Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette
Powered by Calendar Labs

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
lunedì 29 gennaio 2018
Oggi nel nostro team Light & Tasty parliamo di polenta. Da noi in piemonte si cucina spesso e volentieri. Abbiamo molte campi coltivati a mais e abbiamo molte relative fiere e sagre dedicate a questa fantastica farina che usiamo sia per le ricette dolci (famose le nostre paste di meliga) che salate, oggi, appunto parliamo di polenta.
La farina di mais più rinomata e di nicchia da noi è la pignoletto, sia rossa che gialla (in dialetto pignulet) una farina rustica molto saporita, integrale, indicata da fare e servire soprattutto con carni e cacciagione, poi abbiamo la farina di mais bramata, ideale da abbinare anche essa a carni, una su tutte la lepre in salmì, il coniglio al civet e a vari spezzatini e stracotti, al brasato, poi abbiamo la fioretto e ancora più raffinata, la fumetto, indicata in pasticceria. Inoltre abbiamo la farina per polenta taragna, usata per lo più da preparare con formaggi, uno su tutti la gorgonzola.
Oggi io ho voluto preparare la polenta più delicata sia come sapore che come consistenza indicata da servire con il pesce, la farina di mais bianco.
La Polenta tradizionale ha il mais come alimento di base esso contiene carboidrati, in misura leggermente inferiore alla farina di grano, con il vantaggio di essere facilmente digeribile e di dare al corpo un totale senso di sazietà, dopo avere ingerito un buon piatto di Polenta.
La Polenta, a torto, è considerata un piatto molto pesante e ricco di calorie.
In realtà la Polenta ha una quantità di calorie abbastanza limitata, sicuramente inferiore a quella della pasta e ,al contrario della pasta che ha sempre le stesse calorie per 100g, nella Polenta sono abbastanza variabili. 
Infatti le calorie della Polenta dipendono dal grado di idratazione e quindi dalla sua consistenza: una Polenta molto soda ha più calorie di una Polenta piuttosto liquida.
Come riferimento si prendono in considerazione i valori nutrizionali del mais, che sono sempre pari a 350 kcal per 100 g.

Cosa serve per i crostoni di polenta bianca:
140 g. farina di mais bianco
400 g. Acqua (circa)
Sale grosso q.b.
Olio evo per spennellare


Poi serve:
500 g. vongole veraci
1 spicchio aglio
Olio evo q.b.
Pepe macinato q.b.
Prezzemolo tritato q.b.
Un bicchierino da liquore di vino bianco secco


 Per prima cosa fare la polenta: mettere a bollire l'acqua salata (aggiungendo un filino d'olio se si desidera), se non si dispone di paiolo in rame va benissimo una pentola alta, possibilmente non aderente (altrimenti usare una pentola in alluminio ma poi si dovrà lasciare a bagno tutta una notte per fare staccare la polenta sul fondo).
Quando l'acqua freme (quindi un attimo prima che bolla - piccolo trucchetto per far si che non si formino grumi) unire, a pioggia (IMPORTANTE!) la farina di mais bianco, mescolare sempre mette si unisce con una frusta in modo vigoroso (io uso una frusta che non riga le pentole) quando la farina è ben amalgamata e sobbolle, ridurre al minimo il gas e d'ora in poi mescolare con una grande e lungo cucchiaio di legno. Mescolare spessissimo e fare cuocere a fiamma dolcissima per 40 minuti. L’acqua da usare in proporzione alla farina è indicata sulla confezione, non sono tutte uguali, dipende anche all’uso che poi uno ne vuole fare.
Intanto preparare il sautè di vongole veraci: fare spurgare i frutti di mare in acqua fredda e sale strofinandole e cambiando ogni tanto l’acqua fino a quando non siano più visibili tracce di sabbia.
Mettere in una padella un filo d’olio evo e fare insaporire con uno spicchio d’aglio, unire le vongole, sfumare con vino bianco secco e lasciarle aprire, spolverizzare poi con prezzemolo tritato e una macinata di pepe. Eliminare l’aglio alla fine.


Quando la polenta  è cotta, riversarla dentro ad una pirofila unta d’olio, che sia “di misura” per ottenere poi un panetto adatto da tagliare a fette. Coprire con pellicola a contatto e fare rassodare (in luogo fresco/balcone nel mio caso). 




Si può tranquillamente preparare il giorno precedente.
Rivoltare la pirofila con la polenta bianca su un tagliere, fare fette larghe 2 cm. 



Con un coltello seghettato (va bene quello del pane), tagliare bastocini piuttosto spessi di polenta e spennellare con olio evo tutte i lati, quindi fare abbrustolire i crostoni di polenta bianca in una padella antiaderente rovente (non aggiungere altri grassi), fare arrostire ogni parte rigirando la polenta con due spatole, facendo attenzione a non rovinarla.


Servire i crostoni di polenta bianca arrostita con il sautè di vongole veraci in bianco, condite con un filino d’olio evo a crudo.
Ho etichettato questo piatto come primo, in realtà si può servire anche come antipasto e come secondo, a scelta.




Se replichi la ricetta inserisci il link di provenienza al mio sito, grazie!

Seguiteci anche su facebook!

... ed ecco le mie colleghe cosa propongono
Daniela polenta pasticciata light
Elena gnocchi di polenta
Maria Grazia tortini di polenta ripieni di bietola, formaggio e noci
Milena polenta e merluzzo

28 commenti:

  1. Deliziosi quei bastoncini di polenta! Me li preparo con le cozze, perché non vado d'accordissimo con le vongole... Bacioni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissima anche con le cozze! Io amo tutti i frutti di mare gnam 😋

      Elimina
  2. Ma che proposta gustosa. Mi piacciono quei bastoncini, molto molto carini!
    Se li avessi davanti però li finirei subito :)
    Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti ... secondo te che fine hanno fatto? 😂

      Elimina
  3. Non ho mai preparato la polenta con i frutti di mare, trovo l'idea molto originale e invitante! Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova, fidati 😉 buona settimana a te Milena 😘

      Elimina
  4. Cara Simona, polenta s vongole una vera specialità per chi piace!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da buon Veneto sai benissimo di che parlo vero? 😁🤗 buona serata a te caro Tomaso e grazie per il tuo commento

      Elimina
  5. Un abbinamento davvero delicato ed invitante ^_^ Complimenti Simona e felice settimana..spero che tu stia bene <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Delicatissimo, vero 😉 buona settimana a te cara!

      Elimina
  6. Molto buono sopra tutto per la polenta bianca che io adoro a differenza di Trieste che preferisce la gialla. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se in Piemonte la prepariamo un po’ tutta, anche qui va per la maggiore quella classica, gialla. Credo che sia perché la carne si cucina più del pesce e si abbina meglio. Bacioni!!!

      Elimina
  7. Che piatto gustoso, io sono cresciuta con la polenta e ogni tanto la preparo, menomale che l'ho cucinata da poco, altrimenti dovevo mettermi ai fornelli. un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sempre più convinta che noi due abbiamo gli stessi gusti culinari tesoro 😄🤗

      Elimina
  8. wow che eleganza! Un piatto delizioso e come dici tu a tutto pasto! ci sta come antipasto, primo, secondo, piatto unico! Favoloso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena 😀 un bellissimo complimento!

      Elimina
  9. Confesso, non ho mai assaggiato la polenta fatta col mais bianco, ma le vongole mi piacciono e sebbene io non ami molto la polenta, a prescindere, sono sicura che l'abbinamento dev'essere favoloso. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al sud non c’è usanza e cultura di portare a tavola la polenta, ma in fondo è giusto così. Lì ci sono campi favoloso coltivati a grano duro, con relative ricette di pasta secca gustosissima, qui a mais. Ma provare ad assaggiare e aprire il palato verso alimento di altre regioni del nostro paese, io trovo sia sinonimo di “curiosa intelligenza”, infatti ti hai prepararto tortini gustosissimi. 😋 in ogni caso... sgranocchi le tortillas nei pacchetti? Sai tipo le patatine ... ecco. 😉

      Elimina
    2. Scusa per gli errori ... col cellulare scrivere è un pasticcio 😅

      Elimina
  10. Devo dire che la polenta in versione white proprio non l'avevo mai vista e che dire? Mi piace! Poi abbinata con le vongole, credo stia benissimo! Io sono abituata a mangiarla sempre in abbinamento con la carne.

    RispondiElimina
  11. Sai che non vedo la foto del piatto finito? Vedo lo spazio e una piccola x ... ad ogni modo, la polenta rustica l'ho finita l'altro giorno e l'ho mischiata alla nostra che non bastava per tutti. Devi vedere anche i bambini come se la sono mangiata! La mia preferita è proprio la polenta bianca, la trovo più delicata e forse più digeribile, non so. Ottimo suggerimento il tuo, con le vongole deve essere buonissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente!? 😳 cavoli
      Come mai? Devo chiedere alle altre ragazze se lo vedono correttamente. Un’immagine manca ma ora non ho il pc da inserirla, ma è un passaggio, quella finale c’è... è incredibile quante farine per polenta abbiamo nelle nostre regioni, credo che si conosca troppo poco. (Sono felice sia piaciuta anche ai bimbi 😘)

      Elimina
  12. Ottimo abbinamento, un total white che mi piacerebbe molto gustare!!!
    Baci

    RispondiElimina
  13. Ecco, io non cucino mai la polenta perchè essendo napoletana a casa mia non si è mai mangiata... eppure mi piace tantissimo! ho amici piemontesi, milanesi e valdostani che me ne regalano pacchi di ogni qualità. Mi sa che inizio con la tua versione semplice con vongole!! (che straamo) prima che mi scade...:) un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooo non farla scadere 😁💪🤗 dai metti l’acqua sul fuoco, oppure fai una bella torta 😋

      Elimina
  14. Amo la polenta, però non ho mai pensato di abbinarla alle vongole. Un'idea originale e sfiziosa da provare. Bacioni e buon weekend.

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...