Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 22 settembre 2017
Oggi al "Km 0" festeggiamo l'arrivo dell'autunno con confortanti e salutari ricette, cosa c'è di più bello che accendere il forno e riscaldare la cucina? Cosa c'è di più bello che invadere la casa con il profumo del pane appena sfornato fatto in casa? 
Portarlo in tavola, annusarlo e gustarlo! :-) 

Cosa serve:

80 g. lievito madre già rinfrescato
250 g. farina bio tipo 1 macinata a pietra W280 (per me farina locale di un molino vicino casa mia)
130 g. acqua a temperatura ambiente
1 cucchiaino raso di sale fino marino integrale
1 cucchiaino di malto d'orzo bio in polvere
1 cucchiaio olio evo grezzo

N.B. Non ho provato a fare questo pane con lievito di birra per cui do indicazioni ipotetiche sulla base della mia esperienza. Se non si possiede lievito madre, credo si possa optare per utilizzare 2-3 g. di lievito compresso fresco
L'acqua potrebbe variare, dipende dalla farina che si usa. Si deve ottenere un impasto morbido ma maneggevole e non appiccicoso.
(orari indicativi: quelli che ho usato io)

Ore 10,00

Rinfrescare il lievito madre e prelevarne l'occorrente indicato nella ricetta, metterlo in una ciotolina, coprirlo con pellicola e tenerlo a temperatura ambiente,  l'altro metterlo in frigo per la successiva panificazione (in un barattolo a chiusura ermetica)

Ore 17,00

 Nella ciotola della planetaria (o ciotola capiente se si impasta a mano) mettere l'acqua e la farina, mescolare con una forchetta o fare dare qualche giro con il gancio ad uncino se si impasta con planetaria, poi coprire con un canovaccio e lasciare riposare 20-30 minuti. Unire il lievito madre, l'olio evo, il malto d'orzo ed azionare la macchina lentamente, velocità 1 per 5 minuti, unire il sale ed aumentare a velocità 2 fino a quando si stacca dalle pareti, se si impasta a mano, fino a quando l'impasto non è più appiccicoso.

Mettere l'impasto in una capiente ciotola leggermente oliata e coprirla con pellicola e con un canovaccio pulito.  Eventualmente anche con una copertina se si panifica nella stagione fredda.
Lasciare lievitare in modo naturale a temperatura ambiente (18°- 20°) fino alla mattina successiva, dunque per
14-16 ore.
--------------

Messo a lievitare


Ore 8,30

Prendere l'impasto ben lievitato, riversarlo molto delicatamente sul piano da lavoro leggermente infarinato (l'impasto non sarà comunque appiccicoso, sarà soffice e vellutato) e iniziare a fare le solite pieghe di cui parlo spesso.
Quindi farle per tre volte.

Ogni volta lasciare "puntare", cioè riposare coperto da un panno, sul piano per 20 minuti.

Quindi:

1) piega > coprire e attendere 20 minuti
2) piega > coprire e attendere 20 minuti
3) piega > coprire e attendere 20 minuti

Riprendere l'impasto. Pesarlo.
Se si usa lievito madre sarà sui 460 grammi.


Porzionare ottenendo 6 pezzature.
Devono essere possibilmente uguali, formare dei filoncini-salsicciotti lunghi (guardare foto), attaccarli alla sommità e poi iniziare ad intrecciare.


Per ottenere una treccia doppia, partire da quelli esterni ed intrecciarli passando sopra gli altri, poi ripartire ad intrecciare sempre accavallando il salsicciotto esterno su quello interno.









Adagiare la doppia treccia di pane sulla leccarda rivestita da carta da forno.
Coprire con canovaccio pulito ed asciutto. Se la temperatura è sotto i 20° coprire anche con una copertina leggera (di peso, ma calda) per 2 ore o comunque fino al raddoppio. (se si usa lievito di birra compresso sicuramente occorrerà meno tempo).
Preriscaldare il forno a 220° statico con un pentolino d'acqua sul fondo.


Intanto spennellare la treccia con poco latte. Non tanto per lucidare la treccia, non si tratta di un panbrioche ma di un normalissimo pane, anzi.. pane di farina tipo 1 quindi leggermente più rustico rispetto ad un pane bianchissimo, quanto servirà a far sì che il pane non si crepi in cottura, che risulti croccante ma liscio.
Infornare per 10 minuti. Ripiano non centrale bensì la misura sottostante.

Serpentina sia sotto che sopra. Poi togliere il pentolino d'acqua ed abbassare la temperatura a 200°. Continuare la cottura ancora per 20-25 minuti, dipende dal forno, il pane deve essere ben cotto.
Abbassare la temperatura a 150° aprire il forno per 5 minuti. Poi spegnere, sfornare il pane e mettere la treccia a raffreddare su una gratella.


Bella da vedere, buona da mangiare; cambia un po' dal solito filone o la solita baguette. Comoda da tagliare a fette e porzionare anche per essere congelata, si tira fuori dal freezer, si scongela in poco tempo si porta in tavola pane fresco.





Se replichi la mia ricetta, per cortesia inserisci il link di riferimento e crediti al mio sito, Grazie!


Merenda ospite Francesca una merenda autunnale

Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook cliccando QUI





27 commenti:

  1. Che bella questa treccia di pane!
    Ultimamente mi sto interessando molto ai lievitati e all'utilizzo del lievito madre.
    Purtroppo con il lievito madre sono un disastro, forse non mi predo abbastanza cura della mia "creatura" perchè mi muore sempre!!! :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non demordere Francesca... è normale è fisiologico all'inizio 💪

      Elimina
  2. WOW!!! questo pane è fantastico, complimenti! ^_^

    RispondiElimina
  3. Bravissima Simo! Quando ci vedremo allora coniglio!!!! Un bacione anzi tanti bacioni :)

    RispondiElimina
  4. Splendida questa treccia, complimenti , sei proprio bravissima, baci!

    RispondiElimina
  5. Deve essere buonissimo e splendida anche la forma ^_^
    Buon we Simo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fetta giusta per la mia dose quotidiana di carboidrati 😚

      Elimina
  6. Ma che meraviglia di pane carissima Simona, bravissima !

    RispondiElimina
  7. Caspita che treccia stupenda! Io mi sarei incartata con tutti quegli intrecci :-))
    Bravissima, tra te e la Consu... avete le mani magiche ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Dani! Che stupendi complimenti. Gongolo 😁😘

      Elimina
  8. Simo, ma che meraviglia!!!!😍 Una treccia bellissima e deliziosa!!! Io con il lievito madre non riesco ad andar d'accorto....è più lui però che delude me 😂
    Scherzi a parte, fantastica Simo, complimenti!!!!
    Buon fine settimana 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😁😂😄 ma no dai! Tieni duro prova e riprova... vedrai che vincerai tu. Buon week end a te

      Elimina
  9. Mamma mia quanta pazienza, non posso farla con un Orso che mangia pochissimo pane ed io lo devo dosare, ma complimenti a te.
    Mandi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No che pazienza ... è divertente credimi! 😁 Anche io devo fidare molto, infatti regalo e congelo
      Mandi

      Elimina
  10. Eh brava Simona! Hai ragione la casa profumata di pane appena cotto è il meglio che c'è. La tua treccia è fantastica e profuma di buono.
    un abbraccio, buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Aggiungerei lasagne e torta di mele 😋

      Elimina
  11. Che bel pane Simona! Bella questa treccia, una mollica soffice, una crosta croccante, bella davvero!..fa venir voglia di mettere le mani in pasta❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra cara... felice che ti piaccia 💞

      Elimina
  12. Carissima Simona!Pur non essendo rientrata ufficialmente a pubblicare ricette nel blog ho tuttavia scritto un primo post...ma non ho idea di quando riprenderò...intanto ci tenevo a passare a salutarti:))) e ti faccio tantissimi complimenti per questo pane meraviglioso che hai preparato...come ho avuto modo di scrivere anche in altre occasioni..ho sempre ammirato tantissimo chi panifica soprattutto utilizzando il lievito madre,i cui risultati sono davvero notevoli e superiori...già a partire dal profumo meraviglioso che emana il pane...e il tuo e' sicuramente di un bontà unica!!:)).
    Sei stata inoltre come sempre bravissima nella descrizione di tutte le fasi relative alla sua realizzazione,chissà se prima o poi riuscirò a cimentarmi...grazie mille per la condivisione e ancora i miei migliori e più sinceri complimenti:))).
    Un bacione grande e buona domenica:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro eccoti!!! 😍 Sono felice di leggerti e sapere che stai bene smaaaaack! Grazie per il tuo apprezzamento sempre entusiastico, mi rallegri la giornata 💞

      Elimina
  13. Che brava Simo.. davvero ti ammiro tantissimo! Adesso me la studio ben bene e ci provo, è una meraviglia questa treccia! Un abbraccio forte e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annalisa... sei davvero gentilissima, sono quasi imbarazzata 🙈 Ma felice nel leggere il tuo commento. Grazie mille!

      Elimina
  14. Trovo importante il passo per passo perchè per esempio, personalmente non saprei dove iniziare, c'è bisogno molto di questo on line, brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mile Carmine, sono felice per il tuo apprezzamento perché in effetti è una gran fatica fare tot scatti mentre si cucina (non ho un fotografo - ovviamente - accanto) scaricarli, inserire logo e postarli 😰 Quindi meno male che serve insomma 😘

      Elimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...