Torta gluten free di carote (con farina di riso)



Cosa serve:

150 g. fecola di patate
100 g. farina di riso
1 pizzico di sale
170 g. zucchero semolato
la scorza grattugiata di mezzo limone naturale
1 bustina di cremor tartaro
la punta di un cucchiaino di bicarbonato
3 uova intere
220 g. carote grattugiate
120 g. burro fuso ma freddo
latte q.b.

Facoltativo: zucchero a velo q.b.

Tirare fuori dal frigo le uova un'oretta prima di fare il dolce.
Grattugiare le carote precedentemente pelate e lavate.
Accendere il forno a 180°

Nella planetaria o in una ciotola mettere le farine setacciate con il lievito, lo zucchero, unire le uova intere ed  il burro.
Azionare la frusta e far amalgamare bene. Aggiungere un pizzico di sale e la scorza del limone.
Unire, in ultimo, le carote grattugiate. Se occorre unire qualche cucchiaio di latte. L'impasto deve essere morbido e "scrivere", ossia: se si alza un cucchiaio di impasto e lo si fa ricadere nella ciotola, deve formare un nastro. Quella è la consistenza giusta.
Versare il composto in una tortiera da 22D imburrata ed infarinata e mettere nel forno per circa 40/45 minuti. Fare la prova stecchino.

Togliere dal forno e, quando è raffreddata, servire. Se piace si può spolverizzarla di zucchero a velo. Io l'ho lasciata al naturale.


Simona

  1. Cara Simo... amo sempre venire a trovarti, e non solo per le tue splendide ricette, ma per Te ♥ Spero e prego sempre che tu stia bene, che il tuo cuore possa essere sereno nonostante le brutture della vita. Da lontano ti sono vicina con tanto affetto ♥ Ti voglio bene ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è chi si ricarica alle Terme e chi con i tuoi messaggi... :-) smack tvb anche io ♥

      Elimina
  2. Cara Simona, vedendo questi bellissimi pezzi di torta, io ne prendo uno per la prima colazione!!! Ciao e buona serata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Hai proprio ragione, ogni tanto bisognerebbe alimentarsi in modo più sano soprattutto dopo le vacanze quando come me si è mangiato di tutto e di più. La tua torta leggera sana e nutriente è proprio l'ideale. Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  4. Cara Simona io sono convinta (non sono assolutamente un'esperta)da ignorante che mangiare un po' di tutto variando molto non possa che fare bene e che salvo motivi di salute particolari non ha senso eliminare del tutto certi alimenti solo per seguire le mode (esempio io riesco solo a bere il latte vaccino che adoro e consumo tutte le mattine ma posso farlo perché lo tollero,ovvio che se fosse il contrario agirei diversamente!Ma per seguire una moda non lo cambierei mai e poi mai!).Per quanto riguarda la dieta senza glutine al cambio di stagione se questo invece apporta benefici (nel mio caso ho problemi abbastanza importanti di esofagite,reflusso e talvolta gastrite)perché non provare?Immagino che il discorso sia valido anche per chi ha questo tipo di problema in quanto i fastidi aumentano con il cambio di stagione:)).
    Ti faccio tantissimi complimenti per questa torta sicuramente ottima in quanto dalla foto si vede che presenta una consistenza soffice come piace a me quindi non appena arriverà il fresco e potrò riaccendere il forno la proverò sicuramente;)).
    Grazie mille per la condivisione:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che buono il latte-latte!!! io ripiego su quello senza lattosio per intolleranza appurata, ahimè (ogni tanto sgarro, ma ogni tanto "ci sta" se esagero poi la pago..), per lo stomaco senza glutine non saprei.. bisognerebbe chiedere allo specialista (però oltre esami del sangue si prelevano i villi con gastroscopia quindi.. ) per la gastrite & C. come saprai ci sono alimenti da evitare assolutamente e abitudini varie alle quali attenersi.. uffi mi dispiace che tu ne soffra.. ti capisco bene Rosy! Grazie per l'apprezzamento per la torta :-) baci a te cara

      Elimina
  5. che delizia!! davvero originale :)) mai provata senza glutine! buona serata, ciao Andrea

    RispondiElimina
  6. Ciao Simo, bella e sana questa torta...deve essere anche molto buona...sei proprio un portento, baci!

    RispondiElimina
  7. Questa fecola di patate... ma tu sai che non mi pare di averla vista al supermercato?? :( dovro' guardare meglio...
    Ciao carissima!!! Spero tu abbia passato delle ottime vacanze e hai ragione col fatto delle diete per cui mi segno la tua ricetta e se trovo la fecola di patate la faccio :)
    Un abbraccio........
    Grace
    ♥ ♥ ♥ That’s Amore Blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che strano Grace che a Londra non la trovi.. beh opta per l'amido di mais :-) (secondo me rimane più morbida con la fecola.. ma di necessità di fa virtù come dicono) bacioni

      Elimina
  8. Condivido ogni tua singola parola!!!! Golosa la tua torta invece.. mi piace con farina di riso e poi amo i dolci con le carote!!:-** un baciottone grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che condividi.. so di essere impopolare a volte.. :-) ... ma chissene..

      Elimina
  9. Carissima Simo,
    sono entrata da pochi anni nel mondo degli intolleranti al lattosio con sensibilità al glutine e mi trovo perfettamente d'accordo con quello che scrivi. Vorrei complimentarmi per la franchezza con cui scrivi ed esponi le tue idee,al di là delle mode e del bla-bla della gente che parla a casaccio di argomenti di cui non sa nulla...Bravissima anche per la ricetta della torta di carote, che sarà senza dubbio squisita.
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Anna, batti cinque! Ti ringrazio moltissimo per le tue gentili parole e per essere concorde con il mio pensiero, mi rammarica e spesso mi fa decisamente arrabbiare quando leggo sui blog stupidaggini senza senso perchè la gente si affida molto alla rete, qualcuno, inconsapevolmente, non verifica la fonte, incappando così in informazioni completamente errate, ahimè.. un abbraccione e grazie!

      Elimina
  10. Non potrei essere più d'accordo con te. L'alimentazione è una cosa serie e non una moda, bisogna variare il più possibile seguendo la stagionalità degli ingredienti.
    La tua torta mi terrebbe ottima compagnia domattina a colazione :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo fossi d'accordo :-) ma hai cambiato la foto? wow vengo a vederti

      Elimina
  11. credo sia da condividere la tua idea, ottima proposta !

    RispondiElimina
  12. Uno splendido aiuto per chi, come me, nonsa mai cosa fare da mangiare bene!
    Grazie.
    Cristiana

    RispondiElimina
  13. Preferisco pensare che questa sia una buona torta adatta a tutti

    RispondiElimina
  14. Io spesso per curiosità provo a cucinare con i vari senza e spesso non sono meno buoni dei "con", fortunatamente non ho intolleranze, ma credo sopratutto che sia importante variare il più possibile, cosa che a volte non si riesce a fare perchè le abitudini ci aiutano quando gli impegni non lasciano tempo, in merito alle farine posso dire che cerco di informarmi il più possibile per utilizzare quelle giuste per la preparazione che ho in mente e non quelle di "moda"...
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  15. Ho dio che quesito, la dieta senza glutine è un po di moda, come lo sono le ricerche dei motivi per non mangiare quello o quell'altro.

    Esistono i celiaci quelli che hanno diagnosticato la celiachia tramite un allergologo e poi ci sono i sensibili al glutine, su questi c'è un dibattito aperto chi dice che non esistono e sono solo le persone suggestionabili e chi dice il contrario.

    la sensibilità al glutine è soggettiva difficile anche da diagnisticare, può essere passeggera oppure averla per tutta la vita.

    impariamo ad apprezzare anche altre farine io la metterei cosi e questo dolce me lo mangerei così come è, prendiamolo come un motivo per allargare gli orizzonti e la cultura alimentare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto sono d'accordo con te! anche se tu sei diplomatico io per niente..:-) per quanto mi riguarda anni fa ho fatto esami sangue (talmente specifici che all'asl della mia cittadina non avevano i reagenti e sono andata in centro apposito pensa) e gastroscopia con relativo test dai villi, tutto richiesto da una gastroenterologa specializzata per la celiachia.E so d'essere border line, indi sensibile non allergica, quindi mangio tutto e ho la fortuna di poterlo fare. Se ti faccio la foto di cosa c'è nel pensile in cucina che uso SOLO per le farine.. ti spaventi :-) quindi Dieta relativa al "senza" solo in periodi di meno tolleranza, Poi diciamolo.. oltre alla moda ci sono i produttori che "ci marciano", e ben venga che ci sia moltissima scelta per i celiaci che fino a pochi anni fa avevano ben poco da scegliere e men che meno nei supermercati

      Elimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!