Crostata vegan con frolla di farro e mandorle all'olio e marmellata di prugne alle mandorle home made


Cosa serve per la pasta frolla vegana alle mandorle:

150 g di farina 00
100 g. farina di mandorle
250 g di farina di farro
250 g di zucchero di canna
120 g di acqua

10 g. liquore nocino
80 g di olio di semi di mais
60 g di olio d’oliva
8 g di lievito per dolci
la polpa di mezza bacca (scarsa) di vaniglia

Cosa serve per la marmellata di prugne tardive alle mandorle:

(per la crostata se ne userà solamente 300 g.)

1 kg. prugne tardive denocciolate (quindi peso netto) (io quelle della qualità tardive simili alla S. Clara del mio albero)
100 g. mandorle spellate
150 g. zucchero di canna chiaro
100 g. zucchero semolato
qualche goccia di succo di limone

Mettere in una casseruola dal fondo spesso le prugne lavate, asciugate e tagliate a pezzi grossolani.
Unire le mandorle tritate finemente, lo zucchero e qualche goccia di limone, mescolare e lasciare macerare due o tre ore. 



In una ciotola sciogliere, mescolando bene con un cucchiaio di legno, lo zucchero nell'acqua a temperatura ambiente, unire olio, il liquore, la vaniglia, Setacciare le farine con il lievito. Unire al composto liquido, mescolare velocemente col cucchiaio poi con la punta delle dita. Si otterrà un composto un po' molle. Avvolgerlo in pellicola alimentare formando un panetto rettangolare, mettere in frigo una o due ore.

Intanto fare la marmellata nel metodo classico. Lavare ed asciugare bene le prugne (io del mio albero), unire lo zucchero, le mandorle tritate finemente e fare cuocere schiumando, fino ad ottenere la giusta consistenza. A fine cottura, col passaverdure, passare la marmellata lasciando qualche pezzettino di frutta se piace trovare qualche tocchettino da mordere,

Per dettagli sulla preparazione delle confetture e marmellate leggi il mio post dedicato alle conserve cliccando qui
Accendere il forno statico a 170°.
Prendere la frolla vegan al farro e mandorle e, con l'aiuto di un mattarello leggermente infarinato, stenderla ad uno spessore di 1 cm, scarso, foderare uno stampo per crostate 24D utilizzandone 3/4 scarsi, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e farcire con la marmellata, con la pasta avanzata formare la classica griglia (io, volutamente, ho creato una griglia "grezza, senza utilizzare, come faccio di solito, il tagliapasta, ma ho formato salsicciotti a mano libera, per renderla irregolare) formare un cordoncino di pasta attorno alla crostata pizzicando la pasta tra indice e pollice.

Mettere in forno per circa 40-45 minuti.
Togliere dal forno, fare raffreddare completamente e servire.







Simona

  1. Immagino molto profumata per via delle mandorle e molto golosa !

    RispondiElimina
  2. Golosissima questa crostata, mi piace molto con il farro, brava Simona!!!!

    RispondiElimina
  3. Da provare davvero, molto particolare!

    RispondiElimina
  4. Ciaoooo
    Wow che bella grafica complimenti Batù!!!!
    Per le ricette farò un salto più spesso :D
    Un caro salutone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon "salto". Quest'estate ho raccolto le mandorle in uno dei campi di famiglia. E magari pubblico su Blogspot le mie ricette con le mandorle che non ho ancora pubblicato?

      Elimina
  5. Assolutamente fantastica, complimenti Simo e felice we <3

    RispondiElimina
  6. Ciao Ximi e Consu, grazie mille, buon week end a voi, un bacione :-)

    RispondiElimina
  7. Meravigliosa crostata, con il farro non l'ho mai fatta, ma deve essere golosissima!!! Mi trascrivo subito la ricetta...
    Un abbraccio
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora, prova, vedrai è molto buona, con l'aggiunta delle mandorle, secondo me, la rende davvero speciale :-) fammi sapere eh?

      Elimina
  8. Risposte
    1. se fai come me hai appunti ovunque: su fogliettini di carta e post-it, appunti sul cellulare, sul quaderno, sul pc, qualcuno anche in testa.. e poi non riesco fare tutto...:-)

      Elimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!