Partecipate al nostro contest!

Partecipate al nostro contest!
Scade il 28-01-2018

Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
martedì 9 ottobre 2012
Oggi posto una ricetta conosciutissima e di semplice esecuzione, dunque non mi darete il premio per originalità :-) tuttavia è un dolce al cucchiaio golosissimo che fa parte della tradizione della mia regione, il Piemonte, e quindi non posso non condividere con Voi, più che gli ingredienti e la procedura, già noti, (anche se ogni tanto mi capita di leggere ingredienti aggiuntivi improbabili....) le proporzioni degli stessi che conferiscono poi un sapore diverso. Aggiungo che il bonet, il suo nome,  deriva da un antico recipiente di cottura: uno stampo in rame rotondo, a ciambella. Mia nonna quando era giovane preparava i dolci nel forno a legna e mia mamma, che era piccolina, dice che erano buoni, ma così buoni....


Cosa serve per 8 generose porzioni:

1/2 lt. di latte
200 ml panna liquida
6 uova
80 g. di cacao amaro
2 cucchiai di rum
100 g. di amaretti sbriciolati
6 cucchiai di zucchero + 6 per caramellare


Montare brevemente le uova con i 6 cucchiai di zucchero, unire il rum, gli amaretti, il cacao,
il latte e la panna.

In un casseruolino dal fondo spesso ed antiaderente far sciogliere molto lentamente lo zucchero restante con un goccio di acqua, non mescolare ma agitare il casseruolino,
finchè il caramello è pronto.

Rivestire con quest'ultimo uno stampo col buco.

Versare il composto e cuocere a bagnomaria in forno a 200° per circa 40 minuti.


Lasciare raffreddare, riporre in frigorifero un paio di ore, sformare e servire.







29 commenti:

  1. Ma sai.. forse è conosciutissimo da voi, ma io per esempio non l'ho mai fatto e nemmeno mai mangiato:) comunque ti è venuto bene!
    A presto:*

    RispondiElimina
  2. Ma quale originalità,a me son queste le ricette che piacciono!E' così che conosco le tradizioni culinarie di tanti paesi e questo bonet è fatto in modo impeccabile!Brava Batù,è una visione questo dolce!

    RispondiElimina
  3. E invece c'è sempre chi non ha mai mangiato e mai sentito di questo dolcino squisito: ovviamente IO! ;-) Tu dici che è di facile esecuzione? Ma per una brava come te, certo! Io dubito infatti che a me riesca così bello alto e dall'aspetto goloso :-(
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ultimi giorni per mangiare gelati e semifreddi... poi passeremo alle ciambelle da gustare col the caldo!
    In bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  5. Ma guarda che dolce :) wow! e che bella la cottura a bagnomaria in forno, mai provata prima!

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piace il bonet!! Gnam!
    Un bacione :*

    RispondiElimina
  7. da me invece il premio per l'originalità lo ricevi, non conoscevo questa ricetta, e mi sembra molto golosa, baci

    RispondiElimina
  8. Non l'ho mai preparato, ma se la ricetta viene da una piemontese doc, mi fido e la copio!!
    Buona giornata :-)!
    Elisa

    RispondiElimina
  9. Scusami ma una tale delizia non la conoscevo. Veramente molto invitante, complimenti. Il contest è praticamente vinto, ciao.

    RispondiElimina
  10. Giovanna!!! Ma va!!! che dici :-) figurati, davvero è così banale secondo me che manco arriverà sul podio. Ma metto in gioco lo stesso questo dolce perchè amo più la tradizione dell'estrosità in cucina, e poi vada come vada... ma grazie perchè sei carinissima :-)

    RispondiElimina
  11. Ma Giovanna... sei troppo carina :-) davvero! ma sai non credo che la mia ricetta arriverà nemmeno sul podio in realtà. Però amo più i piatti tradizionali che innovativi, come si suol dire e allora.... vada come vada :-)

    RispondiElimina
  12. Ma tesoro....ma chi lo conosceva????
    Una vera tentazione al cioccolato
    Complimenti davvero!!!!!!!!!!!
    Un bacione dolce Batù
    Buona serata

    RispondiElimina
  13. A me sembra davvero molto attraente...non lo conoscevo affatto!!! Complimenti...

    RispondiElimina
  14. Ehi ma hai creato un vero e proprio capolavoro, è stupendo, così lucido e perfetto!!!!

    RispondiElimina
  15. Un dolce che non ha tempo decisamente godurioso!!baci,imma

    RispondiElimina
  16. Cara Batù mi unisco al coro di quelle che non lo conoscono. Mi piacerebbe provarlo, ma qui nessuno gradisce gli amaretti. Suggerimenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhhh.. cara Manu in realtà gli amaretti sono un ingrediente fondamentale. Ma tu omettili, anche se così penso sarà più una crème caramel al cioccolato, buonissima comunque! Oppure mettili e vedi l'effetto che fa! :-)

      Elimina
  17. Beh per me invece è una novità e mi piace, quindi grazie x questa ricetta mia cara..

    RispondiElimina
  18. Non ho mai fatto questo tipo di dolce ma sembra delizia pura:)
    Baci

    RispondiElimina
  19. E' tutta la vita che li sogno pure la notte sti bonet!!!!!mamma mia, ora che ho la ricetta di batuccia mi lanciooooooo, sei troppo brava!!!!^_^ Un bacioneeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  20. Buono l'assaggerei ma se non mi piace l'amaretto??

    RispondiElimina
  21. Ciao Batù,volevo informarti che ho appena creato il mio primo contest e mi farebbe piacere se tu vi partecipassi. Questa ricetta cade proprio a fagiolo....Vieni a dare un'occhiata...grazie

    RispondiElimina
  22. Adoro questo dolce e finalmente ora ho la ricetta per poterlo fare, e siccome è la tua so già che sarà un successo!!! Ma ti ho mai detto che ho fatto i tuoi carciofini??? BUONISSIMI!!! Ho già aperto un vasetto ma non mi sono ricordata di fotografarli appena ne apro un altro vasetto li fotografo così ti faccio vedere.
    Ma la casa come va? E la tua schiena? Spero tutto bene
    Bacioni e buon we

    RispondiElimina
  23. Sai che ti dico? Che ne mangerei un bel pezzo proprio ora! E' delizioso e ti è venuto benissimo!

    RispondiElimina
  24. Eh sì questo è proprio il tipico dolce della nonna, anche io ricordo quando la mia me lo faceva, che meraviglia. Sai che non ho mai provato a farlo? Beh mi metterò all'opera al più presto e ti farò sapere :-)

    RispondiElimina
  25. ma guarda, trovo 5 minuti per fare finalmente un giro sui miei vecchi blog-amici e cosa ti trovo?
    Sono contenta che ti sia piaciuta la mia ricetta, mi hai quasi fatto venire voglia di rifarlo, che è da un po', per pigrizia ma soprattutto per tanti altri motivi, che me ne manca il tempo, come mi manca il tempo di curiosare sul web, ma forse dovrei trovarlo di nuovo per fare di queste splendide scoperte, che dici?^^
    (ps aumentando un po' il latte hai fatto bene ad aumentare anche un po' gli amaretti, per mantenere la giusta consistenza! ;-) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda Norma... stai toppando alla grande. Praticamente non passi dalla vecchia amica per staccare un bel saluto, passi in rassegna delle ricette per criticare. Mah! Allora.. già hai avuto da ridire sul mio bonet al caffè, non contenta ora mi accusi di averti preso la "tua" ricetta. Eh! basta adesso. La ricetta del bonet non è una tua creazione, com'è risaputo. La versione è sempre la stessa, grammi più o grammi meno. Aggiungi di qua, togli di là. Mia nonna e mia madre ad esempio non mettevano la panna. QUESTA VERSIONE è presa totalmente dal libro: "ricette tradizionali piemontesi" Edizioni La libreria di Demetra pag. 110 e NON dal tuo blog. Spiacente se ti ho delusa. Grazie per i consigli, ma non è che li abbia chiesti... e in realtà è venuto buonissimo così. Non sono interessata a scopiazzare le tue ricette, e qualora lo facessi lo direi e/o chiederei il permesso per pubblicarla! Ciao ne!

      Elimina
  26. si vede che mia nonna (deceduta nel 1985) scriveva per Demetra e non ce lo ha mai detto :-)
    (ps non ho inventato io il bonet, ma ne studio le varie versioni per lavoro, come sai... e la variante con la panna non è poi così diffusa... specie con quelle proporzioni)

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...