Risotto alle fragole, timo e maggiorana

Per la rubrica al Km 0 oggi prepariamo piatti in cui il riso sia il principale ingrediente, io ci vado a nozze :-) la nostra pianura padana è produttrice di questo fantastico cereale; ne abbiamo specie e qualità davvero sublimi e autoctone, io ho fatto un risotto e la qualità che preferisco è il conosciutissimo carnaroli; va detto che purtroppo, spesso, si legge carnaroli sulle confezioni, ma in realtà è "tagliato" con qualità meno pregiate, il mio è stato acquistato (una gran scorta) direttamente dal produttore, per cui vado sul sicuro, è considerato il re dei risi, mantiene bene la cottura, ha la caratteristiche di conservare la compattezza e la prerogativa di amalgamarsi con altri ingredienti, esiste sia integrale (per altre preparazioni), che bianco, perfetto per i risotti, appunto.

Per quanto riguarda l'abbinamento, ho sempre guardato con sospetto il risotto alla fragola, pur amando tantissimo le pietanze salate accompagnate da frutta (basta dare un'occhiata alle mie ricette, uso spessissimo la frutta con carne, pesce, formaggi e insalate, insomma con tutto :-).
Nelle ricette che ho letto in rete si usa spesso il soffritto, o acidificare molto, io non sono d'accordo, la fragola seppur zuccherina, come tutta la frutta, ha la sua percentuale di acidità, basta e avanza aggiungere la cipolla e farla stufare per renderla dolce ed è sufficiente l'aggiunta del vino, per i miei gusti più per aromatizzare che per sgrassare dato che la parte grassa è minima; ho poi aggiunto anche aromi che coltivo sul mio terrazzo. Non ho usato burro (secondo me avrebbe coperto il sapore delicato delle fragole), ma olio evo delicato, non ho usato altri formaggi invasivi, ma solo un po' di parmigiano 36 mesi. Molto-molto buono! 



Cosa serve per DUE persone:
160 g. riso carnaroli piemontese
150 g. fragole + una per guarnire i piatti
poca cipolla rossa
olio evo q.b.
brodo vegetale q.b.
1/4 bicchiere vino bianco (per me arneis)
1 rametto timo
1 rametto maggiorana
parmigiano grattugiato q.b.
sale blu q.b. (se non disponibile usare sale normale)


Lavare le fragole e tagliarle a cubettini, metterle in una ciotolina in ammollo nel vino bianco e negli aromi lasciarle 15 minuti.


In un tegame antiaderente scaldare un filino d'olio evo, tostare il riso a fiamma bassa mescolandolo continuamente, unire le fragole macerate e vino, lasciare evaporare e iniziare ad aggiungere la cipolla tagliata finemente e di seguito il brodo bollente, poco alla volta, come di consueto, mescolando molto spesso. Portare a cottura, calcolare 16-18 minuti in tutto compresa la tostatura.
Spegnere, mantecare con un filo d'olio evo e parmigiano, attenere un paio di minuti e servire guarnendo i piatti con la fragola tenuta da parte ed affettata.


Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook cliccando QUI

Simona

  1. E' una vita che non lo faccio! Mi piace l'aggiunta del timo.. Baci e buona giornata :-*

    RispondiElimina
  2. E' tanto che non lo faccio, ma piace tanto. Non mi resta che mangiare con gli occhi un pò del tuo, i miei non amano tutti abbinamento frutta con il salato, anche se quando posso qualche piattino lo preparo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d’accordo anche io sono molto abbinate la frutta col salato 🙂 baci

      Elimina
  3. Il risotto alle fragole è stato il primo risotto che ho cucinato con la frutta. Da allora nei risotti ho messo tutta la frutta possibile a volte con splendidi risultati a volte meno, comunque questo è proprio golosissimo. Bacione grande a presto :)

    RispondiElimina
  4. Cara Simona, un risotto come questo non rinuncerei per nulla altro, deve essere buono e saporito.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Buono risotto ottimo già mangiato alle fragole con polvere di caffè. Ottima questa io sono risottara. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che idea figa! Devo provare, grazie della dritta buona serata Edvige

      Elimina
  6. Ho sempre pensato di prepararlo e non l'ho mai fatto..con timo e maggiorana deve essere davvero squisito! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Esatto Simo, a volte in commercio ci sono dei falsi, bisognerebbe far attenzione a ciò che si acquista e saper riconoscere le differenze.
    Mi piace moltissimo questo risotto sai, lo trovo così particolare e sfizioso!!

    RispondiElimina
  8. Donna fortunata a poter acquistare direttamente dal produttore...però è incredibile quanta gente provi a fregarci, queste cose mi fanno davvero arrabbiare, ma purtroppo è così, i "furbi" esisteranno sempre...
    Ottimo questo risotto, davvero intrigante!!!

    Un abbraccio Simo
    Moni

    RispondiElimina
  9. Interesante combinación la de tu risotto :-)))
    Adoro la hierbas aromáticas.
    1 saludito

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!