Ravioli di ricotta e patate con bottarga e pomodorini

Oggi ritorniamo con la rubrica al Km 0 con due bellissime novità, diamo il benvenuto alle new entry nel team, Laura del blog Profumo di Sicilia e Paola del blog Cioccolato amaroPer la prima uscita della nuova stagione abbiamo deciso di dedicare le nostre ricette ai piatti tradizionali rivisitandoli, ed io ho scelto la pasta ripiena fatta in casa, in Piemonte abbiamo una tradizione e cultura vastissime a riguardo, ne ho parlato tante volte, ad esempio quando ho postato gli agnolotti fatti a mano.

Oggi ho voluto preparare un ripieno che assolutamente è insolito da noi, infatti ho usato si la nostra ricotta e le nostre patate di montagna ma poi ho abbinato pomodorini piccadilly e bottarga, due ingredienti agli antipodi rispetto la mia regione, ho ottenuto dei ravioli delicati ma saporiti e leggeri, assolutamente inusuali e squisiti.


Cosa serve per 500 g. di ravioli

per la pasta: (se ne avanzerà un po' e si potranno tagliatelle, papparedelle ecc.)
200 g. farina tipo 2
100 g. semola rimacinata di grano duro
1 uovo grande
30 g. albume (circa 1 - quello che avanza usarlo per sigillare la pasta)
80 g. acqua (se si usa farina diversa occorre valutare la quantità a seconda di quanta ne assorbe)


per la farcia:
180 g. patate a pasta bianca lesse
180 g. ricotta fresca già sgocciolata e setacciata
erbe provenzali q.b. (quelle originali contengono aglio secco, io le ho comprate in Francia, qui non le ho trovate, se non si trovano usare aromi misti + un pizzico d'aglio secco)
1 tuorlo grande + poco albume
2-3 cucchiai parmigiano grattugiato (20-30 g.)
una grattata generosa noce moscata
sale e pepe q.b.

per il condimento:
350 g. pomodorini piccadilly
2 spicchi aglio in camicia
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
30 g. bottarga di muggine a fettine
un paio di ciuffi basilico fresco

Per prima cosa lessare le patate in acqua salata, poi mettere la ricotta a sgocciolare dentro ad un setaccio posizionato sopra ad una ciotola. Intanto fare la pasta: impastare gli ingredienti fino ad ottenere una consistenza omogenea; avvolgere la palla d'impasto nella pellicola o coprirla a campana con una ciotola e lasciarla riposare per 30 minuti. 
Passare patate cotte ed intiepidite insieme alla ricotta nello schiacciapatate, unire tutti gli altri ingredienti ed amalgamare bene con una forchetta o una spatolina. 

Tenere da parte.
Riprendere la pasta e tirarla nella sfogliatrice in modo molto sottile (posizione 7 o 8), infarinare bene uno stampo per ravioli o confezionarli a mano utilizzando un tagliabiscotti idoneo e di misura (ho fatto ravioli piuttosto grandi, adatti a questo tipo di farcia), spennellare i bordi della sfoglia con l'albume avanzato e sbattuto, mettere una dose generosa di farcia facendo alcuni mucchietti a distanza regolare sulla sfoglia, ricoprire poi con un'altra sfoglia, premere per fare aderire e ritagliare ogni singolo raviolo con la rotella dentellata. Passare i ravioli appena fatti nella farina di semola o di riso, posizionarli su una gratella rivestita con carta da forno e proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti.




Intanto che si porta a bollore l'acqua per fare cuocere i ravioli preparare il sugo:
in una casseruola di dimensioni generose, fare insaporire un filo d'olio con due spicchi d'aglio sbucciati e schiacciati (non deve bruciare), aggiungere i pomodorini tagliati a metà o in 4, salare (poco) e pepare, mettere il coperchio e cuocere 10-15 minuti (il tempo della bollitura dell'acqua dei ravioli), se occorre aggiungere un goccio d'acqua di cottura della pasta. Poi eliminare l'aglio, aggiungere il basilico e la bottarga sbriciolata (o lasciata a fettine, a piacere). 



Cuocere i ravioli 2-3 minuti (se si è fatta la sfoglia sottile non servirà un tempo più lungo), scolarli con la schiumarola ed adagiarli nella casseruola con il sugo, rivoltarli con estrema delicatezza nel condimento e servire.

Simona

  1. Buono,buono,da fare sicuramente,grazie bellissima ricetta.ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Simo, ben ritrovata anche con "Al Km 0"!
    Lo sai che ho un debole per la pasta fatta a mano, soprattutto se ripiena?
    È questa tua ricetta mi piace moltissimo!
    Ribadisco ancora una volta: peccato non esser vicine di casa!

    RispondiElimina
  3. Mi ci tuffo dentro a questi ravioli, cara Simo! La bottarga è irresistibile per me :) Bacione

    RispondiElimina
  4. Devono avere un profumo di mare favoloso. Anche io sono per i ripieni delicati, li preferisco nella pasta fatta in casa

    RispondiElimina
  5. Wuauu sento il profumo di questo meraviglioso piatto... A presto

    RispondiElimina
  6. Un ripieno delicato per un intingolo più deciso! Che bella idea!!

    RispondiElimina
  7. Mi piace il ripieno, mi piace il condimento!!!!! bravissima sei con la pasta in casa ripiena.. baci e buona domenica :-*

    RispondiElimina

La moderazione è attiva. Commenti anonimi e privi d'identità, con pubblicità e link commerciali non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!