Crostata alle fragole e crema allo zabaglione leggero

Dilemma: si dice zabaione, zabajone o zabaglione? Ho fatto una ricerca: pare si dica in tutti e tre i modi, pare sia più corretto (derivato dal latino -  e qui aspetto le bacchettate sulle dita da mio figlio se dico cretinate...) dire zabaione. Bene: detto ciò a me piace la terza opzione e me ne infischio altamente del latino (che mi è sempre risultato ostico) :-) 


Cosa serve per la pasta frolla alla vaniglia:

250 g. di farina 00
120 g. burro
120 g. zucchero
1 tuorlo + 1 uovo intero
un pizzico di sale
1 bustina (8 g.) di vaniglia bourbon zuccherata (si trova nei negozi di prodotti bio)

Cosa serve per la crema:

500 ml. latte intero
4 tuorli d'uovo
80 g. zucchero
30 g. farina 00
10 g. marsala secco

Poi servono circa 300 g. di fragole (io ho usato quelle del mio orto)

Preparare la pasta frolla alla vaniglia seguendo il procedimento che ho spiegato qui oppure inserendo nel robot da cucina la farina e il burro freddo a pezzi. Azionare le lame per pochi secondi in modo da ottenere uno sfarinato. 

Unire il pizzico di sale, le uova leggermente sbattute, la vaniglia e lo zucchero. Ri-azionare il robot per un paio di minuti affinchè il composto si amalgami, poi assemblarlo ancora per un attimo con la punta delle dita (avendo tolto la lama 
ovviamente....) formare una palla e avvolgerla con pellicola alimentare. 

Mettere in frigo a riposare almeno mezz'ora.
Intanto fare la crema:
In un casseruolino sbattere i tuorli con lo zucchero finchè diventano spumosi. A parte, scaldare il latte al microonde. Unire al composto delle uova la farina, mescolare vigorosamente e poi unire il marsala.
Aggiungere, a filo, il latte caldo, mescolando continuamente. Mettere sul fuoco (basso) il composto e, sempre mescolando, fare addensare la crema. 
Appena si vede che si sta addensando, diminuire al minimo la fiamma e far cuocere un paio di minuti mescolando vigorosamente.
Spegnere e porre il casseruolino dentro una boule riempita per metà con cubetti di ghiaccio. Questo fa sì che la crema si raffreddi e si solidifichi più in fretta. Mescolare spesso in modo che non si formi la pellicina



Accendere il forno a 180°(statico)
Riprendere dal frigo la pasta frolla, toglierla dalla pellicola, maneggiarla un po' tra le mani per renderla setosa e stenderla col mattarello infarinato leggermente.
Imburrare ed infarinare appena-appena uno stampo per crostata.
Stendere la pasta frolla alla vaniglia e bucherellarla con una forchettina. 
Stendere sopra della carta da forno e cospargere di ceci (o fagioli secchi) cuocere in forno già caldo per 15 minuti. Si chiama (per chi non lo sapesse) cottura in "bianco".



Togliere la teglia dal forno, eliminare la carta da forno e i ceci (conservarli per la prossima cottura in bianco) e rimettere la tortiera in forno per altri 6/7 minuti.



Togliere dal forno, aspettare che il "guscio" di frolla sia freddo (l'ideale è mettere lo stampo in frigo finchè il guscio diventi bello  freddo e compatto e poi tirarlo fuori dal frigo, passare molto velocemente lo stampo sul gas per ammorbidire il fondo e proseguire....)  e poi, delicatamente, sformarlo su un piatto da portata, su un tagliere adeguato, su un'alzatina o dove si vuole.
Lavare le fregole e asciugarle bene. Tagliarle in due o tre fette (dipende da quanto sono grandi le fragole).
Quando tutto è freddo, riempire il guscio con la crema, decorare con le fragole a fette, mettere in frigo almeno un paio di ore e servire.








Simona

  1. BELLISSIMA TORTA TI INSERISCO IN GARA CIAO SABRINA

    RispondiElimina
  2. Semplice ma,.... bella e buona !!! :) Claudia

    RispondiElimina
  3. Simo che delizia questa crostata!!! La crema allo zabaione poi è assolutamente da provare. Grazie mille per aver partecipato al mio giveaway. Ti ho appena inserita...incrociamo le dita e buon week end

    RispondiElimina
  4. Buonissima e golosa questa tua crostata! Tienimene una fettina che arrivooo!
    Grazie cara e buon sabato
    ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina
  5. mmmmmmmmmmhh una bontà unica... beato tuo figlio che se la può pappare, altro che latino! ;D
    un bacione!!

    RispondiElimina
  6. ahaha alla faccia del latino!!! fai bene!! io ho sempre detto zabaione sai l'altra parola "strana"? liquirizia alcuni dicono liquerizia :D chissà perché comunque buona la tua torta e tanto!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!