Lettori fissi

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine
Powered by Calendar Labs

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Condividi

Commenti Recenti

Post Casuali

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Privacy policy cookie GDPR 679/2016

Privacy policy cookie GDPR 679/2016
clicca sul barattolo

Welcome!

Welcome!
lunedì 2 gennaio 2012
BUON ANNO!!!

La prima ricetta del 2012 è un piatto molto semplice da preparare ma gustoso, almeno per chi ama la carne ovina.

L'unica cosa un po' delicata è scegliere l'agnello "giusto", ossia quello piccolo e tenero e poi la provenienza. Io preferisco quello sardo.
Spero di fare cosa gradita aggiungendo qualche "dritta" per chi non lo avesse mai cucinato e per chi fosse alle prime armi.
L'agnello è il piccolo della pecora fino all'anno di età, mentre l'agnello da latte ha 5 o 6 settimane. La carne va consumata molto fresca, si trova tutto l'anno ma è bene evitarla nei mesi caldi.
Il capretto è simile e le ricette sono analoghe.

Si cucina: arrosto, in umido, in costolette. Deve essere ben cotto.
Durante la cottura si consuma e si restringe molto, per cui va calcolata una giusta quantità per persona quando lo acquistate, cioè circa 300/350 g. (anche di più per le buone forchette)
Il quarto migliore per arrosto è quello che comprende il cosciotto e la metà fino alle prime costole. Ottima anche la sella.

Le costolettine, molto piccole, vanno tagliate nel carrè. Si cuociono velocemente 3-4 minuti per parte, sono ottime passate nell'uovo, impanate e fritte.
La parte anteriore va bene ad essere cotta in umido.

Cosa serve:

agnellino sardo a pezzi
aglio
olio e.v.o
rosmarino
salvia
timo
maggiorana
vino bianco secco
aceto
carota e sedano

per contorno: patate

Pulire bene i pezzi di carne dall'eccesso di grasso, lavarli e asciugarli.
Metterli in una boule con un carota, sedano e un bicchiere di vino bianco secco, spruzzare con aceto bianco, coprire con pellicola e lasciare (in frigo) a marinare. Ogni tanto girare i pezzi. Lasciare riposare così almeno per 4-5 ore.

Scolate i pezzi di carne dalla marinatura ed asciugateli.
Adagiate la carne in una pirofila con un filo d'olio, due o tre spicchi d'aglio tagliati in due, abbondante rosmarino, salvia, timo, maggiorana.


Infornare a forno già caldo a 180 gradi forno statico per circa 20 minuti.
Sbucciare e lavare le patate, tagliarle e immergerle in acqua fredda per eliminare l'amido, questo passaggio renderà le patate croccanti fuori e morbide dentro.
Salare e girare i pezzi di carne, aggiungere le patate tagliate a quadrotti abbastanza grandi, insaporirle con sale aromatizzato e rimettere la pirofila nel forno per altri 50 minuti circa. A metà cottura salare anche le patate. Girare ogni tanto i pezzi di carne e le patate.


Se comprate agnellone, calcolate un tempo più lungo di marinatura e di cottura per circa 15 minuti.








20 commenti:

  1. Adoro l'agnello e mio marito più di me...questo glielo devo assolutamente preparare!!!

    RispondiElimina
  2. Anche noi lo prepariamo per il nuovo anno..ottima ricetta...Complimenti!!!
    Un bacione e ancora BUON ANNO!!!

    RispondiElimina
  3. semplice ma delizioso, complimenti!!

    RispondiElimina
  4. Anche tu come me hai iniziato con la carne ^_^ In casa mia l'agnello si consuma spesso e in questo modo è molto gustoso, poi con le patate sta divinamente bene. un abbraccio

    RispondiElimina
  5. MMMMMhhhhh che delizia, mi pare di sentirne il profumino!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Odio l'agnello e ci pensa mia mamma a prepararlo :) però emana un odorino quando lo si cucina...

    RispondiElimina
  7. grazie per i consigli e' da un po' che voglio provare a fare l'agnello! bacioni

    RispondiElimina
  8. Mmm che fameee! Mi inviti a cena? :P

    RispondiElimina
  9. E' da parecchio che non cucino agnello, vedendo la foto mi è parso di sentirne il sapore... che voglia che me ne hai fatto venire...
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  10. Tantissimi auguri di Buon Anno!!!
    Grazie per tutte le interessanti informazioni, ottima proposta!!!
    Baci

    RispondiElimina
  11. Delizioso cucinato così, brava Batù e ancora tanti auguri!!!!

    RispondiElimina
  12. Quando le faccio nn bastano mai!!! mio marito ne mangerebbe a vagonate!!!! farebbe comodo un allevamento di agnelli in garage ahahaha ottima ricetta davvero appetitosa ;-)))

    RispondiElimina
  13. Che teglia golosa! Ne mangerei una porzione a pranzo! Buona giornata, Laura

    RispondiElimina
  14. aaaaaah che goduria, quanto mi piace, e pensare che son qui astudiare cosa fare per cena che mi arriva il genero vegetariano, non si può, non si può... ahahaha!

    RispondiElimina
  15. Amo la carne di agnello, mi piace tantissimo e la preparo in diversi modi, il 1° l'ho fatto "arraganato" con le patate ma proverò anche il tuo, è invitante!
    A presto!

    RispondiElimina
  16. Ciao bella Batù! Buon anno!! Spero che abbia trascorso serene festività e che soprattutto stia meglio! Complimenti sempre per le bellissime ricette! Bacioni:))

    RispondiElimina
  17. non ho mai cucinato l'agnello...proverò...grazie per la bellissima ricetta! bravissima!!!!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio, semifreddi, gelati

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...