Crostata nocciolata con crema di ricotta e frutti di bosco

Io uso i frutti di bosco che ho nel mio orto (e li congelo, poi li aggiungo - ancora congelati - nelle macedonie oppure li uso per preparare i dolci quando ancora i frutti rossi non ci sono ancora o sono primizie che arrivano dall'estero e non hanno alcun gusto),  li trasformo in marmellata e li uso per preparare dolci al cucchiaio e torte; se non avete le pianticelle vostre vi consiglio di cercare i piccoli frutti nei mercati dei coltivatori diretti, credetemi.... rispetto a quelli della grande distribuzione è proprio un'altra storia :-)


Cosa serve per la pasta frolla alle nocciole:

230 g. farina 00
100 g. burro freddo a pezzettini
1 pizzico di sale
80 g. zucchero semolato
40 g. nocciole piemonte tostate e spellate
1 uovo + 1 tuorlo

poi serve:

150 g. composta o marmellata di frutti di bosco
150 ml. panna liquida da montare
50 g. zucchero a velo
150 g. ricotta
frutti di bosco q.b.
4 g. di colla di pesce
1 bustina di gelatina per torte 

Mettere nel freezer fruste e contenitore che serviranno per montare la panna.

Fare la pasta frolla mettendo farina, nocciole, burro a pezzi freddo di frigo nel robot da cucina. azionare brevemente, aggiungere zucchero, pizzico di sale, uovo e tuorlo leggermente battuti e ri-azionare per pochissimi minuti, il tempo necessario perchè gli ingredienti si amalgamino, formare una palla, avvolgerla con pellicola alimentare e metterla in frigo a riposare.



Passata almeno mezz'ora, riprenderla e lavorarla un pochino per ammorbidirla. 
Stendere la pasta col mattarello su carta forno (volendo si può stendere un foglio di carta forno anche sopra la pasta, praticamente tra pasta e mattarello, in questo modo non sarà necessario infarinare nè la pasta, nè il mattarello. 

La carta poi non si butta perchè serve per la cottura in bianco, in questo modo si eviterà di ungersi troppo le mani, la pasta frolla con le nocciole è più unta proprio per la presenza delle nocciole che rilasciano "grasso")

bucherellare la pasta, coprirla con carta forno o fare come appena detto tra le parentesi, coprire il fondo con ceci secchi o fagioli secchi ed infornare in forno già caldo a 180° per 15 minuti, poi estrarre lo stampo dal forno, eliminare carta e ceci e rimettere in forno ancora per 5-7 minuti.



Sfornare e lasciare intiepidire il guscio di frolla.
Intanto preparare la crema alla ricotta:in una piccola ciotolina mettere in ammollo la colla di pesce in acqua fredda da rubinetto.

Mettere un cucchiaio abbondante di panna in un'altra ciotolina, la restante panna montarla con lo zucchero a velo; unire con un cucchiaio di legno, la ricotta precedentemente setacciata o amalgamata bene con una frusta. Strizzare la colla di pesce e metterla nella ciotolina con la panna tenuta da parte. Mettere la ciotolina nel microonde per 10 secondi a potenza media (360W circa), estrarre la ciotolina, mescolare e rimetterla di nuovo per altri 10-15 secondi, finchè la colla di pesce si sia sciolta. In alternativa se non si possiede un microonde si può far scaldare sul gas in un pentolino molto, molto piccolo.


Unire il composto panna/colla di pesce al composto precedente panna montata/ricotta. Amalgamare bene.

Prendere il guscio di pasta frolla ormai intiepidito, delicatamente spostarlo su un piatto da portata. 
Farcire il fondo con la marmellata o composta, distribuire sopra lo strato di marmellata la crema di panna e ricotta e di seguito i frutti di bosco a piacere. 
Preparare la gelatina dolce come descritto sulla confezione delle bustine, lasciare intiepidire e poi distribuirla sulla crostata. Se non piace la gelatina, fa scaldare in un pentolino qualche cucchiaio di confettura di albicocca allungato con poca acqua e lucidare.
Mettere in frigo 3/4 ore almeno poi servire.






Simona

  1. ma che aspetto meraviglioso, proprio da primo giorno di primavera. baci

    RispondiElimina
  2. Questa crostata é fantastica davvero deliziosa e bellissima! Dopo aver letto il tuo post la prima cosa che ho fatto é chiedere a mio marito di piantare un arbusto di more o di lamponi nel giardino! ! Hai troppa ragione

    RispondiElimina
  3. Che cosa meravigliosa vedono i miei occhi!! E poi, i tuoi frutti di bosco.. non c'è nulla di meglio di prodotti genuini e casalinghi!

    RispondiElimina
  4. ehehehe grazie ragazze! P.s Ilenia, le more io le raccolgo tra i rovi, quelle selvatiche, certo...non è come rotolarsi nella seta ma insomma con un po' d'attenzione..

    RispondiElimina
  5. Buona e originale questa crostata!!!!

    RispondiElimina
  6. Potrei avere una fetta della tua deliziosa crostata? Complimenti per il blog è tutto stuzzicante :)
    A presto
    Antonella

    RispondiElimina
  7. che meraviglia questa ricetta... e che meraviglia deve essere il tuo orto insieme al tuo giardino! ok mi auto invito da te! :P :D
    un bacioneoneone!

    RispondiElimina
  8. Golosissima!!! Sei davvero fortunata ad avere le piantine di frutti di bosco in casa, io per averli li ho dovuti comprare quando ero al nord e scenderli in Sicilia figurati!
    bacioni

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!