Puntarelle alla romana

Sono sempre stata curiosa d'assaggiare questa verdura, pur sapendo fosse cugina di 1° grado con la catalogna (ortaggio che da noi in piemonte si coltiva su larga scala), nel nostro territorio la vedo di rado, nei supermercati mai, solo di tanto in tanto al mercato e dall'aspetto mi è quasi sempre sembrata vecchiotta (idem stesso discorso vale per la cicoria da cuocere) fino all'altro giorno, quindi ne ho comprato un cespo, ho iniziato a pulirla e a sfoltire le foglie esterne che ho trattato esattamente come la catalogna e quindi l'ho fatta bollire e poi l'ho condita semplicemente con olio a crudo, devo dire abbastanza amarognola, forse un po' più tenera rispetto alla catalogna. Poi arrivata al cuore ho chiamato la mia cara amica Sabrina che è romana ed è una cuoca eccellente, per farmi spiegare come prepararla, avevo visto più volte in rete consumarla cruda ed era quello che volevo, così lei mi ha consigliato di spuntarle, togliere il torsolo centrale, tagliarle a listarelle (non so se le ho fatte abbastanza sottili, di più a coltello non ci sono riuscita), di lasciarle a bagno in acqua fredda alcune ore e poi di condirle come segue (lei omette l'aglio, io da brava piemontese invece lo metto :-)) questa ricetta infatti ricorda tantissimo l’insalata di verza alla piemontese vero? 

Cosa serve:
1 cespo di puntarelle freschissime
4-5 filetti di alici di ottima qualità sott'olio (io ho usato alici liguri, di Oneglia, buonissime)
1 spicchio aglio
sale e pepe q.b. (ho usato sale grigio bretone e mix pepe creolo)
olio evo q.b.
poco aceto di vino

Dopo aver trattato questa verdura come scritto nella premessa, metterle in una boule precedentemente strofinata con uno spicchio d'aglio (oppure si può tritarne un pezzetto e mescolare con le puntarelle), condito con sale, pepe, poco aceto e un filo d'olio evo;  impiattare e aggiungere le alici.
Servire subito. Semplici, croccanti, dolci, mi sono piaciute.


Simona

  1. Ahhhh che buone io le adoro. Ma non faccio testo, amo anche la cicoria, mi piace il suo gusto amarognolo. Le puntarelle sono così buone, croccanti, fresche. Solo che anche qua sono praticamente introvabili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me piace tanto tutto ciò che è amarognolo, e poi fa bene, giusto? bacioni Ele

      Elimina
  2. Cara Simona, la verdura per me e sempre necessaria per stare bene, e questa credo sia molto buna.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io faccio scorpacciate di verdura, non so come possano alcune persone non mangiarla, mah :-) un abbraccio a te caro

      Elimina
  3. Io le ho sempre mangiate a Roma, ogni volta che ci andavo era l'occasione. Non le ho mai preparate perchè, come dalle tue parti, da noi non arrivano proprio le puntarelle come le vendono a Roma. Non so come le facciano realmente a Roma ma io l'acciuga l'ho sempre sentita e mai vista. Credo la facciano sciogliere nell'olio caldo, fanno raffreddare e poi condiscono le puntarelle. E poi mi pare ci fosse anche l'aceto ... Non so, è una mia idea ma magari sbaglio. Che buone sono Simo? Mi hai fatto venire l'acquolina in bocca! Buona settimana tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci saranno più versioni anche qui, come per tutti i piatti, per questo ho chiesto a Sabri che è romana come farle e ho seguito alla lettera le sue indicazioni (anche se lei non mette l'aglio perchè a suo marito non piace), ho trovato anche la cicoria quella da cuocere una volta, ma ho dimenticato di fotografare la ricetta .... poi non l'ho più trovata, era un banco al mercato però di quelli non fissi sai, quindi vai a sapere quando mi ricapiterà. Buona settimana a te (qui piove di brutto:-) baci

      Elimina
    2. Ciao Terry, noooo!!! 😁😁
      Tutto crudo, niente sciolto nell'olio caldo e poi raffreddato: olio, aglio e acciughe a crudo, tagliate piccole o grandi secondo preferenza personale, ma a crudo.
      Magari avrei provato una rivisitazione personale del locatore a tua insaputa (suppongo), oppure erano battute piccolissime a coltello.
      Ma si sa, come ogni ricetta tradizionale, le sfumature nella preparazione sono infinite, da zona a zona, e le rivisitazioni molte da un ristoratore all'altro.
      Un bacio grande Terry

      Elimina
  4. Da romana l'adoro fatta così! Ma la fatica per pulirla mamma mia! Ammetto di acquistarla già bella pulita e tagliata a listarelle! Un bacio e buona settimana :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, a Roma la vendono già pulita e tagliata??? Che fortuna 🤩 qui no uffa, Si una bella rogna pulirla ...

      Elimina
  5. Bravissima Simo, ottimo lavoro!
    Da noi quando si parla di puntarelle è sottinteso ci si riferisca all'insalata di puntarelle con alici. Si io ometto l'aglio perché in casa c'è chi non apprezza, ma aglio, pepe e una puntina di aceto sono d'obbligo per una ricetta da tradizione!
    Ne ho mangiata di al Km 0 fino all'altro giorno, perché avevo le puntarelle nell'orto (ormai rimpiazzare da altre verdure).
    Allora, ti son piaciute le puntarelle alla romana?
    Un bacione grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di non aver sbagliato 😅, si mi sono piaciute moltissimo! Mi hanno proprio ricordato la nostra verza che ho linkato, anche se il sapore è molto più delicato. La parte esterna l’ho fatta bollire e trattata come la Catalogna. Grazie ancora!

      Elimina
  6. Io le puntarelle le adoro !!! Le mangiamo una volta a settimana: guai se mancano sulla nostra tavola. Le ho scoperte grazie ad un mio amico laziale il quale, buon uomo nonchè pensionato, non me le fa mai mancare. Io le acquisto e poi gliele porto così lui fa tutto il lavoraccio e me le porta pronte per essere mangiate. Lui le mette a bagno anche con il limone perchè toglie parte dell'amaro. Niente aglio perchè non ci gusta. E la parte verde la lessa e poi io la uso per farci una torta salata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!! 😍 che consigli preziosi, metterò il limone La prox volta

      Elimina
  7. Direi proprio Roma nel piatto anzi per essere precisi Campo dei Fiori a Roma

    RispondiElimina
  8. Che bella insalata..papà li mangia spesso e ci passa il tempo a pulirli ha una pazienza!

    RispondiElimina
  9. In my country puntarelle doesn't seem to exist. Maybe it's in a suppermarket, it's just that I don't know well.

    This is a delicious meal because I also like bitter vegetables.

    Greetings from Indonesia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello! Pleased to meet you, thank you for your comment, a greeting from Piedmont 🤗

      Elimina
  10. Sembra strano ma le ho trovate anche a Trapani e le ho preparate come te, con in più le uova sode.....una delizia!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!