Riso con porro, verza, salsiccia e raschera

Cosa serve per due persone:

160 g. riso arborio o carnaroli
200 g. foglie di verza (pulite dalla costa interna) (io ho usato ortaggi del mio orto)
1 salamella verzino
1 porro - solo la parte bianca (sempre del mio orto...)
un filo d'olio evo
50 g. toma raschera (o altro tipo di toma d'alpeggio)
brodo leggero di carne q.b. (perfetto quello di gallina)
sale e pepe 
1/4 di bicchiere di vino bianco secco




In un tegame dal fondo spesso far stufare, in un filo d'olio evo, il porro tagliato a rondelle sottili, unire la verza lavata, pulita dalla parte centrale che è dura, e tagliata a listarelle. Far appassire a fuoco basso ed aggiungere la salamella spellata e spezzettata. Aggiungere quindi il riso, far insaporire bene.


Unire il vino e farlo evaporare, poi aggiungere il brodo poco alla volta e mescolando quasi continuamente, portare a cottura il riso. Regolare di sale e pepe (ma ce ne vorrà poco o niente in quanto c'è già parecchia sapidità data sia dalla salsiccia che dal formaggio).
Al termine spegnere il fuoco e mantecare con la toma tagliata a cubetti. fare riposare il riso qualche minuto e servire.



Praticamente un piatto unico



Grazie a Rumi per il premio: vincitrice del suo contest












Grazie a Rumi per il graditissimo regalo (il primo numero è arrivo ieri): l'abbonamento ad un anno alla rivista cucina no problem (immagine presa dal web)

 
in quanto, con la mia zuppa di pesce, vincitrice del suo Contest: Cucina che ti passa - Il Contest 
 



GRAZIE GRAZIE E GRAZIE !

Faraona con prugne della California e mele renette

Cosa serve:

1 faraona a pezzi
12 prugne (essicate) della California qualità morbide col nocciolo
1 mela renetta ben matura (se è piccola, una e mezza)
2 foglie di alloro
qualche ago di rosmarino
un goccio di olio evo
liquore Calvados q.b. (circa 1/4 bicchiere)
sale e pepe nero macinato al momento q.b.
brodo di carne delicato e leggero q.b. circa 250 ml. (benissimo quello di pollo/cappone o in alternativa vegetale)

In una casseruola far rosolare la faraona a pezzi lavata ed asciugata, in un filo di olio evo. Quando è ben colorita, unire il Calvados e farlo evaporare a fuoco alto, abbassare la fiamma e salare e pepare in ogni parte della faraona. Unire le prugne e la mela sbucciata e tagliata a cubettini.

Far insaporire qualche minuto e poi coprire col brodo.


Aggiungere le due foglie di alloro e qualche ago di rosmarino se possibile quello strisciante che è molto-molto profumato. Mettere il coperchio e ultimare la cottura per circa un'ora abbondante.

Servire ben calda sopra ad un cucchiaio del fondo di cottura (o se preferite mettetelo sopra alla carne) accompagnando la faraona con prugne utilizzate nella preparazione; le mele, cuocendo, si saranno ridotte in purea mescolandosi col il sughetto del fondo addensandolo in modo naturale per la presenza della pectina contenuta nella mela, inoltre la dolcezza della prugna e la dolcezza/acidità della renetta  avranno conferito un sapore davvero delizioso alla preparazione!










Anno nuovo..........