Pesto di pomodori secchi, capperi e olive

Siamo in piena estate e al Km 0 oggi prepariamo le tanto amate conserve e/o preparazioni che ne prevedono l'uso; io ho fatto un gustosissimo pesto di pomodori secchi con aggiunta di capperi e olive.
Fare i pomodori secchi in casa non è affatto difficile, la cosa fondamentale è avere tanto sole e riporli al chiuso di notte (per i passaggi e procedimento cliccate nel link sottostante e andate a leggere) e usare una materia prima eccellente, se non si dispone di un orto, si può ovviare comprandoli da un coltivatore diretto, mi raccomando che siano bio!
I miei pomodorini secchi home made mi avevano davvero dato tanta soddisfazione, erano molto dolci, buonissimi. Se non li fate essiccare voi, vi consiglio di comprare quelli siciliani che, secondo me, sono deliziosi e polposi.
Si può usare per condire la pasta, sulla pizza, come insaporitore nelle farcie varie, ad esempio nelle torte salate, nelle polpette, nelle patate, nei ripieni per le verdure, ottimo con il pesce e anche nell'impasto del pane e focacce. Insomma... si può lasciare libero sfogo alla fantasia, fatemi sapere se avete altre idee su come utilizzarlo :-)



Cosa serve:
100 g. pomodori o pomodorini pachino secchi home made (o siciliani di alta qualità)
50 g. mandorle spellate
50 g. olive verdi dolci col nocciolo
25 g. capperini di Pantelleria sotto sale 
1/2 spicchio aglio
olio evo q.b.
1 lt. acqua
150 ml. aceto bianco
(non ho aggiunto sale, non è servito)


                                                 pomodorini home made al sole

In realtà, come per tutti i pesti, la quantità degli ingredienti è a piacere, si può usare più aglio ad esempio, meno olive, più pomodori secchi ecc. va a gusti, io l'ho fatto con queste proporzioni e mi è piaciuto.
Lavare i capperi e coprirli d'acqua fredda per dissalarli almeno due ore prima di fare il pesto.
Lavare bene sotto acqua corrente fredda i pomodori, mettere sul fuoco una pentola con mezzo litro d'acqua e 150 ml di aceto bianco, quando bolle mettere i pomodori (a più riprese) e lasciarli sbollentare per 2 minuti, poi colarli e metterli ad asciugare e raffreddare su carta da cucina assorbente
Se utilizzate pomodori secchi sott'olio saltate questa operazione e regolate poi l'olio da aggiungere successivamente (ne occorrerà di meno).



In un padellino antiaderente fare tostare a fiamma bassa le mandorle; quando sono fredde inserirle in un tritatutto provvisto di cutter ed aggiungere l'aglio, i capperini scolati e strizzati, le olive denocciolate (non uso quelle già senza nocciolo perchè sono molto meno gustose) e i pomodori, azionare le lame ed aggiungere a filo olio evo q.b. per ottenere la classica consistenza del pesto, non esagerare, nel caso si aggiungerà al momento dell'utilizzo, non deve grondare d'olio.


Mettere il pesto in un barattolo e tenerlo in frigo almeno un giorno prima di consumarlo in modo che si insaporisca e i gusti si amalgamino bene. Si può fare e consumare oppure congelare oppure coprire d'olio, schiacciare bene per togliere bolle d'aria, chiudere con capsule nuove e sterilizzare, conservandolo poi in cantina, per vedere come si conservano frutta e verdura e come sterilizzare i barattoli, vai a leggere nella sezione dedicata al sottovetro e se invece cerchi spunti su cosa conservare cercali nel menù a tendina in alto in home page oppure clicca su conserve


Il Team della rubrica "Al Km 0" vi augura buone vacanze e vi da appuntamento al 10 settembre e, a seguire, il 2° e 4° giovedì di ogni mese! Restate sintonizzati :-)
Crostatine albicocche e amaretti
Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook cliccando QUI

Simona

  1. Cara Simona, dalle foto che ho visto, mi sono convinto della bontà del prodotto!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-) 
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Questo pesto è saporitissimo! Mi piace.. Lo immagino sulle bruschette :-P.. baciotti

    RispondiElimina
  3. In casa abbiamo un consumatore seriale di pomodori, in particolar modo di pomodori secchi: lo gnomolo! Non mancano mai sulla nostra tavola, tanto da fare ogni anno un orto di pomodori!
    Quest'anno non so se riesco a farne di secchi, ed è un peccato perché questo pesto è semplicemente favoloso, ma gustare anche a cucchiaiate!
    Un caro saluto cara Simo, ci ritroveremo a settembre con la nostra Rubrica. Bacione!

    RispondiElimina
  4. Mi piace un sacco...nonostante l'orto non ho mai fatto i pomodorini essiccati, devo rimediare, questo pesto è davvero favoloso!!

    Un abbraccio grande e buone vacanze
    Moni

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono moltissimo i pomodori secchi e in effetti dalla Sicilia ne avevo portato una vagonata, anche se li trovo al mercato. Mi piace molto il tuo pesto, prendo nota di aggiungere le mandorle, che non ho mai messo ma che mi sembra ci stiano benissimo. Ciao Simo buone vacanze arrivederci a settembre :)

    RispondiElimina
  6. Questa volta ti dico brava ma, a me i pomodori secchi non piacciono ed a marito non sopporta i capperi per cui posso solo immaginare il sapore intenso. Buona fine settimana. Buone vacanze a settembre.

    RispondiElimina
  7. Ciao, ho provato il tuo pesto... semplicemente favoloso!!
    Bacioni e grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao, come sono contenta che tu l’abbia preparato e soprattutto che ti sia piaciuto 😘 grazie mille! Buon ferragosto

      Elimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!