamente nella polpa. (20-30 minuti).


Intanto lavare e mettere le patate, con la buccia, nella pentola a pressione con una presa di sale grosso. Cuocere 20 minuti dal sibilo. In alternativa lessarle per 40 minuti. Sconsiglio di cuocerle sbucciate o al microonde o al vapore per questa preparazione perchè in un modo perdono sapore e assorbono acqua, nell'altro si crea una pellicina che poi per poterle passare nello schiacciapatate, da fastidio. Meglio lessarle.
Quando la zucca è cotta, travasare la polpa dentro un colino e schiacciando con il dorso di un cucchiaio, fare scolare via tutta l'acqua.
Scolare le patate e, ancora calde, sbucciarle e passarle nello schiacciapatate. Unire la polpa della zucca e, quando il composto è intiepidito, unire tutti gli altri ingredienti. Mescolare molto bene. Regolare di sale e pepe.



Coprire con pellicola e lasciare riposare il composto una trentina di minuti.
Inumidirsi (ripetutamente) le mani con acqua corrente e formare le crocchette-frittelle (come si vogliono chiamare). Disporle su un piatto piano, senza sovrapporle, e metterle in frigo almeno 30 minuti.

In una larga padella antiaderente (fondamentale che lo sia) mettere olio evo q.b. per coprire bene il fondo della padella, ma non di più! Quando è bello caldo, tenendo la fiamma allegra, mettere le frittelle, quando si vede che un lato è ben  arrostito (fa la crosticina) girarle con molta delicatezza usando due spatole in silicone o legno. Sono molto delicate.
Farle quindi arrostire anche dall'altra parte. Il composto è già cotto, non serviranno molti minuti, quindi io consiglio di non farle all'ultimo momento (al contrario di come si fa per i fritti - queste non sono fritte), ma di adagiarle dentro una pirofila che possa andare in forno e lasciare riposare almeno un'ora, ma se è di più, ancora meglio... Si compatteranno un pochino. Il giusto per poterle poi servire senza romperle, ma rimarranno sofficissime.
Poi riscaldarle in forno già caldo a 180° e servirle.
Sono davvero buonissime, un po' più laboriose ma ne vale la pena.



Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook cliccando QUI


Con questa ricetta partecipo al contest Fuori di zucca di Segui le stagioni
#seguilestagioni #fuoridizucca 

Perchè ho scelto una ricetta così semplice? (apparentemente.... perchè la consistenza e la cottura di queste crocchette cela insidie subdole :-))).... perchè la zucca è un ingrediente povero, arcaico. che richiede, secondo me, preparazioni contadine, non arzigogolate e con pochi ingredienti per esaltarne il sapore e le proprietà


16 commenti:

  1. Ribadisco: questa è l'uscita che più mi piace!!!!
    Sarà che amo la zucca in ogni modo la si cucini, sarà che ho visto ricette favolose, sarà che queste crocchette mi tentano così tanto!!!!
    Un bacio grande Simo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovi d’accordissimo 😋 viva la zucca!

      Elimina
  2. Superlative queste crocchette, molto originali e stuzzicanti!

    RispondiElimina
  3. wow sembrano davvero buonissime. Baci Sabry

    RispondiElimina
  4. Hanno proprio un aspetto invitante :-P non sai che darei per fare l'assaggio :-P

    RispondiElimina
  5. Sicuramente buonissime queste crocchette, amo la zucca e le proverò!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Dicono proprio "mangiami", non ho mai fatto le crocchette così soffici, ma hai spiegato talmente bene il procedimento e i trucchi che credo proprio che proverò! Ciao :-)

    RispondiElimina
  7. Ho fame!!!! Ma che belle e che buone queste crocchette, ho gli occhi a cuoricino ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  8. Grazie per questa bella ricetta e delle tue "dritte" :-)
    sono da fare senz'altro!!!
    un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  9. Grazie per le chiare e precise indicazioni, anche a me ispirano così morbide e leggere.... ora non mi resta che provare!!!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Senz'altro favolosa ma non posso. Un caro saluito un abbraccio buona serata e buon weekend.

    RispondiElimina
  11. Proprio scioglievoli, Simo, hai ragione! Dopo tanto Giappone, questi sapori mi stuzzicano proprio ;) Bacioni a presto

    RispondiElimina
  12. Patate e zucca??? ma che bontà!!!!! ottimo abbinamento.. Un bacione e buona domenica :-*

    RispondiElimina
  13. Bene, sappi che anche io adoro la zucca e la mangerei in ogni modo ... ottime queste crocchette sai?

    RispondiElimina
  14. Ciao Simona,
    che fame che mi fai venire, devono essere gustosissime!
    Buona giornata e buon week end.
    Baci,
    Sara

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio, semifreddi, gelati

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...