Crêpes (o crespelle) alla ricotta e tris di verdure

Per la rubrica al Km 0 prepariamo ricette dedicate alla primavera, io ho pensato subito alle erbe spontanee: amo follemente sia cucinarle che andare a raccogliere; ho la fortuna d'abitare in un luogo dove la campagna è vicinissima alla cittadina, non mancano i boschi e i pianori dove potermi approvvigionare delle meraviglie che la natura ci offre, oggi quindi ho deciso di utilizzarle in un primo piatto. A casa mia amiamo davvero tanto le crêpes sia salate come quelle ai funghi porcini e calstemagno, oppure alla valdostana  che dolci, ad esempio quelle al cacao con marmellata di arance, oppure alle mandorle con ciliegie caramellate sono facili da fare e sempre golose.


Cosa serve per 12 crêpes (6 persone):
190 g. farina 00
375 g. latte
2 pizzichi sale
3 uova medie
25 g. burro fuso + q.b. per la padella

Cosa serve per la besciamella:
500 g. latte
50 g. burro
30 g. farina 00
sale e noce moscata q.b.

Cosa serve per la farcia:
500 g. ricotta
1 uovo + 1 tuorlo medio
1 presa generosa di: sale, pepe nero, saporita, erbe fini provenzali (con aglio)
500 g. verdura sbollentata e strizzata tra: borragine, verdure spontanee e/o bietole a costa, spinaci
5-6 cucchiai parmigiano grattugiato

Poi serve:
sugo semplice di pomodoro q.b. non molto (polpa di datterini, olio evo, aglio e basilico)
parmigiano grattugiato q.b.
qualche fiocchetto burro

Per prima cosa lavare le verdure, lessare le coste e scolarle quando sono tenere, sbollentare per pochi istanti in acqua salata al bollore gli spinaci e la borragine (le foglie e alcuni fiori, scartare il gambo che è duro e filamentoso), scolare bene, lasciare raffreddare. Fare la pastella per le crêpes: mettere tutti gli ingredienti nel bicchiere del minipimer ed emulsionare fino a quando non siano più presenti grumi; lasciare riposare 30-40 minuti. Intanto fare un sugo semplice di pomodoro facendo cuocere la polpa di datterini con un filo d'olio, aglio e basilico, salare e tenere da parte. Riprendere le verdure, strizzarle, pesare la quantità necessaria e poi tritare grossolanamente a coltello, unirle in una ciotola mescolandole con ricotta, spezie, e il tuorlo aggiungere il parmigiano, regolare sale e pepe e tenere da parte. 

Cuocere le crêpes mettendo poca pastella in una padella antiaderente da 24D imburrata, roteare velocemente in modo che il composto si distribuisca in modo uniforme sul fondo, lasciare cuocere qualche minuto fino a quando si vedono i bordi "incresparsi" poi con l'aiuto di una spatola, rivolarla e proseguire con la restante pastella imburrando nuovamente la padella se necessario (io l'ho imburrata tre volte), tenere da parte e farle intiepidire. Intanto preriscaldare il forno a 200° e fare la besciamella: in un pentolino sciogliere il burro col sale e noce moscata, fuori dal fuoco unire la farina e mescolare velocemente con una frusta per amalgamare senza formare grumi, mettere sul fornello piccolo e, sempre mescolando, fare tostare qualche istante, unire poco alla volta il latte e lasciare addensare, quando la besciamella è densa, sempre mescolando lasciarla cuocere qualche minuto.


Allargare tutte le crêpes su carta assorbente da cucina e distribuire su ognuna una cucchiaiata di besciamella calda, poi mettere una dose di farcia sul bordo avendo cura di metterne una giusta quantità, aiutandosi col dorso di un cucchiaio formare una sorta di salamino come se si stesse riempiendo un cannellone, poi arrotolare le crêpes su loro stesse.

Adagiare tutti i rotolini di crêpes uno accanto all'altro nella terrina nella quale si sarà messo qualche cucchiaio di sugo di pomodoro, cospargere poi la superficie con la restante besciamella e qua e la qualche cucchiaiata di sugo (senza esagerare, verrà quasi tutto assorbito nel passaggio in forno), poi spolverizzare con parmigiano grattugiato, qualche piccolo fiocchetto di burro ed infornare per 18-20 minuti. Lasciare riposare qualche minuto e servire.


Ottime anche preparate il giorno precedente (in questo caso passarle in forno solo al momento di servirle), si possono anche congelare.

Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook cliccando QUI

Simona

  1. Che teglia invitante! Mi hai fatto venir voglia di crepes, tutte quelle di cui hai parlato!
    Stupenda ricetta, mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch’io amo tutte le crêpes sia dolci che salate, difficile scegliere... nel dubbio assaggi di tutte😂😘

      Elimina
  2. Simo ti sei superata, un piatto perfetto per i miei gusti! Baci baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di cuore Carla ❤️ Sono veramente felice che siano di tuo gradimento
      Bacioni

      Elimina
  3. mamma che buone. Mi potrei mangiare tutta la teglia

    RispondiElimina
  4. le crespelle sono sempre molto apprezzate anche qui, sia dai consumatori che dalla cuoca. Mi piacciono tutti i piatti da poter "fare a rate" crepes un giorno, farcia l'altro, metti in freezer... insomma chi lavora queste astuzie le sfrutta! La tua teglia è molto invitante e immagino il sapore delle erbe spontanee appena raccolte, favoloso! Anche io sono molto contenta di far parte di questo gruppo, condividere le ricette valorizzando i prodotti del proprio territorio è una grande gioia! un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su tutto! Adesso mi è preso il trip e ho voglia di fare un sacco di varianti
      Buona serata 🥰

      Elimina
  5. Ecco un piatto che fa furore anche in casa mia! Le crespelle sono buonissime sia dolci che salate, ma devo dire che questa farcia, preparata con le erbe spontanee di stagione, ha un qualcosa in più. Sicuramente molto gustose e molto molto primaverili.
    Bravissima ^_^

    RispondiElimina
  6. Cela fait longtemps que je n'ai pas fait de crêpes farcies et tu m'en donnes très envie.
    J'en mangerai avec grand plaisir.
    A bientôt

    RispondiElimina
  7. Prendo nota del ripieno. A Trieste reminiscenze austro le crespelle che noi chiamiamo omlett (non centra nulla con le omelette francesi) o palatschinken si usano in casa moltissimo. Io le faccio salate o dolci e circa come le tue solo con spinaci al burro e coperti da un ragù senza andare in forno. A marito piacciono inondate al posto del ragù con tanto gorgonzola .... Mi piace questo abbinamento alle prossime cosi. Buona giornata cara e sempre bravissima ed innovativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho sentito parlare ma mai degustare le proverò senz’altro! Grazie mille, un bacione

      Elimina
  8. Io le adoro le crepes salate più di quelle dolci! le tue troppo gustose.. baci e buon w.e. .-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono tutti dolci salate in tutti i modi ... sono proprio fregata😂😅🤣

      Elimina
  9. adoro le crepes e tu hai creato un piatto davvero elegante e molto molto gustoso!

    RispondiElimina
  10. Con le erbe spontanee che delizia Simo!!! Ho da poco finito di mangiare, con un piatto così però mi rimetterei a tavola!! Deliziose!!!
    Un bacione, buon fine settimana!

    RispondiElimina
  11. Adoro le crepes soprattutto salate e la tua tegli ami fa venire proprio una gran voglia!
    baci
    Alice

    RispondiElimina

La moderazione è attiva. Commenti anonimi e privi d'identità, con pubblicità e link commerciali non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!