Lettori fissi

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine
Powered by Calendar Labs

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Al Km 0! la pagina fb

Al Km 0! la pagina fb
La nostra rubrica di ricette del territorio. Clicca sull'immagine

Il Granaio! La pagina fb

Il Granaio! La pagina fb
La nostra rubrica di lievitati clicca sull'immagine

Condividi

Commenti Recenti

Post Casuali

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Privacy policy cookie GDPR 679/2016

Privacy policy cookie GDPR 679/2016
clicca sul barattolo

Welcome!

Welcome!
giovedì 4 ottobre 2018
Cosa serve:

250 g. farina manitoba 0 W 360
75 g. lievito madre rinfrecato ed attivo al raddoppio
5 g. lievito compresso (di birra fresco)
50 g. acqua 
60 g.uova intere (1 uovo)
25 g. tuorli (1 tuorlo)
5 g. sale fino
90 g. zucchero semolato
10 g. di miele 
1/2 bacca di vaniglia
scorza grattugiata di arancia e limone naturale
70 g. burro ammorbidito (a t. ambiente)
20 g. amaretti sbriciolati finemente
65 g. cioccolato fondente in gocce (o tritato)

Per la ghiaccia alle mandorle serve:

1 albume scarso
5 g. armelline (6-7 di numero)
10 g. mandorle pelate dolci
40 g. zucchero semolato
5 g. maizena

Preparare tutti gli ingredienti pesati. Mettere le gocce di cioccolato nel freezer.


Nella ciotola della planetaria (ma si può fare anche nella macchina del pane o robot provvisto di gancetti ad uncino) mettere la farina con il lievito compresso sbriciolato,  il lievito madre a pezzi, l'acqua e metà delle uova precedentemente sbattute leggermente. Azionare la macchina e fare amalgamare, se si usa la planetaria usare, inizialmente il gancio a foglia e sostituirlo con quello ad uncino solo verso la fine per incordare meglio.

Quando l'impasto inizia ad amalgamarsi unire alternandoli, le restanti uova e lo zucchero. Unire anche gli aromi.
Poco per volta aggiungere il burro, un pezzetto per volta, non inserire quello successivo se il precedente non è stato incorporato ed incordato dall'impasto.
Quando il burro è quasi tutto amalgamato, unire il sale e gli amaretti sbriciolati.
Per ultimo aggiungere le gocce di cioccolato.
Mettere l'impasto in una capiente ciotola imburrata leggermente. Coprire con pellicola alimentare ed un canovaccio e mettere a lievitare per 10-12 ore in luogo tiepido. 


Fare la ghiaccia: in un tritatutto ridurre in polvere gli ingredienti secchi. Mescolarli con una forchettina all'albume, senza montare, coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo tutta la notte.



La mattina successiva: riprendere l'impasto lievitato e pesarlo.
Sarà circa 690 g. dividerlo in 7 pezzature, dare una pirlata, coprire con pellicola e lasciare riposare per 20 minuti.
Dividere le pezzature ancora in due parti. Si avranno quindi 14 pezzi di pasta.
Allungare i pezzi ottenendo dei salsicciotti.
Accoppiarne due a due ed attorcigliarli tra loro, poi chiuderli formando una chiocciola.








Disporre i tortiglioni su una placca rivestita da carta da forno, distanziati, coprirli e lasciare lievitare in luogo tiepido per 2 ore (ma anche 3 - dipende dalla temperatura ambientale, ciò che occorre per fare raddoppiare le brioches)
Preriscaldare il forno statico a 180°
Intanto scoprire le brioches e lasciare che l'aria formi una sottile pellicina.
Riprendere la ghiaccia in frigo (se ne avanzerà un po' si può congelare ed utilizzare in altra occasione) e, delicatamente, spennellare i tortiglioni.



Cuocere per 15 minuti, poi per altri 3 minuti abbassando la temperatura a 150° e mettendo il manico di un cucchiaio di legno per tenere lo sportello aperto a fessura.
Sfornare e servire tiepide o fredde.


      Se replichi la mia ricetta, inserisci per cortesia il link di riferimento al mio sito. Grazie :-)


Il nostro paniere completo ha sfornato:


                                    Seguiteci anche sulla nostra pagina su facebook cliccando qui
                                                           @ilgranaiofoodblogger

22 commenti:

  1. Ciao Simo è passato così tanto tempo che mi pare quasi strano essere difronte al pc !!!!!!! Non potevo trovare nulla di più buono qui , sei diventata ancora più brava con i lievitati, complimenti per queste brioches squisite. Ti abbraccio forte <3

    RispondiElimina
  2. Troppo troppo carine e quanto saranno buone! Ciao Simo un bacio grande, a presto :)

    RispondiElimina
  3. Ok, deciso: mi trasferisco da te!
    Simo, son favolose queste brioche!!
    Me ne mandi una cesta colma???
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Splendide!!! Fantastica sempre, eccellente nei lievitati, baci!

    RispondiElimina
  5. Cara Simona, è proprio l'ideale per la prima colazione.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Lo sapevi vero che ho appena preparato il té a aspettavo proprio una di quelle belle brioches? Un caro saluto.

    RispondiElimina
  7. Un gran bel lavoro io non ho tutta questa pazienza

    RispondiElimina
  8. O caspiterina....ma cosa sono queste brioches???? Sono da svenimento ^_^
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia di brioche! E sicuramente una bontà con gli amaretti nell'impasto!

    RispondiElimina
  10. Che belle forme. Bella idea mettere gli amaretti nell'impasto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Natalia! Buone con gli amaretti si 😋 prova!!!

      Elimina
  11. Che bontà Simo ... sono molto golose. E' un pò che non preparo delle belle brioche da colazione, devo rimediare

    RispondiElimina
  12. Buonooooooo ma non posso, un saluto buon weekend un abbraccio.

    RispondiElimina
  13. Ciao Simo, a proposito della coda in effetti non è un piatto leggero ma nemmeno pesantissimo, in fondo è uno stufato e di per sè la coda non è grassa. Comunque sia, almeno una volta va assaggiata. A me è piaciuta molto e per questo l'ho cucinaata una sera per gli amici che se la sono sbafata allegramente dopo una gricia fra l'altro e mi hanno detto di aver dormito come angeli. Basta contenere le dosi!!! Bacioni, buon we :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenere le dosi da golosi è difficile 😂, altro piatto da aggiungere alla lista mia cara 😘

      Elimina
  14. Ne ordino un paio per la colazione di domattina :-P

    RispondiElimina
  15. Sono uno spettacolo.. sei davvero brava con i lievitati! :-* baci e buon w.e.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio, semifreddi, gelati

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...