Lettori fissi

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine
Powered by Calendar Labs

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Al Km 0! la pagina fb

Al Km 0! la pagina fb
La nostra rubrica di ricette del territorio. Clicca sull'immagine

Il Granaio! La pagina fb

Il Granaio! La pagina fb
La nostra rubrica di lievitati clicca sull'immagine

Condividi

Commenti Recenti

Post Casuali

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Privacy policy cookie GDPR 679/2016

Privacy policy cookie GDPR 679/2016
clicca sul barattolo

Welcome!

Welcome!
mercoledì 13 dicembre 2017

Un anno fa ho vinto lo scorso contest cucinando delle buonissime e leggerissime mini cheesecake salate di pura capra con pistacchio di Bronte, portando a casa tanta soddisfazione e una fornitura di prodotti dell'azienda Aroma Sicilia, prodotti d'eccellenza Italiana, oggi ho l'ardire di cercare di bissare quel risultato (in palio, oltre a prodotti magnifici come il #pistacchiodibronteDOP in granella, la #cremaepestodipistacchioDOP, a Natale l'azienda Aroma Sicilia sforna anche un golossimo e superbo panettone al pistacchio! Come non partecipare di nuovo dunque? Insomma.. lo so che è improbabile poter vincere due volte di seguito, ma come si suol dire "ci provo" e poi è comunque un grandissimo piacere, a prescindere dal contest, parlare di questa seria azienda e condividere i loro prodotti.

Ho cercato di rendere giustizia alla loro crema di pistacchio di Bronte DOP che è un prodotto di altissima qualità, il difficile è aprire il vasetto e fermarsi, ad un certo punto. Io l'ho aperto e usato per spalmare e farcire una soffice pasta brioche. Fate colazione con me?
La ricetta originale, anglosassone nata dalla falsa riga dei cinnamons rolls, prevede una pasta brioches con uova, molto burro e moltissimo zucchero (oltre a cannella). Io non amo i dolci stucchevoli e tanto meno gli impasti dolcissimi, preferisco un sapore più neutro e magari ingolosirlo con creme, quindi per non appesantire il panbrioche, ho omesso le uova ed ho inserito invece lo yogurt-
Ho voluto dare questa forma al mio panbrioches, perchè l'ho trovata davvero molto bella, d'effetto e non di difficile esecuzione (avendo già un po' di  manualità con i lievitati) ma in realtà l'impasto è completamente diverso, non ho usato uova (se non albume per la ghiaccia), ho usato latte, acqua, un invitante yogurt, poco burro e zucchero di canna scuro. Impasto sofficissimo e light... ma... farcito bene di crema di pistacchi! Golosissima crema spalmabile che, all'altra più famosa, fa un vero e sontuoso baffo. Diciamolo :-)

Cosa serve per uno stampo da cm. 27x10 (ma va bene anche un po' più grande) peso totale impasto g. 775

5 g. lievito di birra fresco (NON serve di più! di più serve solo a gonfiare la pancia e conferire retrogusto fastidioso)
150 g. farina manitoba W340 macinata a pietra (io piemontese)
250 g. farina 00 W260 macinata a pietra (io piemontese)
60 g. zucchero di canna scuro
40 g. burro a pomata
1 cucchiaino malto d'orzo liquido bio
1/2 cucchiaino sale fino marino integrale
50 g. latte
120 g. acqua
125 g. yogurt alla stracciatella
ghiaccia alle mandorle q.b. (circa 3-4 cucchiaini) (quella che avanza, metterla in un piccolo  contenitore in freezer ed utilizzarla per altre brioches)
120-130 g. crema spalmabile al pistacchio di Bronte DOP Aroma Sicilia

Per la ghiaccia alle mandorle serve:

1 albume scarso
5 g. armelline (6-7 di numero)
10 g. mandorle pelate dolci
40 g. zucchero semolato
5 g. maizena

La ghiaccia occorre farla in giorno precedente e conservarla in frigorifero fino al momento dell'uso. (o farla almeno qualche ora prima, ad esempio prima di iniziare ad impastare): in un tritatutto ridurre in polvere gli ingredienti secchi. Mescolarli con una forchettina all'albume, senza montare, coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo.


Setacciare le due farine e mescolarle bene. In una ciotolina scaldare pochi secondi il latte in microonde e sciogliere il lievito. Unire 50 g. di farina setacciata prelevata dai 400 g. della ricetta. Unire il malto. Mescolare con una forchettina per formare una pastella, coprire con pellicola alimentare e fare riposare in luogo caldo per 45 minuti.


Nella ciotola della planetaria (si può fare tranquillamente anche a mano) inserire lo yogurt con l'acqua, iniziare a mescolare con il gancio a foglia (o  con una forchetta se si fa a mano), unire il lievitino, continuare ad amalgamare, unire di seguito la farina alternata allo zucchero, poi poco alla volta il burro precedentemente mescolato al sale.


Quando si sarà formato un impasto incordato, trasferirlo sulla spianatoia e dare due o tre pieghe, poi metterlo a lievitare in una ciotola coperta da pellicola alimentare, fino al raddoppio. Pesare l'impasto per regolarsi su quale stampo usare. Con questi ingredienti ho ottenuto un impasto (al netto della crema) di g. 775 ed ho usato uno stampo da plumcake di dimensioni cm. 27x10 (ma la prossima volta ne uso uno più grande)



I tempi variano rispetto alla temperatura ambientale. In ogni caso per dare un'idea, ci vorranno 6-7 ore in tutto da inizio ricetta a quando si sforna. (se è estate anche meno)


Quando la pasta è lievitata, rovesciarla delicatamente sul piano da lavoro, impastare leggermente per sgonfiarla e stenderla col mattarello per ricavare un rettangolo sul quale spalmare la crema ai pistacchi Dop

Con una raschia (io evito queste operazioni usando coltelli o rotelle per la pizza perchè rigano il tappetino in silicone, mi trovo benissimo ad usare il tarocco o la raschia in acciaio) ricavare quattro strisce di pasta abbastanza regolari (ma non devono essere perfette prese col righello, il bello di questo tipo di panbrioche è proprio l'irregolarità e il movimento della forma (guardare la foto). Poi tagliare ancora 3 quadrati per striscia (quindi 12 in totale) e sovrapporli inserendoli nello stampo ben imburrato.



Coprire con pellicola alimentare e con un canovaccio e mettere a lievitare fino a quando la pasta arriva quasi al bordo dello stampo, a quel punto fare colare la ghiaccia sul panbrioche e metterlo in frigo.

Dopo 10 minuti preriscaldare il forno statico a 190°
Quando è arrivato a temperatura infornare e fare cuocere per circa 30 minuti coprendo la sommità con carta di alluminio dopo 20 minuti. (essere rapidi) controllare facendo la prova stecchino in un punto in cui non vi sia la crema. Fare raffreddare e gustare in tutta la sua bontà questo sofficissimo e golosissimo panbrioche.




Se replichi la mia versione, per piacere, inserisci nel tuo post il link al mio sito, grazie!

13 commenti:

  1. Cara Simona, credo che avrai avuto tanto da fare per riuscire a fare questo buonissimo dolce, il profumo so sento fino qui nell'aria, virtualmente.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Vengo io a fare colazione :)
    Mammamia che bontà!!!
    Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le amiche servono anche a dividere le calorie, vieni - vieni :-) che senno me lo mangio tutto (ahimè)

      Elimina
  3. Che dire... golosissimo, fantastico, strepitoso, da leccarsi i baffi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero lo consiglio è irresistibile con quella cremina..gnam!

      Elimina
  4. Simo ma che spettacoloooooo :-P peccato non poter fare anche l'assaggio :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)))) guarda lo avrei sbranato tutto in un sol colpo!

      Elimina
  5. Magnifica idea molto ricca come ricetta sempre più brava in cucina

    RispondiElimina
  6. Ma che golosità questo dolce! Sei bravissima con i lievitati, un caro saluto.

    RispondiElimina
  7. Posso dire un mega galattico WOW! Quanto vorrei assaggiarlo ma credo dovrà provare a farlo o che dici, faccio un salto da te? E' avanzato qualche cosa???

    RispondiElimina
  8. Sembra una ricetta molto gustosa e solo a guardare la foto viene l'acquolina in bocca :)

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio, semifreddi, gelati

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...