Gelato marrakech (ricotta e yogurt all'arancia con zenzero - senza uova)

Il gelato fatto in casa ha proprio un altro sapore, con tutti ingredienti freschi e non preparati pronti di base, non c'è storia. 
L'unico neo è che va mangiato subito o comunque nel giro di pochi giorni (certo... se ci mettete i conservanti e altri ingredienti per far si che duri nel tempo, allora potrete conservarlo più a lungo, ma a sto punto tanto vale andarlo a comprare in gelateria... che poi c'è gelateria veramente artigianale e gelateria .. che no, non lo è anche se si spaccia per tale, ma mi dilungherei e quindi la chiudo qui).
Ho deciso di chiamare questo gusto marrakech visto il nome dello yogurt (a produzione limitata, credo estiva) che mi è piaciuto molto (sia lo yogurt che il nome abbinato al gusto), di solito mangio yogurt senza lattosio, ma ogni tanto se sgarro non succede niente e quindi mi piace assaporare sapori meno usuali dai soliti, per uscire un po' dalla banalità; quindi mi è caduto l'occhio su questo che è arancia e zenzero. Non volevo usare le uova e, approfittando del fatto che amo la ricotta e usandola avrebbe abbassato le calorie (dici poco...) e avrebbe dato cremosità al gelato fungendo anche da addensante.. non ho avuto dubbi. Ho poi aggiunto cubetti di scorza d'arancia candita per esaltare il sapore agrumato. 



Cosa serve:

150 g. ricotta
90 g. zucchero semolato o a velo
125 g. yogurt arancia e zenzero
130 g. latte (di solito si usa intero, io ho usato quello parzialmente scremato)
50 g. panna liquida fresca
30 g. arancia candita a cubetti


Bisogna usare tutto freddo da frigo e il cestello della gelatiera deve essere messo in congelatore almeno 12 ore prima.
Tagliare l'arancia candita a cubetti, sgranarla bene e metterla nel congelatore distesa su un pezzetto di carta da forno, intanto nel bicchiere del minipimer inserire tutti gli ingredienti tranne l'arancia candita, emulsionare qualche minuto per far sì che lo zucchero si sciolga e si amalgami il tutto (non monterà ma gonfierà leggermente), azionare la gelatiera e, mentre la pala gira, versare a filo il composto tramite il foro del coperchio. Lasciare addensare per 35-40 minuti, prendere l'arancia candita nel congelatore ed aggiungerla (sempre attraverso il foro) al gelato pronto, lasciare mantecare un paio di minuti e poi spegnere.


Dare una mescolata al gelato con una spatola e travasarlo in un contenitore adatto ad andare in congelatore (oppure mettere il coperchio al cestello e rimetterlo a gelare.
Lasciare raffreddare ancora un paio d'ore e poi servire.
A noi è piaciuto tanto! Poca panna, latte parzialmente scremato, minor zucchero rispetto allo standard, zero uova.. anche chi è a dieta, gustando una pallina, può sgarrare :-)


Simona

  1. Cara Simona, ora che il caldo sta ritornando, credo che questo buonissimo gelato ci rinfrescherà!!!
    Ciao e buon inizio della settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti un caldo terribile è un tasso di umidità folle, di sicuro a Zurigo si sta meglio, un abbraccio a te caro

      Elimina
  2. Che meraviglia questo gelato: buonissimo ed originale, bellissime anche le foto, un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Sempre molto interessanti le tue ricette mi piace questo gelato per uso della ricotta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che incontrino i tuoi gusti caro Carmine 🤗

      Elimina
  4. Questo gelato è veramente molto buono, buona serata

    RispondiElimina
  5. che delizia, la prossima volta posso venire ad assaggiarlo??Brava!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  6. Questo gelato mi ispira da morire Simo e visto il caldo lo assaggerei anche subito !!!!! tanti baci Simo

    RispondiElimina
  7. arancia e ricotta combo gustosissima.
    ecco vedi, mi faccio prendere sempre dalla golosità e non faccio il passaggio del riposo in freezer del gelato, infatti viene bene ma si squaglia in fretta. proverò questa dritta. invece ti consiglio di aggiungere una cucchiaiata di miele (zucchero invertito) specialmente con i gelati "polposi" tipo ricotta, riduce la formazione dei cristalli di ghiaccio. anche un cucchiaino di polvere di semi di carruba sciolto nel liquido, crea una buona cremosità.
    Bella ricetta, un saluto rinfrescante, il cat...anche qui si boccheggia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto! 😘 si, si la farina di semi di carrube la uso ma si scioglie nel liquido caldo, qui non occorreva dare cremositá per la presenza della ricotta. Invece lo scrupolo
      Di glucosio per evitare la cristallizzazione lo sapevo ma l’ho dimenticato ... utilissimi consigli i tuoi, ne aspetto tanti altri 😘 smack

      Elimina
  8. Mi ispira tantissimo Simona! Ho salvato al volo la tua deliziosa ricetta😉😍
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  9. Adoro i gelati e quelli fatti in casa hanno una marcia in più!
    Il tuo deve essere proprio goloso :-P
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!