Gnocchi di zucca castagnita con ragù di carne

Ho usato una zucca difficile da reperire anche da noi pur essendo una qualità piemontese, si chiama castagnita, va da se che il sapore e la consistenza di questo meraviglioso ortaggio si capisca già dal nome, è simile alla delica e mantovana anche se è un po' più piccola, questa qualità piemontese ricorda ancora di più il gusto della castagna, ha polpa arancione/mattone ed è molto soda, asciutta e farinosa perfetta per fare gnocchi e ripieni di pasta fresca, si coltiva nel territorio del Monferrato (province Asti e Alessandria); naturalmente voi potete sostituirla con la qualità di cui sopra


Per 550 g. circa di gnocchi (2 persone) serve:
350 g. polpa zucca castagnita già cotta (peso netto dagli scarti)
100 g. polpa patata già lessata e sbucciata (peso netto dagli scarti
80 g. farina 00
20 g. semolino
1 tuorlo
1 pizzico bicarbonato di sodio
sale q.b.
noce moscata q.b.
semolino q.b. per spolverizzare

Per il condimento:
ragù di carne q.b. (io ho fatto la mia solita ricetta)
parmigiano reggiano o grana padano o pecorino romano grattugiato q.b.

(n.b. la quantità di farina e semolino occorrenti dipendono dalla farinosità sia della zucca che della patata, in ogni caso non bisogna eccedere altrimenti si otterrà un composto colloso ed indigesto)

zucca castagnita del Monferrato

Preparare il ragù di carne o salsiccia che si preferisce e tenere da parte
Tagliare la zucca castagnita a metà, lavarla, eliminare semi e filamenti e adagiarla sulla leccarda con carta da forno, coprirla con la stagnola, avvolgendola e cuocerla in forno a 180° fin quando, i rebbi della forchetta penetrano perfettamente nella polpa che deve risultare tenerissima (un'oretta circa), lasciare poi che la zucca intiepidisca un pochino per non scottarsi e prelevare tutta la polpa eliminando la buccia. Nel frattempo fare lessare la patata con la buccia in acqua salata.
Schiacciare subito insieme la patata con la zucca cotta  usando lo schiacciapatate, fare scendere la purea dentro ad una ciotola per pesare la quantità desiderata (se risulta superiore o inferiore a quella che ho usato io, regolarsi calcolando le proporzioni degli altri ingredienti soprattutto la farina, leggi la premessa), riversare poi la polpa schiacciata sul piano da lavoro su quale si sarà già disposta una parte delle farine, salare, unire la noce moscata, il pizzico di bicarbonato e l'albume quando la polpa è ancora tiepida, unire il resto delle farine e amalgamare con l'aiuto di un tarocco infarinato con farina di riso o semola (NON impastare! il composto è appiccicoso e si tenderebbe ad unire farina ad oltranza), coprire a campana con una grande ciotola e lasciare riposare una quindicina di minuti.
 

L'impasto a questo punto sarà freddo e un po' più facile da gestire ma sarà comunque non semplicissimo
Formare quindi i soliti rotolini (sempre non impastando a lungo, anzi manipolare il meno possibile), aiutarsi sempre col tarocco, e tagliare i tocchetti per ottenere gli gnocchi, passarli poi al riga-gnocchi o all'interno di una forchetta o lasciarli così come sono.
Prelevare gli gnocchi sempre col tarocco infarinato e disporli ben distanziati su un vassoio (naturalmente sempre infarinato con semolino o farina di riso).


Lessare gli gnocchi in acqua salata avendo cura di "buttarli" nell'acqua quando inizia il bollore, appena vengono a galla prelevarli con un mestolo ragno o schiumarola e servirli direttamente nei piatti dei commensali conditi con il ragù di carne caldo e formaggio grattugiato a parte.
Simona

  1. E io mi ci tuffo a capofitto ^_^

    RispondiElimina
  2. Un gran piatto di gnocchi, adatto in questo periodo di primi freddi

    RispondiElimina
  3. quante belle idee Simona, sei fantastica! adoro questi gnocchi e l'abbinamento con il tuo ragù li rende sublimi

    RispondiElimina

La moderazione è attiva. Commenti anonimi e privi d'identità, con pubblicità e link commerciali non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!