Strudel finissimo di pere, cioccolato e crema


Cosa serve per la pasta strudel (dosi per 2 strudel)

250 g. farina rinforzata o 00
60 g. burro
1 uovo
6 cucchiai di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
1 pizzico di sale.

Cosa serve per il ripieno:

3 pere mature (ottime la qualità e le dimensioni "fiorella")
250 g. latte
40 g. zucchero
15 g. farina 00
2 tuorli d'uovo
la punta del coltello di semi di vaniglia
60 g. cioccolato fondente tritato grossolanamente
ruhm
latte per spennellare
pane grattugiato
zucchero a velo.

FARE LA PASTA PER STRUDEL:

Per vedere come si fa cliccare qui


Dunque sulla sfoglia spolverizzare una cucchiaiata abbondante di pangrattato
precedentemente leggermente tostato in un padellino antiaderente, a fuoco basso, attenzione che non bruci altrimenti diventa amaro.

PREPARARE IL RIPIENO:

Fare la crema montando i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina e, sempre mescolando con una frusta, aggiungere poco per volta il latte già tiepido e i semini di vaniglia.
Mettere sul fuoco e sulla fiamma dolce, sempre mescolando, fare raddensare la crema.
Pelare e tagliare a spicchi abbastanza sottili le pere. Metterle a macerare 15 minuti in un bicchierino di rhum.


Prendere la pasta strudel e cospargerla con pane grattugiato, formare poi uno strato di crema intiepidita. Adagiare le fette di pera sgocciolate dal rhum.



Cospargere poi con il cioccolato fondente tritato grossolanamente.
Chiudere "a libro" lo strudel molto delicatamente considerando la pasta sottilissima.
Praticare con il pollice tre fori lungo lo strudel.
Sigillare le estremità.


Spennellare con latte e infornare in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti,
fare raffreddare e spolverizzare con poco zucchero a velo.

 






Cassatine di ricotta piemontesi


Questo dessert è semplice e veloce; è perfetto per un tête-à-tête magari a S.Valentino :-)
Non è da confondere con la più famosa (io l'adoro...) cassata siciliana a base di pan di spagna farcito con crema di ricotta, canditi e cioccolato e foderata con glassa reale e pasta di mandorle.
Queste cassatine sono delicatissime sia nella consistenza che nel sapore. E' necessario poco zucchero, la giusta dolcezza del semifreddo è costituita dalla ricotta dolce al naturale e dall'aggiunta di cioccolato e canditi, non occorre dolcificare troppo.
Si usa il seirass (ricotta piemontese), di consistenza fine, morbida, si scioglie in bocca; è ottenuta con latte misto ovino e vaccino (a volte solo uno o l'altro in base alla stagione) ed una piccola quantità di sale.


Cosa serve per 2 persone:

250 g.di  seirass
35 g. di zucchero semolato
25 g. di gocce di cioccolato fondente
15 g. di canditi misti 
4 g. di colla di pesce (gelatina in fogli)
1 cucchiaio di maraschino
pistacchi di Bronte per guarnire

Ammollare la colla di pesce in acqua fredda per dieci/quindi minuti.
In un casseruolino sciogliere g. 25 di  zucchero con un 1/2 cucchiaio d'acqua, aggiungere la colla di pesce ben strizzata e, a fuoco basso, farla sciogliere.
Spegnere il fuoco.
Mescolare il seirass (se usata altra ricotta dovrete setacciarla, nel caso del seirass, essendo una pasta molto fine non è necessario) a g. 10 di zucchero (quello rimasto), le gocce di cioccolato ed i canditi. Aggiungere la colla di pesce e mescolare con cura. Non usare le fruste, bensì un cucchiaio  o una spatola in silicone.
Aromatizzare con un cucchiaio di maraschino.
Distribuire il composto in due stampini e porre in frigorifero almeno 3 ore.
Al momento di servire, sformare le cassatine (se necessario, immergere qualche attimo gli stampini in acqua calda) su piatti individuali, decorare con una manciata di pistacchi di Bronte tritati. 











Farinata di ceci

Cosa serve:

250 g. farina di ceci

sale e pepe nero
4 cucchiai di olio e.v.o.
poco rosmarino (facoltativo)
700 ml. di acqua

Mettere nel boccale del frullatore l'acqua, la farina, il sale ed il pepe,

l'olio, qualche pezzettino di rosmarino e frullare fino ad ottenere una pastella 
fluida. Lasciare riposare circa 4 ore. (se non piace il rosmarino si può omettere).
Oliare abbondantemente la placca in dotazione del forno e versare il composto.
Lo strato deve essere sottile circa 1 cm.
Infornare in forno preriscaldato a massima temperatura per circa 15/20 minuti.
Togliere dal forno e, se piace, cospargere ancora con un po' di pepe nero
macinato al momento.





Budino alla menta bianca Piemontese



Cosa serve:

1/2 litro di latte
8 gr colla di pesce
3 cucchiai di zucchero
8 cucchiai di sciroppo bio di menta bianca del Piemonte
a piacere decorare con foglioline di menta fresca

Metter i fogli di colla di pesce in ammollo in acqua fredda.
Scaldare il latte, aggiungere lo zucchero, lo sciroppo di  menta e i fogli di colla di pesce strizzati.
Amalgamare bene.
Togliere dal fuoco e mettere il composto nella forma desiderata.
Lasciar raffreddare a temperatura ambiente, poi metter in frigo per 4 ore.
Sformare il budino e servire volendo con foglioline di menta freschissima.