Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
sabato 18 maggio 2013
Ho fatto queste nastrine preparando la sfoglia lievitata, la stessa pasta per croissant, devo dire che sono soddisfatta e sono riuscite davvero buone ,fragranti e morbide. Spero piacciano anche a voi :-)
Spiegherò passo-passo il procedimento corredandolo di foto.
Qualcuna un po' buia, avendo iniziato alla sera, e proseguendo la mattina.


Prima parte dell'impasto ore 21.00




Cosa serve:


350 g farina manitoba
150 g. farina 00
120 g. zucchero semolato
50 g. burro
15 g. lievito di birra fresco
100 ml. acqua tiepida
1 pizzico di sale
3-4 gocce essenza vaniglia
3 uova medie


Seconda parte ore 09.00


Cosa serve:


250 g. burro
50 g. farina
buccia di mezzo limone bio grattugiata
buccia di mezza arancia bio  grattugiata


Inoltre: 


1 uovo + latte per spennellare
zucchero semolato o di canna chiaro per spolverizzare


Sera ore 21.00 


Setacciare le farine.
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida.
Mettere le farine a fontana su una spianatoia e fare il classico buco in centro, unire lo zucchero e il lievito sciolto nell'acqua, iniziare a far assorbire con un movimento circolare della mano, raccogliendo la farina circostante. Unire il burro appena-appena sciolto nel microonde.


Aggiungere, uno alla volta le uova e le gocce di essenza di vaniglia. Per ultimo aggiungere il pizzico di sale.
Impastare a lungo, sbatacchiando l'impasto molte volte sulla spianatoia, impastare fino ad ottenere un composto elastico.
(Se avete la planetaria.. buon per voi.. io non ce l'ho .. sigh...)


Mettere l'impasto in una boule di vetro infarinata, coprire con pellicola e mettere in frigo a lievitare tutta la notte.



La mattina ore 09.00


Si può vedere che l'impasto ha raddoppiato abbondantemente il suo volume. 





Prendere ora l'impasto lievitato, adagiarlo sulla spianatoia, leggermente infarinata, e sgonfiarlo passando sopra il mattarello. Al contrario di quando si impasta che occorre usare una buona dose di energia, a questo punto occorrerà essere delicati.


Prendere i 50 g di farina e metterli in un piattino. Prendere il panetto di burro, freddo di frigo, e, passarlo velocemente nella farina. Questa operazione andrà fatta rapidissimamente, in modo tale che il burro non si sciolga. Siccome il calore delle mani lo farà ammorbidire, ogni tanto ripassatelo nella farina.
Grattugiate dentro una ciotola il panetto con una grattugia a fori grossi. Così....



Prendete poi l'impasto  che avrete steso in un grande rettangolo e spargete a mucchietti le scaglie di burro che sarà sofficissimo, maneggiatelo il meno possibile.
Grattugiate poi sopra la scorza di mezza arancia e mezzo limone. Spargere poi sopra la farina rimasta (dall'infarinatura del burro) Così...



Ora si inizia a sfogliare. Si procede come per la pasta sfoglia tradizionale.
Si fanno 4 giri. Il primo, solo per il primo... si piega sia nella lunghezza, a libro, che nella larghezza. Per gli altri giri solo per la lunghezza.


1° giro: piegare un'estremità della pasta nel senso della lunghezza fino a metà, così...



.. poi ripiegare anche l'altra




  (spero di riuscire a spiegarmi bene...)


Dopo di che, si sigillano i lati (vedete che sono aperti?) leggermente con i polpastrelli, si passa il mattarello senza fare forza, ma solo per appiattire un pochino la pasta, poi si gira l'impasto a 90° e si fanno queste due pieghe anche nell'altro senso. Così..



Ecco il panetto pronto per essere coperto da un canovaccio.
Si fa riposare e lievitare, sempre fuori frigo, per mezz'ora.



Trascorsa mezz'ora si riprende l'impasto e sempre con delicatezza, si ridistende ottenendo  un  rettangolo.


Si fa ora il secondo giro. SOLO nel senso della lunghezza. Quindi, a differenza della prima volta in cui avete steso la pasta per aggiungere il burro, che la pasta sarà stesa in un rettangolo abbastanza grande, da qui in poi dovete ottenere un rettangolo più stretto.





Vedere che belle bolle si iniziano a vedere? Significa che la nostra sfoglia lievitata, sta assorbendo il burro e sta lievitando bene,  iniziando a sfogliare.

Si fa riposare di nuovo mezz'ora, sempre coperto da canovaccio e si prosegue come sopra per un totale di 4 giri. Pausa di mezz'ora sempre tra un giro e l'altro.


Al termine del 4° giro la pasta sfoglia lievitata si presenterà così....




Dividere ora l'impasto in due parti se volete nastrine più grandi o in quattro parti se le volete più piccole. 


Prendete un coltello molto affilato, lama liscia, ed infarinate leggermente la lama se  occorre.
Ricavate strisce larghe 1 cm. (un dito insomma...) così...




Schiacciate MOLTO leggermente la striscia di sfoglia lievitate e arrotolate una sola volta come se scartaste una caramella. Così...



Sbattete l'uovo a temperatura ambiente con un goccio di latte e spennellate le nastrine, cospargetele poi con un pochino di zucchero semolato, proprio una spolverata, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per circa un'ora, un'ora e mezza (dipende dalla temperatura) (non buttare via l'uovo + latte avanzato, servirà ancora.....)



Sopra la  foto prima della lievitazione finale e di seguito  la foto dopo la lievitazione, pronte per essere infornate.



Accendere il forno a 180°.
Riprendere l'uovo sbattuto con il latte e spennellare nuovamente (in modo molto-molto leggero) rispolverare con zucchero semolato.


Infornare per circa 15/20 minuti. Dipende dal vostro forno.
Far raffreddare su una griglia e.... buona colazione! o buona merenda!!!!


Per regolarvi coi tempi: ho iniziato la sera ore 21.00 e ho sfornato alle 14.00 del giorno dopo. Quindi regolatevi se volete cambiare orario :-)




Si conservano benissimo in un sacchettino tipo quelli del panettone o in una scatola di latta per qualche giorno.

Ottime anche tiepide.



31 commenti:

  1. Ti ho già che ti adoro????no????te lo dico adesso!!!!!sei semplicemnente fantasticaaaaaaaaaaaaaa!!!che pazienza hai avuto!e che manualità!!confesso: le nastrine sono la mia 2 mamma :-DDDDD Svaligiavo i supermercati (che vergogna). Quanto mi piacerebbe farleeeeee, ma non credo di esser brava quanto te!!!complimenti davvero!!

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo!!! Sei stata bravissima, un lungo procedimento per un grandissimo risultato, complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. ma che meraviglia, sono perfette, bravissima come sempre!!

    RispondiElimina
  4. Ti sei spiegata benissimo!!! Quasi la fai sembrare una cosa semplicissima...prima o poi proverò anche io!!

    RispondiElimina
  5. Complimenti,sono bellissime,chissà che soddisfazione!

    RispondiElimina
  6. Complimenti!!! Mi ispirano tantissimo, hai fatto davvero un ottimo lavoro!!!!! Chissà che profumo e che buone!!!!! :-D

    RispondiElimina
  7. Grazie per la tua ricetta. Vado a metterla in lista.

    RispondiElimina
  8. ragazze.. che complimenti... sopratutto Yrma.. dai che mi fai arrossire. e poi certo che saresti capace anche tu, dai prova!!! ora sono stra-di-corsa ma domani vengo a trovarvi tutte :-) bacioni!

    RispondiElimina
  9. belle!! buone e grazie per la spiegazione, anche io la faccio la pasta brioche ma questa tua con il burro grattato mi ispira molto!!da rifare assolutissimamente poi pubblicherò le veneziane!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Ma bravissima lo sei davvero..Quanta pazienza e amore nel prepararle...Complimenti davvero..Troppo buone le tue nastrine!!!! Ma le spedisci anche in pacco?
    BACIONI!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao! il tuo tutorial sulle nastrine è perfetto!! anche per una impedita della sfoglia come me potrebbe farcela col tuo aiuto!! le nastrine sono bellissime, e sicuramente molto più buone di quelle comperate.. Bacioni!!

    RispondiElimina
  12. I complimenti sono super meritati e mi unisco anch'io al coro BRAVISSIMA!!! Che bravura e che pazienza!!! per me hai già vinto!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  13. non ci sono parole ...... favolose !!!!!!!!!!!!!!!!!
    sei grande Batù ....ciao un bacione

    RispondiElimina
  14. Che bellissima idea hai avuto. Le nastrine sono davvero buonissime, le adoro, e devo dire che proverò a farle al più presto. La ricetta è spiegata benissimo e le foto sono perfette. Come vorrei averne una adesso per colezione...gnam gnam!!! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  15. sei stata davvero davvero brava!

    RispondiElimina
  16. ma stupende!!! assolutamente le devo fare!!! grazie mille per la ricetta! è davvero eccezionale!

    RispondiElimina
  17. Bravissima Batù, che pazienza hai avuto! Ti sono venuti buonissimi! Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  18. che lavoro ma ne valeva la pena! sono perfette! bravissima:-) baci

    RispondiElimina
  19. quanto vorrei aver anche solo il tempo di provarci... a me piacevano anche scaldate al microonde, ma son secoli che non compro più roba di quella marca ( appropò, non è che dicono nulla per il banner? hanno anche tutta la grafica depositata, mica solo i nomi... ;-) ocio...)

    RispondiElimina
  20. boh per la grafica ecc. si sarà informata, non saprei.
    Io non compro merendine da anni, non mi piacciono più. Mi rimangono in gola e mi fanno venire acidità, sarò un caso raro non lo so..E anche i biscotti li compro raramente, praticamente non compro quasi più roba confezionata. Solo nei casi urgenti. quando non sto bene o non ho proprio il tempo di fare nemmeno una semplice crostata per colazione

    RispondiElimina
  21. Mi sento male ... le nastrineeeee!Favolose, complimenti, sei stata bravissima, dev'essere stato un lavoraccio (io ho un certo timore per la sfoglia fatta in casa, ma tu hai fatto un ottimo lavoro!), però che soddisfazione!Inutile dire che erano e sono le mie merendine preferite!A presto e buona settimana :)

    RispondiElimina
  22. Mmmmmmmh!Buonissimeeeeeee mi piacciono tantoooo!
    Sento il profumo delle tue da qui ^.^

    RispondiElimina
  23. accidenti che lavoro sei bravissima, un risultato molto premiante

    RispondiElimina
  24. Favolose queste nastrine...tanto impegno ma ne vale la pena! Se ti va passa da me anche a presto buona giornata ^_^

    RispondiElimina
  25. Complimenti veramente per questa preparazione!!! sono bellissime le nastrine! Non avevo mai visto il burro grattugiato..ottima idea! Grazie mille per aver partecipato al contest con tutte e due le ricette!!!!

    RispondiElimina
  26. Caspita che lavoretto :) wow ma sono perfette :D

    RispondiElimina
  27. Eccoleeee!ahhhhhhhh e ora mi stampo la ricetta.Dovrei solo ridurre un pochino la dose del burro.Qui siamo portatrici sane di intolleranza al lattosio, quindi non dobbiamo mai eccedere,devo studiarmi qualcosa mumble..mumble...

    RispondiElimina
  28. Questo è un esame che ancora non ho passato, la pasta sfoglia.... pigrizia forse.... ma dopo questa attenta spiegazione non ho scuse!!
    Grazie della lezione!

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...