Parmigiana di melanzane con pomodoro fresco e pane aromatico



Cosa serve: (per 2/3 persone)

2 melanzane

farina possibilmente di semola rimacinata di grano duro o di riso
olio di arachidi o di evo per friggere
sale
4 pomodori maturi
parmigiano 
4 fette di pancarrè
1/2 spicchio di aglio
un rametto di timo
un rametto di maggiorana
qualche foglia di salvia
qualche foglia di basilico
olio evo per condire
150 g. mozzarella fior di latte

Lavare le melanzane, tagliare le estremità e buttarle poi farle a fette abbastanza sottili e metterle in uno scolapasta, salarle e proseguire fino ad esaurimento delle fette. Mettere un piatto pesante sopra.

Questa operazione serve per far spurgare il sapore amaro delle melanzane.
Lasciarle sotto sale per un'oretta.
Nel frattempo preparare il pane aromatizzato: mettere in un tritino (o tritare con la mezzaluna su un tagliere) il pane, l'aglio, un pezzettino di parmigiano e le erbe aromatiche (io ho messo quelle che ho nell'orto).


Fa bollire dell'acqua in una pentola e, al bollore, gettare i pomodori lavati. Dopo un minuto scarso, prelevarli con la schiumarola e farli intiepidire, poi spellarli, tagliarli in due, schiacciarli leggermente per eliminare l'acqua e i semi in eccesso, e tagliarli a listarelle grosse.



Tenere da parte.
Prendere le melanzane, strizzare leggermente le fette e asciugarle con carta da cucina. Infarinarle (sbattendo poi la farina in eccesso) con la farina descritta. (La farina 0 oppure 00 assorbe troppo olio)



Friggere le fette infarinate di melanzane e salarle leggermente. Farle asciugare su carta da cucina.
In una pirofila/teglia oliata (perfetto il coccio) disporre le fette di melanzane, qualche filetto di pomodoro, qualche pezzo di mozzarella e una bella spolverata di pane aromatico. Condire con in giro d'olio evo.

Continuare così a strati per finire con fette di melanzane, pomodoro e pane. Poi un giro d'olio. (insomma tutto tranne la mozzarella che brucerebbe così in superficie).
Infornare in forno già caldo per 30/40 minuti, dipende dal forno,  a 190° ventilato deve formarsi una bella crosticina 




Sformatini di cous-cous alle verdure del mio orto profumati alla menta

Con poca spesa (soprattutto se le verdure provengono dal proprio orto) si possono preparare e gustare sformatini leggeri e delicati ma appetitosi, colorati ed estivi.

Cosa serve:

250 g. cous-cous

sale olio evo
poco burro
1 peperone verde (metà se è molto grande)
1 peperone rosso (metà se è molto grande)
2 carote tenere
1 costa tenera di sedano bianco
3 piccole zucchine genovesi (chiare)
1 scalogno
alcune foglioline di menta
1 pizzico di curcuma (facoltativo)


Preparare il cous cous come indicato sulla confezione. Solitamente: fa bollire 250 g. di acqua salata con 2 cucchiai di olio evo. Spegnere. Versare 250 g. di cous cous, mescolare. Lasciare riposare in modo che il cous cous si gonfi. Aggiungere una noce di burro e riaccendere il fuoco per 2-3 minuti. Mescolare sempre per granare il cous-cous.

In una larga padella mettere un filo di olio, lo scalogno a fettine. Lasciare insaporire e stufare. NON deve prendere colore. Subito dopo aggiungere tutte le verdure lavate, pulite dai filamenti e tagliate a cubettini molto piccoli. 



Fare cuocere a fiamma media mescolando molto spesso. Salare a fine cottura ed aggiungere, se piace, un pizzico di curcuma. A fuoco spento aggiungere qualche foglia di menta sminuzzata con le mani.
Versare il cous cous ormai tiepido in una terrina. 




Aggiungere la dadolata di verdure, mescolare bene.

Rivestire stampini individuali con la pellicola alimentare facendola trabordare.
Riempire con il cous cous alle verdure, schiacciare bene con il dorso di un cucchiaio in modo da compattare e ricoprire con la pellicola che traborda.




Mettere in frigo a riposare e ad insaporire almeno 4 ore.
Togliere dal frigo mezz'oretta prima del consumo.
Al momento di servire, girare sottosopra lo stampino, eliminare la pellicola e semplicemente guarnire con foglie di sedano e/o altre foglie di menta.





Crostata alla crema di caffè


Cosa serve per la pasta frolla:

260 g. farina 00
110 g. burro
la scorza di mezzo limone bio grattugiata
100 g. zucchero
1 uovo intero + 1 tuorlo

Cosa serve per la crema al caffè:

200 ml. di caffè
300 ml. di latte
150 g. zucchero
45 g. farina 00
4 tuorli

Preparare la frolla come di consuetudine amalgamando velocemente gli ingredienti, (con la punta delle dita o in un robot da cucina) formare una palla e lasciare in frigo a riposare almeno mezz'ora avvolta da pellicola.
Nel frattempo fare la crema.
In un casseruolino montare con una frusta di legno i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi la farina e, a filo, il caffè mescolato con il latte tiepido.
Sempre mescolando porre il casseruolino sul fuoco e fare addensare la crema per qualche minuto.
Prendere la frolla dal frigo, maneggiarla un po' tra le mani per renderla liscia, imburrare ed infarinare una teglia da crostata da 24D e rivestirla con la frolla, pareggiando i bordi.
Ricoprire il fondo precedentemente bucherellato con una forchetta, con la crema al caffè e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti se ventilato, 40 se statico.
A parte, con la pasta frolla avanzata (se ne avete avanzata) potete stenderla e ricavarne dei biscotti. Io ho scelto di fare dei cuoricini, cuocerli a parte  per circa 12/15 minuti a 170° e utilizzarli per decorare la crostata.