Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 30 dicembre 2016
Da noi in Piemonte per le Feste dell'Epifania si prepara la "fugassa  d'la Befana" (focaccia dolce) che non ho mai preparato, ma che ho mangiato molte volte, presumo tenterò il prossimo anno ormai, vorrei reperire la versione originale - per quanto sia possibile - perchè trattasi di quelle ricette segrete di cui i pasticcieri o, come in questo caso, panettieri,  sono gelosi e condividono malvolentieri; dunque se riuscirò a scucire di bocca qualche dritta... proverò a prepararla.
Intanto, oggi, offro un'altra idea: un lievitato prendendo spunto da un altro dolce di stampo internazionale (e non solo Italiano o regionale) per festeggiare il 6 gennaio, ma completamente ed integralmente rielaborato dalla mia fantasia: in primis per l'utilizzo del lievito madre (di solito si usa il lievito compresso) e poi per l'utilizzo (anche) di farina di farro e segale, di miele e fruttosio e, in ultimo, di noci in sostituzione parziale di una considerevole quantità di frutta mista candita, quindi un prodotto più sano e dal sapore rustico rispetto a quello convenzionale.

Cosa serve per due corone dei magi da 700 g. circa caduna:

200 g. farina farro integrale bio
300 g. manitoba bio 360-390W
100 g. farina segale
220 g. lievito madre rinfrescato
100 g. burro bavarese morbido
2 uova medie intere
scorza grattugiata di 1 arancia naturale
3 g. sale fino (1/2 cucchiaino)
100 g. miele millefiori
50 g. fruttosio
1 cucchiaino malto d'orzo bio in polvere
latte q.b. (circa 100 g. ma dipende dalla farina utilizzata)
50 g. noci sgusciate e tritate
80 g. arancia candita bio tagliata a cubettini

Poi serve per spennellare:

1 uovo
panna o latte q.b.


Rinfrescare il lievito madre giornalmente per i tre giorni precedenti in modo che sia attivo e forte.
Pesare gli ingredienti, setacciare le farine. Non ho provato ad usare lievito di birra fresco, ma credo si possa optare per utilizzarne 15 g. in alternativa al lievito madre.

(Si può fare anche in un robot da cucina provvisto di gancetti o si può impastare anche a mano mescolando inizialmente gli ingredienti con una forchetta, dentro ad un a ciotola, poi riversando l'impasto su un piano da lavoro e proseguendo a mano)
Mettere nella ciotola della planetaria il lievito madre, 50 g. latte a t.ambiente, il malto, tutta la farina setacciata ed il miele.
Usando il gancio a foglia iniziare ad impastare al minimo della velocità, quando la massa si sta amalgamando, unire il fruttosio ed un uovo, continuare ad impastare sostituendo il gancio a foglia con l'uncino ed aggiungere di seguito l'altro uovo quando il primo è stato assorbito dall'impasto. Unire anche il sale e la scorza dell'arancia grattugiata.


Quando l'impasto inizia ad essere più liscio, unire poco alla volta il burro a tocchetti che deve essere morbido, quindi lasciato a t.ambiente almeno un'ora prima.
Dopo che il burro è stato assorbito, valutare se aggiungere altro latte. Bisogna ottenere un impasto compatto ma malleabile (come l'impasto del pane per intenderci) Dipende dalla farina utilizzata, da quanto liquido incorpora. Io ho usato farine integrali, tedesche, la manitoba invece del mio territorio ed è macinata a pietra. Quindi è impossibile dare una grammatura precisa riguardo i liquidi.

Fermare la planetaria, coprire con pellicola alimentare l'impasto e mettere in forno spento con la lucina accesa a riposare circa 2 ore. (Se si impasta a mano, formare una palla e metterla in una ciotola leggermente infarinata).
Riprendere l'impasto ed aggiungere l'arancia candita tagliata a cubettini (evitare di comprare quella industriale già tagliata, ma prediligere arancia candita acquistata in pasticceria) e le noci tagliate a coltello in modo grossolano, azionare sulla velocità minima il tempo per amalgamare la frutta.
Se si impasta a mano, riversare l'impasto sulla spianatoia, allargarlo con i polpastrelli ed incorporare arancia candita e noci.


Pirlare l'impasto (ossia arrotondarlo lasciando la parte della "chiusura" di sotto) metterlo in una capiente ciotola leggermente infarinata, coprire con pellicola alimentare e fare lievitare tutta la notte a temperatura ambiente.


La mattina successiva riprendere l'impasto lievitato, riversarlo su un piano da lavoro, pesarlo, dividerlo in due parti uguali con un tarocco, formare con ognuno un salamotto ed unirlo attorcigliandolo leggermente, formare una corona, in modo morbido, non stringere perchè lieviterà ancora. Mettere ogni corona su una teglia rotonda da forno antiaderente o rivestita da carta da forno, poi inserire in mezzo alla corona, una ciotolina di ceramica che possa andare in forno, ben imburrata. In questo modo si manterrà la forma e non si rischia che la corona venga senza buco lievitando.


Coprire bene con strati di pellicola alimentare senza pvc e mettere a lievitare in luogo tiepido (va bene il forno spento con la lucina accesa) fino al raddoppio (anche qui dipende dal lievito usato, se lievito madre, dipende quanta forza ha e, in ultimo, dalla temperatura ambientale.)



Quando le corone sono lievitate, accendere il forno a 180° statico.
Sbattere un uovo con un goccio di panna liquida o latte e spennellare bene le corone.




Quando il forno è arrivato alla temperatura, infornare per 45-50 minuti circa. Se si dispone di termometro a sonda, misurare al cuore deve essere 94°-96° se non si dispone, usare uno spiedino di legno ed infilzarlo, togliendolo deve risultare asciutto.

Lasciare intiepidire prima di eliminare la ciotolina di ceramica del buco per evitare il rischio che la corona si possa rompere.


Buona anche rafferma tagliata a fette e tostata, servita con crema inglese o zabaglione al moscato.



Questa ricetta non l'ho copiata ma l'ho elaborata secondo la mia fantasia ed il mio gusto, dunque se la replicherete mi fa molto piacere ma, per cortesia, inserite il link di riferimento di proprietà al mio sito.
 Grazie

38 commenti:

  1. Cara Simona, salutiamo il 2016 Che ci sta lasciando! Con la speranza Che il 2017 Che sta Arrivando ci Faccia dimenticare tante Cose che il vecchio anno ci ha Fatto vivere, Speriamo che ci porti Quella ritmo Che da troppo Aspettiamo.
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso :-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo davvero caro Tomaso! Un abbraccio a te e a tua moglie!

      Elimina
  2. una bella ricetta per salutare l'anno,grazie,buona fine e buon inizio 2017,alla prossima,ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. Molto buona invitante.
    Buon Anno cara che ti porti salute e quello che desideri.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Edvige hai colto nel segno: la salute! 🤗

      Elimina
  4. Che profumo deve avere la tua focaccia dolce!! Mi unisco anch'io agli auguri piendi di speranza per il prossimo anno. Un abbrccio.
    (sei su fb?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Dani, non ci sono prima o poi mi dico sempre e poi non ho mai voglia di iscrivermi 🤐

      Elimina
  5. che buoni i dolci della tradizione :) hanno sempre una marcia in più!
    Buon 2017 Laura

    RispondiElimina
  6. Ad essere sincera non conosco nemmeno la versione originale di questo dolce ma mi affido alle tue varianti che mi intrigano da matti ^_^
    Bravissima Simo, io ho rinfrescato il lievito solo x la pizza di stasera..x ora sono a corto di idee e tempo x pasticcare...confido nell'anno nuovo x nuove ispirazioni ^_*
    Buon anno amichetta <3<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Consu non la conosci? Si dai!!! Sei stata a Barcellona e non l'hai vista? Cioè mangiata?
      Mica te la cavi con gli auguri qui.. aspetto che passi il jet lag ma poi ti scrivo 😘🥂

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. ma che belle! sai che non le conosco? me ne mandi una??? daiiii Simoooo!
    via l'anno è quasi finito e io mi anticipo per farti un sacco di auguri sinceri per un 2017 ricco di tanta serenità e amore, che sono le cose più importanti per me.... tanti baci e auguri carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E, aggiungo da vecchia ciabatta... salute! Grazie anche a te pazzerella! 😂🤗

      Elimina
  9. Che bella la tua corona.
    Ti faccio i miei auguri per un sereno 2017.
    BAcioni.

    RispondiElimina
  10. resto sempre incantata (un poco rosico anche!!!...) da chi ci sa fare con i lievitati, soprattutto con il lievito madre.
    tanti auguri carissima, che sia un anno sereno.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Hai preparato queste corone con vera maestria!!!!
    Bravissima!
    Ti auguro uno splendido anno nuovo pieno di gioia e tante bellissime sorprese!!!Un bacio grande

    RispondiElimina
  12. Buonissima la tua ricca e profumata corona, a me piacerebbe tantissimo con lo zabaglione al moscato.....
    Tantissimi auguri per l'anno nuovo, che ti porti solo cose belle!!!
    Baci

    RispondiElimina
  13. ma bellissima!!complimenti! tantissimi auguri di buon anno!

    RispondiElimina
  14. Stupende queste corone di cui, ti confesso non avevo mai sentito parlare...colgo l'occasione per farti tutti glia uguri del mondo!

    RispondiElimina
  15. Tantissimi auguri a tutti voi 🥂

    RispondiElimina
  16. Ma che bella questa corona dei magi,da provare sicuramente!
    Tanti Auguri di Buon Anno che sia sereno e gioioso!
    Un Abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Non la conoscevo, grazie per la ricetta!!
    Ti auguro un felice e sereno 2017 a te e famiglia<3 baci!

    RispondiElimina
  18. Bella e scenografica, chissà il gusto!
    Sempre brava Simona! Ti abbraccio e ti auguro un meraviglioso 2017!

    RispondiElimina
  19. Ma che bella ricettina.. Ti auguro un bellissimo inzio 2017!!!! :-*

    RispondiElimina
  20. Carissima Simona a dire il vero non conoscevo questo dolce che,immagino sia sicuramente golosissimo(e le foto rendono pienamente l'idea di tutta la sua bontà..la ricetta inoltre mi ispira troppo,pur non conoscendo la versione originale mi piace la sostituzione di parte dei canditi con le noci,sia perché conferiscono una nota in più e sia perché i dolci con troppi canditi non sempre sono graditi a tutti e sia perché,infine,si ottiene un dolce meno calorico;).L'utilizzo del lievito madre poi garantisce notevoli risultati;).
    Bravissima come sempre,ti faccio i miei migliori complimenti:)).
    Un bacione e faccio a te e famiglia i miei migliori e più sinceri auguri per un meraviglioso 2017 all'insegna della salute, della felicità e della piena realizzazione di quanto più desideri:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  21. Perbacco.... che delizia! :))
    Felice 2017 cara........

    RispondiElimina
  22. Tanti cari auguri di un nuovo anno ricco di sorrisi, serenità e tanta salute!
    un bacio
    Alice

    RispondiElimina
  23. resto incantata davanti a questi lievitati ! Buon Anno Simo, che sia sereno e pieno di salute !

    RispondiElimina
  24. Ottima! deve essere buonissima e quanto è bella!
    Auguri di uno stupendo 2017! Buone feste!

    RispondiElimina
  25. Che ricetta deliziosa e spiegata benissimo,grazie e auguroni per il Nuovo Anno

    RispondiElimina
  26. Buon anno cara Simo,tanta salute'e serenita'!!
    un abbraccio !!

    RispondiElimina
  27. Tanti auguri di buon anno e la corona dei magi ci porta con gusto all'epifania

    RispondiElimina
  28. Wow! Simo che meraviglia questa corona rustica! Deve essere squisita! Complimenti sinceri per la tua idea originale e se mai trovassi la ricetta della focaccia della befana :P bèh sarò tutta orecchi!
    Buon Anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti.. molto gentile. Per la fugassa .. giusto ieri ne parlavo sai? ci sto "lavorando" :-)))

      Elimina
  29. Che brava, si usa molto dalle mie parti proprio per l'epifania, ottima la scelta del mix di farine, una versione decisamente interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh finalmente! Qualcuno che la conosce :-))))
      diciamo una versione rustica inusuale si.. meglio quella classica bella cicciotta forse eh? :-)))

      Elimina
  30. ciao cara, scusami se sono sparita ma ho AVUTO TANTI OSPITI A CASA CHE SOLO OGGI RIPRENDO UN PO' IL FIATO, BELLISSIMA RICETTA, CORRO AD INSERIRTI SUBITO, GRAZIE DI CUORE.

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...