Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
mercoledì 18 gennaio 2012
Questa frittura è parte integrante di un piatto tradizionale piemontese: il fritto misto dove troviamo, (oltre al semolino) gli amaretti, le mele, le prugne per la parte dolce. Salsiccia, fegato, cervella, animelle, fettina impanata, carciofi, cavolfiori, finocchi, zucchine per la parte salata. E' un piatto molto-molto ricco, come potete intuire. Un giorno lo posterò.


Ma oggi voglio parlare della parte "dolce" che preferisco: il semolino dolce fritto.


Lo preferisco perchè rievoca, in me, ricordi d'infanzia.


Oggi la frittura è considerata un odore sgradevole e vai di cappa alla massima potenza e vai di finestre spalancate.. ma all'epoca, (beh non ho ottant'anni..ma nemmeno una sposina.. sono tra i 40 ed i 50 ecco) da bimba, era un profumino delizioso.


Era mia nonna, generalmente, che li preparava soprattutto quando ero a letto in convalescenza, a casa da scuola. Magari dopo l'influenza o un brutto mal di gola, la varicella, il morbillo ecc. o anche solo "paturnie"(capricci).
Quel dolcino tiepido, dal sapore delicato ma nutriente, morbido dentro ma croccantino fuori era (ed è tutt'ora anche senza essere malati :-))) una coccola, un toccasana dopo le brodaglie e le minestrine varie. 


Io li preparo spesso, paturniosa o meno :-) A volte li vedo in vendita nei negozi e sono tristissimi.. bianchicci ma mi domando: quante uova mettono - o non mettono? e quanto semolino mettono per litro di latte? li vedi tremolanti, sofferenti... non vorrei tirarmi le ire di chi li compra dalla grande distribuzione e li rivende.. please ma.. fateli in casa! Ci vuole davvero poco!


Cosa serve:


1/2 litro di latte fresco intero
5 cucchiai di zucchero semolato + quello per guarnire
5 cucchiai di semolino 
la buccia grattugiata di 1 limone naturale bio
3 tuorli d'uovo medi (o 2 se sono grandi)
1 uovo intero per impanare
pangrattato q.b.
olio di arachidi per friggere


Fate bollire il latte con la buccia del limone grattugiata e lo zucchero. Mescolate. 
Aggiungete, a pioggia, il semolino, abbassare la fiamma e, sempre mescolando possibilmente con una frusta per evitare grumi, fate raddensare per qualche minuto.



Spegnete il fuoco e aggiungete i tuorli precedentemente leggermente sbattuti.
Mescolare velocemente.
Rovesciare la "polentina" in una pirofilina in pirex e fate raffreddare bene fuori frigo. Poi riporre un paio di ore in frigo.


Rovesciate il composto solidificato su un tagliere e tagliate in senso verticale e poi ricavate dei rombi.

Ora passate i semolini nell'uovo intero sbattuto e nel pangrattato.


Friggere in olio caldo qualche minuto per parte. Scolare su carta assorbente da cucina.
Trasferire i semolini su un piatto da portata o piatti individuali e spolverizzare con zucchero semolato. Servire caldi (ma non ustionanti) o tiepidi. Buoni anche freddi veramente...







40 commenti:

  1. Gnammi, sembrano davvero buoni e.. comunque non troppo dolci, come piacciono a me ;-D

    RispondiElimina
  2. Batù, non lo abbiamo mai mangiato il semolino fritto e ci siamo persi qualcosa! Io ho Luca che impazzisce per i fritti e ogni volta che ha voglia di qualcosa di particolare è sempre di fritti. Abbiamo preparato giorni fa un baccalà fritto che ti manderemo per il tuo Contest, intanto ci segnamo il semolino.
    Hai ragione, ancora non abbiamo decretato i vincitori, lo faremo questa settimana! :-D
    Sabrina&Luca+Alice Ginevra

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia...mai visti e mai sentiti ma leggere te che li descrivi..bè cara hai stuzzicato la mia fantasia e il mio palato....poi il ricordo dolce che li accompagna...li rende ancora più ghiotti e deliziosi....Complimenti!!!
    e in bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
  4. Grazie per questa ricetta gustosissima! Ricordo che anche mia nonna friggeva a go-go. Il suo motto era "Di fritto è buona anche la suola di una scarpa"!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Ho appena comprato il semolino per puro caso. Dici che è un segno del destino? :)

    RispondiElimina
  6. Mmmmmm quanto mi piaccionoooo!! Me ne mandi uno??? :P

    RispondiElimina
  7. ho avuto il piacere di assaggiarlo ed è uno di quei piatti da gustare comodi, anche il solo semolino fritto è una bontà. un bacione

    RispondiElimina
  8. non li conosco! da te imparo un sacco di cose nuove... mi piace cosi'! bacioni

    RispondiElimina
  9. Cara Ombretta.. mi imbarazzi se dici così.
    Dai! provali sono di una semplicità pazzesca, e davvero buoni per piccini con o senza denti, e per grandi (idem come per i piccini)

    RispondiElimina
  10. Che voglia che mi hai fatto venire!!! lo conosco perché da ragazzina avevo amici,uno in particolare ;), a Casale Monferrato...che nostalgia, ma che hai capito? Del semolino....
    Bacioni

    RispondiElimina
  11. è davvero un'ottima idea! complimenti :)

    RispondiElimina
  12. Che buono il fritto siciliano, questi semolini dolci devono essere una favola!!!

    RispondiElimina
  13. In Emilia c'e' la crema fritta, abbastanza simile credo (se mi ricordo bene, l'ultima volta che l'ho mangiata erano secoli fa!)

    Ciao
    A.

    RispondiElimina
  14. siii!!!mi ricordano davvero la mia infanzia!che buoni,li avevo dimenticati!

    RispondiElimina
  15. I piatti che coccolano sono sempre dell'infanzia...mi piace il semolino fritto, sarà croccantosissimo.

    RispondiElimina
  16. Che bella ricetta ,da salvare.....Baciotti

    RispondiElimina
  17. Non ci crederai ma non ho mai preparato questa bella frittura dolce anche se credo di averla assaggiata quelle poche volte che ho mangiato il fritto misto!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Anche a me fa impazzire, brava Batù!!!!!

    RispondiElimina
  19. mai fatti e mai assaggiati...devo provvedere xche' le ricette tradizionali le adoro!!!! bravaaa e buona giornata ^-^

    RispondiElimina
  20. Ci riprovo, chissà se parte...!! ti ho inviato due indicazioni sui rallentamenti... ;-)
    intanto acchiappo due semolini e ci faccio colazione..
    facciamo tre!

    RispondiElimina
  21. quanto mi piacerebbe assaggiarli ne ho sentito molto parlare ma li vorrei anche mangiare complimenti arrivo e ne porto via un po ciao :)

    RispondiElimina
  22. ma no!non mi sono accorta che c'e' la panna fresca ACCADI'!!!!buono a sapersi!io solitamente compro quella spray(per roba dolce)della vialat,perche' quella nel brik trovo solo quella gialla,da cucina!
    la cerco!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. Concordo questo è un comfort food da sballo!!!

    Ps. Me ne mandi un po'?
    Ps2. Non so se hai letto un mio post di richiesta di aiuto di qualche giorno fa, se riesci leggi e vai al link, ci sei anche tu nell'articolo che ho scovato in rete.

    RispondiElimina
  24. Un classico della cucina piemontese!Sempre presente nel fritto misto piemontese!Brava Batù!

    RispondiElimina
  25. Piacere di conoscerti e complimenti...ti conosco con una ricetta tipica e mi fa piacere...mi sono aggiunta tra i tuoi lettori e se vuoi vienimi atrovare....buona cucina e buona vita!!!!

    RispondiElimina
  26. ma lo sai che li avevo rimossi dalla mente!?? mia mamma li preparava! chissa che non piacciano anche ai miei figli! ciao cara

    RispondiElimina
  27. Già quanti ricordi...bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  28. Risposte
    1. buona giornata carissima batù :-) complimenti per tutte le tue ricette !! e in particolare la torta di compleanno !! mmmm buona ...... ancora un carissimo saluto baci baci da virgycalzina

      Elimina
    2. Grazie a tutte per i commenti!!!
      Virgy.. ciao! eccoti qui :-) bisogna rifarla e rimangiarla eh la torta? Magari per il compleanno, il prossimo mese, di Vane. baci a te e grazie!

      Elimina
  29. Bella presentazione!!! La nonna è sempre la nonna. Anche io se dovessi pensare ad una ricetta che mi ha confortata mi viene in mente la mia nonna!
    Un bacione

    RispondiElimina
  30. Come sono buoni, noi a Genova li chiamiamo Latte dolce fritto, io ho la ricetta della mia povera mamma, (più o meno come la tua) che a sua volta le era stata insegnata in collegio dalla cuoca milanese. Io generalmente li cucino a Natale e a Pasqua nel fritto misto alla genovese. Nonostante gli altri secondi il Latte dolce fritto e i carciofi fritti,sono d'obbligo per i miei figli e i miei nipoti che li aspettano con l'acquolina in bocca.
    Complimenti per le tue ricette e per il tuo blog
    ciaoooooo

    RispondiElimina
  31. vado a cercarlo sul tuo blog .. mi è venuta un'acquolina...

    RispondiElimina
  32. Scusa il domanda ma qui nel Molise non lo trovo semolino, posso anche usare semola? Grazie mille, Rosita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosita, ti ho mandato una mail! :-)

      Elimina
  33. Complimenti per il blog, ti " frego " questa ricetta, li farò presto, li mangiavo quando ero piccolo, poi con il tuo permesso pubblicherò la ricetta nel mio blog facendo riferimento a te.Mi unisco ai tuoi lettori .

    RispondiElimina
  34. Complimenti per il blog, ti " frego " questa ricetta, li farò presto, li mangiavo quando ero piccolo, poi con il tuo permesso pubblicherò la ricetta nel mio blog facendo riferimento a te.Mi unisco ai tuoi lettori .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Maurizio, ma certo che puoi, ci mancherebbe :-) passo da te!

      Elimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...