Panini mignon con semi di chia e di lino

Generalmente per appetizer vari da buffet si usa preparare panini semidolci, adatti da farcire sia con salumi e formaggi che con creme dolci o confetture, arricchiti con zucchero, burro e uova.
Oggi invece ho deciso di preparare piccolissimi panini salati, un impasto per pane classico, molto più leggero e salutare, arricchito si ma con semi di chia e di lino, ho usato il mio fido lievito madre e un trittico di ottime farine. Li ho fatti piccolissimi, da 25-30 g.caduno, un perfetto finger food, un boccone e via. Ho fatto la foto dei panini in fase di formatura accostando un tappo da bottiglia, per far vedere quanto sono piccoli :-) Il pane piccolo è molto più semplice da fare se si usa il lievito di birra, anche se io ho voluto usare il mio lievito madre, tenerne conto se lo preferite ed accorciate i tempi di lievitazione


Cosa serve:
100 g. farina di grano saraceno
200 g. farina tipo 1 bio
200 g. farina di semola rimacinata
100 g. lievito madre rinfrescato e al raddoppio (oppure 4 g. lievito di birra fresco)
12 g. sale fino marino integrale
380 g. acqua a t.a.
1 cucchiaino malto d'orzo bio in polvere
1 cucchiaio semi di lino 
1 cucchiaio semi di chia 
latte q.b. per spennellare

(orari indicativi: quelli che ho usato io)

Ore 13,30 tirare fuori dal frigo il lievito per acclimatarlo, (dopo una mezz'ora spesso faccio il bagnetto al lievito lasciandolo in ammollo in acqua leggermente tiepida con un pizzico di zucchero se ha un odore un po' acido, poi lo strizzo e proseguo) ore 14,30 rinfrescare il lievito, tenerne da parte 100 g. e l'altro (dopo aver fatto partire la lievitazione, quindi dopo 2 o 3 ore) metterlo in frigo per le panificazioni successive. 
Se si usa il lievito di birra, preparare un lievitino con 100 g. di farina tipo 1 (prelevata dagli ingredienti elencati) con 100 g. d'acqua e il lievito, fare una pastella, coprire con pellicola e lasciare riposare un'oretta prima di impastare. 
Nel frattempo preparare l'autolisi mettendo nella ciotola le farine e irrorandole con 320 g. d'acqua. Dare una mescolata sommaria e veloce, coprire con pellicola/canovaccio e lasciare riposare il tempo che il lievito sarà pronto.

Ore 18/18,30 mettere nella ciotola della planetaria il malto e il lievito a pezzi, inziare ad impastare, unire la restante acqua pochissima alla volta, lasciando incordare ogni volta, in ultimo aggiungere anche i semi ed il sale. Impastare fino a quando l'impasto risulta liscio, resterà morbido e appiccicoso, è normale quando si impasta un pane ad alta idratazione. E' giusto così.
Spegnere, ungersi le mani prelevare l'impasto e metterlo in una capiente ciotola leggermente oliata; coprire con pellicola e canovaccio (io poi lo tengo fermo con un grande elastico in modo che non passi aria, l'impasto non deve assolutamente seccare) e lasciare la ciotola a t.a. per 3 ore, poi trasferirla in frigo a fare maturare l'impasto per 10-14 ore, a seconda dei propri impegni (quindi fino alla mattina successiva e se seguono gli orari che ho usato io).





Quando sono lievitati spennellarli delicatamente con il latte, intanto preriscaldare il forno statico a 220°. 
Spruzzare le pareti del forno con abbondante acqua e cuocere i panini per 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 190° e cuocere ancora per 15 minuti circa. Controllare ogni forno è diverso. Devono essere cotti ma non perderli di vista, se cuociono troppo poi risultano secchi.
Sfornare e lasciare i panini a raffreddare sulla gratella. Una volta freddi si possono congelare per utilizzarli al bisogno, sarà sufficiente lasciarli scongelare a temperatura ambiente per una mezz'ora.
Una valida e salutare alternativa all'impasto calorico dei panini semidolci o dolci.


Il nostro paniere completo ha sfornato:

Sabrina: Panini arabi
                                    Seguiteci anche sulla nostra pagina su facebook cliccando qui

                                                           @ilgranaiofoodblogger 

Simona

  1. Mi piacciono le farine che hai utilizzato.. e adoro il pane con i semi quindi!!!! Baciotti

    RispondiElimina
  2. Dei piccoli bocconcini super profumati e gustosi...che bontà farciti con qualche fettina di salame!! Mi piacciono tanto...qui sparirebbero in un attimo!!!

    Un abbraccio grande
    moni

    RispondiElimina
  3. Veramente piccolissimi Simo, ma funzionano come le ciliegie e non ci si ferma più :)
    del resto sono squisiti! Bacione

    RispondiElimina
  4. Troppo carini così piccoli!!!
    Sono proprio adatti per un aperitivo, bravissima come sempre cara Simona ^_^

    RispondiElimina
  5. Veramente deliziosi questi piccoli panini, meno male che con il lievito madre dovevano venir male! Certo, è pur vero che quando c'è la mano della maestra...

    RispondiElimina
  6. Sono favolosi Simo!!! Non amo molto i classici paninetti da buffet, semidolci, e trovo questi un'ottima soluzione per i miei gusti!
    Prendo nota di tutto e voglio provare a farli.
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  7. Sono perfetti questi piccoli panini! Tra il mix di farine e i semini che hai usato devono avere un sapore e un profumo fantastico!!!

    RispondiElimina
  8. Adoro il pane con i semi e così piccoli sono una tentazione ;)
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Molto buoni vengo da te .... buona fine settimana.

    RispondiElimina
  10. Con questo mix di farine e tutti quei semini devono essere delle piccole godurie!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. Semi di chia e di lino insieme un ottimo idea per variare le preparazioni dei panini

    RispondiElimina

La moderazione è attiva. Commenti anonimi e privi d'identità, con pubblicità e link commerciali non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!