Brioche sofficissima con uvetta e cranberry (senza uova)

Con l'uscita di oggi, noi ragazze della rubrica Il Granaio, chiudiamo il capito feste natalizie. 
Io ho preparato una brioche buonissima, molto aromatica, e davvero-davvero soffice. E' di mia invenzione, ricorda il sapore del panettone (a parere di mio figlio, e secondo me ha ragione), quindi se non siete ancora stanchi di gustare i lievitati ricchi e profumati di spezie, fatela... non ne rimarrete delusi :-). Perfetta per una ricca colazione, per un brunch, per un buffet, per una rigenerante merenda magari dopo una bella sciata, una camminata in montagna o una pattinata sul ghiaccio.
Se volete degustare altre brioche potete dare un'occhiata alla sezione Brioches e lievitati dolci, ad esempio al mio Alberello di panbrioche con nutella, oppure brioches col tuppo, o le mie brioches con cioccolato e amaretti, o ancora un panbrioche con farina di farro e segale, o magari un pull apart bread con crema di pistacchio e tante altre ancora...


Cosa serve per il lievitino:

5 g. lievito di birra fresco
70 g. latte appena intiepidito
70 g. farina manitoba bio

Per l'impasto finale:

270 g. farina manitoba bio
130 g. latte appena intiepidito
65 g. burro ammorbidito a pomata
7 g. sale fino
20 g. zucchero semolato
30 g. zucchero di canna
20 g. uvetta sultanina
40 g. cranberry disidratati nazionali
limoncello q.b.
1 cucchiaino malto d'orzo bio liquido
2 cucchiai miele liquido
1/2 bacca di vaniglia (i semi)
la scorza grattugiata di agrumi naturali vari (arancia, limone, lime)
10 g. latte in polvere

Per la ghiaccia serve:

1 albume scarso
5 g. armelline (6-7 di numero)
10 g. mandorle pelate dolci
40 g. zucchero semolato
5 g. maizena

Per prima cosa il giorno precedente fare la ghiaccia:
in un tritatutto ridurre in polvere gli ingredienti secchi. Mescolarli con una forchettina all'albume, senza montare, coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo.



Per seconda cosa lavare l'uvetta e il cranberry sotto acqua corrente (l'uvetta viene conservata con cera quindi va lavata sempre!) poi mettere la frutta disidratata in ammollo in una tazza e coprirla di limoncello e acqua tiepida in parti uguali. Lasciarla macerare per un'ora, poi scolarla bene, strizzarla ed asciugarla con carta da cucina. Avvolgerla in altra carta da cucina asciutta e riporre in frigo.

Il giorno seguente preparare tutti gli ingredienti necessari iniziando con tirare fuori dal frigo il burro, pesare tutti gli ingredienti necessari e proseguire facendo il lievitino. 


In una ciotola mescolare la farina,il latte e il lievito sbriciolato, mescolare con una forchetta formando una pastella, coprire con pellicola alimentare e lasciare riposare in luogo tiepido e lontano da correnti d'aria per 45 minuti.
                                                                             lievitino

Trascorso il tempo necessario suindicato, in una ciotolina lavorare con una forchettina il burro con il sale. In un'altra ciotolina mescolare miele, scorza degli agrumi, i semi di vaniglia.
Nella ciotola della planetaria (o robot da cucina provvisto di gancetti per impasti oppure nella macchina del pane - non so se si riesca fare a mano - io proverei ad impastare inizialmente eventualmente dentro una grande ciotola) inserire: 
- farina mescolata al latte in polvere
- lievitino
- malto
- latte

iniziare ad impastare lentamente a velocità minima, quando inizia ad incordare, aumentare un pochino la velocità ed unire, alternandoli, zucchero e il composto di burro, un po' per volta.
Alla fine unire l'uvetta e il cranberry.
Rovesciare l'impasto su un piano da lavoro e dare una serie di pieghe a libro a distanza di 15 minuti l'una dall'altra. 
1 piega > coprire con canovaccio asciutto attendere 15 minuti e rifare una seconda e poi una terza volta.
Pirlare l'impasto e mettere in una ciotola leggermente imburrata a lievitare per 5 ore e mezza coperta da pellicola e poi da un canovaccio, lontano da correnti d'aria, in luogo tiepido (forno spento ad esempio)



Riprendere l'impasto, pirlarlo ancora per dare maggiore forza alla lievitazione, dare la forma della brioche voluta (io ho deciso di fare due pezzature, le ho arrotolate e poi posizionate una vicino all'altra in uno stampo imburrato da plum-cake) coprire di nuovo come sopra e fare lievitare ancora per 2 ore e mezza.






Tirare fuori dal frigo la ghiaccia e preriscaldare il forno a 190° statico.
Glassare la brioche spennellando su tutta la superficie la glassa
Infornare la brioche e cuocere per 30 minuti. (ma dipende dal forno)



Dopo 20 minuti consiglio di aprire il forno e velocemente (senza tirare fuori lo stampo) spennellare la superficie che nel frattempo è gonfiata ed è senza ghiaccia, coprire con carta d'alluminio e richiudere lo sportello del forno. Occorre essere rapidissimi, altrimenti lasciare stare questo passaggio (Io non l'ho coperta e si è scurita un pochino ma non aveva il sapore di bruciato, è questo tipo di ghiaccia che lucida molto, da un bellissimo effetto e un sapore molto goloso ma scurisce)
Fare la prova stecchino con uno spiedino di legno. Quando è asciutto, sfornare. Lasciare raffreddare, tagliare le fette e servire.
Con pochissimo lievito, con questo procedimento e tempistiche si ottiene una brioche leggera e sofficissima. A me è anche strabordata dallo stampo tanto è cresciuta, magari si può pensare di usare uno stampo un po' più grande. 
Si conserva benissimo per 2-3 giorni. Ottima sia per la colazione che per la merenda, magari con un buon frutto e una tazza di bevanda calda.


             Se replichi la ricetta per piacere inserisci il link di riferimento al mio sito, grazie :-) 

Il nostro paniere completo ha sfornato:


                                    Seguiteci anche sulla nostra pagina su facebook cliccando qui
                                                           @ilgranaiofoodblogger
Simona

  1. Buon anno!!! Si riparte....
    Come si può stancarsi del gusto del panettone, io non mi stancherei mai!!!
    Che buona questa brioches, mi fa venir voglia di correre ad impastare!!!

    Un abbraccio grande
    Moni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la baratterei moooolto volentieri con una fettona della tua ciambella :-)) bacioni, buona epifania!

      Elimina
  2. Ma che cosa meravigliosa hai sfornato, Simona! Quella ghiaccia sopra, poi... Meglio che non ci penso, se no l' acquolina non la freno! Ciao ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zeudi! Sai ne ho congelata un po' di quella ghiaccia... tiene benissimo! La prossima volta però, copro la brioche in cottura. Bacioni buona giornata

      Elimina
  3. Guarda lì che morbidezza!!!
    Sono rimasta incantata.... Favolosa Simo!!!
    Segnata anche questa di ricetta!!
    Un bacio grande e buona Epifania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono stupita anch'io per la morbidezza sai? buona epifania a te cara Sari, bacioni :-)

      Elimina
  4. Ma che bella Simo, fa venire l'acquolina solo a vederla! bacioni e ancora buon anno, a presto :)

    RispondiElimina
  5. Cara Simona, mamma mia quanto mi piacerebbe averne un paio di fette!!!
    Al pomeriggio per l'ora dello spuntino!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Buon Anno ancora sei già rièartita alla grande. Buonooo da mangiare e da guardare. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sono ancora fermata in realtà 😁 buon anno anche a te Edvige 🥂

      Elimina
    2. ricordati di me come cugino,diciamo con spedizione express si può ancora mangiare.gulp

      Elimina
    3. Ahaha ciao Mau!!! Faccio prima a prender un aereo e a portartelo 😁🤗

      Elimina
  7. Che bontà Simo! Leggendo il procedimento non ho nessun dubbio sulla morbidezza e il profumo di questa brioche. Peccato non riesca ad assaggiarlo. Baci baci

    RispondiElimina
  8. Ma che brava, Veramente uno spettacolo per gli occhi immagino per il palato.un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Mi metti voglia di brioche. Ha un aspetto fantastico. Quanto la vorrei a colazione. Buon anno carissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo rifarla perché è già sparita 😁Buon anno a te Natalia! Un bacione

      Elimina
  10. Ultimamente causa lavoro non ho avuto molto tempo a disposizione e mi sono un pò impigrita ma pian pianino mi rimetto in carreggiata e magari chissà potrei provare a rimettere le mani in pasta!!!
    La tua brioche l'assaggerei volentieri però!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. No io non sono stanca ^_^
    questa brioche è stupenda e mi sembra di sentire il profumo.
    Bravissima!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!