Crostata morbida alle susine gialle

Non so voi, ma io amo tantissimo le susine, quelle gialle soprattutto (beh amo tutta la frutta in realtà, soprattutto quella estiva golosa e succosa...), questa è una crostata casalinga perfetta da trasportare, molto semplice e molto buona, fatta con un frolla classica morbida (ovvero con aggiunta di lievito, perchè quando il guscio deve sostenere un certo peso, deve essere più resistente), e frutta fresca passata velocemente  in padella, ingolosita da croccanti pinoli, adatta da servire a colazione con una bella tazza di latte o con il the e col caffè, oppure con un fresco yogurt alla vaniglia, insomma... si abbina a tutto ciò che desiderate. 


Cosa serve per la frolla:

240 g. farina 00
120 g. zucchero semolato
120 g. burro a t.a.
1 uovo intero medio
1 pizzico sale
5 g. lievito per dolci
scorza grattugiata di 1 limone bio

Cosa serve per il ripieno:

6-7 susine gialle mature ma sode
30 g. zucchero di canna
vino bianco secco q.b. (una spruzzata)
una noce di burro
pinoli q.b.


Mettere nella planetaria usando la foglia (o usare un robot da cucina provvisto di cutter oppure usare le fruste elettriche ed una ciotola) il burro morbido, il pizzico di sale e lo zucchero. Montare qualche istante affinchè si ottenga una spuma, poi unire l'uovo e la scorza del limone, amalgamare.
Se si usano le fruste a questo punto toglierle e continuare usando la punta delle dita.
Unire tutta in un colpo la farina e il lievito e amalgamare velocemente (non impastare altrimenti la frolla risulterà dura e non friabile), formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e metterlo in frigorifero 30-60 minuti.

Nel frattempo fare caramellare le susine, non devono cuocere ma solo ammorbidire leggermente: dopo averle lavate, tagliarle a metà con un coltellino affilato ed eliminare il nocciolo, in una larga padella far sciogliere il burro con lo zucchero, unire le mezze susine e farle saltare pochi istanti nel burro spumeggiante, spruzzare con un goccio di vino, rivoltarle e dopo un minuto spegnere. Adagiarle sulla pasta frolla stesa in uno stampo da 22-24D in carta da forno o imburrato ed infarinato, avendo cura di fare un cordone tutt'attorno per contenere bene la frutta, e dopo aver punzecchiato il fondo con i rebbi di una forchetta. Distribuirle avendo l'accortezza di adagiare a contatto dello stampo la parte esterna del frutto.
(Non occorre essere super-precisi nella distribuzione delle susine, questa è una torta casalinga da credenza, adatta a picnic, da trasportare al fresco sotto gli alberi in montagna, o per spuntini in famiglia e con gli amici, non è una torta farcita da grandi ricorrenze).

Distribuire sulla frutta, e all'interno delle mezza susine, i pinoli ed infornare a 180° (forno già caldo) statico per 40 minuti circa.


Lasciare raffreddare e servire.
Io l'ho portata via ad una di quelle merende abbondati nel tardo pomeriggio della domenica e servita con crema inglese fredda. Ottima!

Simona

  1. merenda abbondante nel tardo pomeriggio....come suona bene.
    Un saluto goloso, il cat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto! Che piacere rileggerti 🤗 quand’è che finalmente posto qualcosa di buono anche tu?!

      Elimina
  2. ottima per la merenda con un caffe', aspettami che arrivo!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. Super buona per la colazione, buona serata

    RispondiElimina
  4. Cara Simona, io dire che queste è! una crostata veramente meravigliosa, e buonissima.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Ciao Simona,
    mmmmmmhhhhhhhhhhh deve essere buonissima!
    Buona giornata,
    Sara

    RispondiElimina
  6. Che delizia Simona, mi ispira tantissimo la tua crostata con le susine! Buon weekend a te e famiglia!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  7. la morbidezza un aspetto importante nei dolci molto belle e buona da provare

    RispondiElimina
  8. Ottima e bellissima, ma servita con la crema inglese deve essere una vera libidine!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  9. Me la immagino proprio, una bontà! Con la crema inglese poi deve essere la morte sua. Brava Simo, come sempre

    RispondiElimina
  10. non amo molto le crostate ma questa così morbida deve essere favolosa ! Un bacione

    RispondiElimina
  11. E' un frutto che amo molto anche io, anche se prediligo un pò più quello viola!
    E questa crostata è davvero invitante e golosa!!!
    Un bacione Simo!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!