Focaccia genovese alle mele (con prescinsêua)

Questa ricetta l'ho scoperta seguendo una ricetta di una signora cesarina genovese, (non ho riferimenti che riportino ad un suo sito, altrimenti lo inserirei) puntata della trasmissione tv "l'Italia a morsi" la chiamano focaccia ma in pratica è una torta bassa costituita da una pastella e tante mele, con l'aggiunta della prescinsêua (quagliata genovese ed è questa la peculiarità), che è un formaggio fresco magro, tipico della zona,  molto difficile da trovare fuori dal territorio, dalla consistenza simile ad una ricotta ma più fine e leggermente acidulo (ma meno di un formaggio quark per intenderci). 

Consigliano, in alternativa, d'usare la ricotta (appunto) o yogurt bianco naturale, io in questo caso, opterei per uno yogurt greco, ma a dire il vero userei un mix tra ricotta e quark, oppure mix ricotta e crème fraîche; a mio avviso lo yogurt si avvicina di meno. 

Questa focaccia dolce sia come consistenza che come sapore ricorda le frittelle di mele ma molto più leggera non essendo fritta ma cotta in forno, io ho diminuito la quantità di zucchero davvero troppo per i miei gusti (leggi gli ingredienti), ho anche dimezzato la quantità di lievito (non ne occorre una bustina per 120 g. di farina), poi ho sciacquato l'uvetta, perchè va sempre lavata essendo rivestita da cera sintetica  per proteggerla dalle muffe, poi l'ho messa una decina di minuti in ammollo in acqua tiepida, l'ho strizzata ed asciugata prima di aggiungerla all'impasto; nel video non lo fa ma io preferisco muovermi secondo le mie conoscenze e gusto personale. Un dolce davvero buonissimo, da rifare.

Nel video dice di usare uno stampo largo e basso ma non dice la misura (che invece è sempre molto importante, anche da questo dipende la consistenza e il grado di cottura di un dolce), io ho utilizzato uno stampo usa e getta da 32D ed è risultato perfetto.



Cosa serve: 
120 g. farina 00
125 g. zucchero semolato (per me assolutamente troppo! io ne ho messo 95 g. ma era ancora dolce per il mio palato, usando le mele golden già molto zuccherine la prossima volta diminuirò ancora un po') nel video oltretutto la focaccia viene ancora spolverizzata con zucchero a velo che io ho omesso e sono contenta di non averlo aggiunto
100 g. prescinsêua (leggi la premessa) 
80 g. olio oliva leggero
4 mele golden
100 g. uvetta 
2 uova
2 cucchiai pinoli (non avevo quelli di Pisa che sono i migliori)
la scorza ed il succo di 1 limone naturale
1 pizzico sale
1 bustina di lievito (io ne ho usata metà, secondo me basta ed avanza)

Preriscaldare il forno statico a 180°, bagnare e strizzare un foglio di carta da forno e rivestire lo stampo usa e getta da 32D, oliare la carta (importante farlo altrimenti l'impasto essendo molto morbido tipo pastella, poi un po' si attacca comunque).
Lavare l'uvetta e metterla in ammollo in acqua tiepida.
In una ciotola mettere le mele sbucciate, tagliate a quarti e poi a fettine sottilissime con una mandolina, condirle con la buccia del limone, il succo e metà dello zucchero (andate ad occhio), unire anche l'uvetta strizzata ed asciugata e metà dei pinoli, mescolare e lasciare macerare.


In un'altra ciotola con le fruste elettriche sbattere fino ad ottenere un composto spumoso le uova con lo zucchero restante, aggiungere l'olio e la farina setacciata con il lievito, anche il pizzico di sale. Unire questa pastella alle mele, mescolare delicatamente e versare il composto nello stampo, livellare con una spatola, distribuire i restanti pinoli in superficie ed infornare 40-45 minuti fino a doratura. 

Togliere dal forno e sformare quando è fredda tagliata a fette e servire. L'ho trovata ottima da consumare sia a colazione che merenda o fine pasto, l'ho servita con gelato fiordilatte, azzeccatissimo e ci vedrei bene anche una crema inglese o uno zabaglione leggero al moscato, fate voi :-) Squisita, ve la consiglio vivamente.


                                 

Il nostro paniere completo ha sfornato:

                                       Seguiteci anche su facebook @ilgranaiofoodblogger



Simona

  1. Mmm che buona questa focaccia, immagino che profumo 😋👏🏻Non conoscevo questo formaggio con cui viene ingolosita... Sarei curiosissima di assaggiarla complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero particolare Fede, peccato che qui da me lo trovo due volte all’anno (forse) la focaccia dolce con le mele veramente - veramente molto buona! Baci

      Elimina
  2. Proprio buona Simo, forse era la torta di cui mi avevi parlato, è riuscita davvero bene e te la copierò visto che qui la prescinseua va e come!!! Bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Carla!!! Non vedevo l’ora di sapere il tuo parere 🥰

      Elimina
  3. Molto interessante davvero questa torta, la immagino delicatissima e fresca. Di quelle che appena le assaggi fai "mmmmmmm". Confermi? :-D

    RispondiElimina
  4. MI incuriosisce molto questa focaccia, mi piacerebbe provarla. Magari optereio per la ricotta, ma solo perchè personalmente mi trovo poco in sintonia con altri formaggi, insomma, però non ti negoi che un assaggino di questa originale lo darei volentieri.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È da provare credimi😋 L’aspetto seppur goloso non rende giustizia

      Elimina
  5. Direi posso provare anch'io solo che devo usare eritrolo al posto dello zucchero. Resto tutto ok secondo tue istruzioni. Opterei per la ricotta e panna acida anche se non conoscendo il sapore dell'ingrediente originale anche yougurt greco andrebbe bene. Sono proprio alla ricerca di qualcosa di semplice per la colazione mattutina senza zuccheri solo i pochi della frutta. Come mele penso alla granny più acide. Ti farò sapere. Grazie intanto e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, non ti consiglio le mele acide perche c’è già il formaggio acidulo nell’impasto. Occorrono mele dolci x bilanciare 🍎

      Elimina
  6. Questa la provo, mi incuriosisce molto!
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  7. Molto interessante questa ricetta Simona, penso proprio di provarla, ha un accostamento di sapori davvero particolare

    RispondiElimina
  8. Ciao Simo, è tanto che non vengo a trovarti. Ho avuto un distacco dal web e poi ho deciso di non abbandonare almeno il blog, che era come un diario di famiglia e sono tornata a mettere da parte le ricette che faccio. Mi piace questa focaccia ricca di mele e anche io come te, avrei tolto da tutto quel zucchero, addirittura ne avrei tolto di più, la salute vien mangiando. Una bella fettina potrei mangiarla molto volentieri.

    RispondiElimina

La moderazione è attiva. Commenti anonimi e privi d'identità, con pubblicità e link commerciali non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!