Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 16 giugno 2017
La vera caponata uh... quanto la amo! Ricordo quanto era buona quella che preparava in Sicilia mia zia Alba, una delle sorelle di mio padre, erano tutte cuoche straordinarie, ma lei era la zia più affettuosa ed amorevole, la mamma che tutti vorrebbero avere (almeno per me),  ricordo i profumi, ricordo quando mi spiegava come si preparavano varie pietanze (io ero piccolina).. ed io stavo lì col naso sui tegami a godere di quei sentori di vacanza, di mare, di famiglia, di buono; ricordo profumi e colori. poi c'era un'altra zia che preparava dolci pazzeschi, abitava a Torino che invece era quella più tosta, protettiva, con lei ti sembrava che nulla potesse capitarti. Ma questa è un'altra storia. Qui trovate la ricetta della caponata classica che mi aveva "passato" questa zia quando ero già grande, mamma a mia volta.

Nostalgia a parte.. questa caponatina è palesemente un'altra cosa. Una preparazione rivisitata. Una parente lontana, diciamo così, però è un contorno non fritto ma molto saporito

Cosa serve per DUE persone:

1 melanzana
2 grandi zucchine
1 cipolla fresca piccola bianca
doppio concentrato di pomodoro q.b.
1 manciatina di uvetta lavata e strizzata
1 manciatina di pinoli
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
1 pizzico di zucchero

In un tegame fare insaporire senza che prenda colore la cipolla affettata finemente.

Unire la melanzana lavata, sbucciata e tagliata a cubotti. Unire anche le zucchine tagliate a cubi più piccoli, mescolare ed unire il concentrato, il pizzico di zucchero e un po' d'acqua. Salare e pepare.



Aggiungere l'uvetta ed i pinoli. Mettere il coperchio, se serve aggiungere di tanto in tanto un goccino d'acqua e cuocere fino a quando la verdura risulta morbidissima.


22 commenti:

  1. Cara Simona, ecco un piatto che piace molto a me, leggero e buono.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. I piatti più semplici sono spesso più buoni e oltre questo, anche più leggeri e salutari. La tua versione ben venga !

    RispondiElimina
  3. Uno squisito contorno!
    Fa bene allo spirito ricordare le figure che sono state affettuose con noi, che sono legate a luoghi e profumi.
    Ci sono odori e profumi che mi riportano a bei momenti della mia infanzia, ai miei nonni.....bellissimi ricordi.
    Un bacio e buon fine settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, già che sono state poche meglio tenere vivo il ricordo 😘

      Elimina
  4. Ottimo modo per preparare le verdure, mi piace molto la caponata, questa tua versione con melanzane e zucchina è ancor più ricca e saporita, complimenti!Buona serata, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una via di mezzo tra caponata e ratatouille 😁

      Elimina
  5. Lo faccio spesso la caponata e' buonissimo 😘 baci

    RispondiElimina
  6. Anche questa versione mi sembra molto buona.....brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che fritta (e senza zucchine) la classica insomma ... è più succulenta ma ci accontentiamo anche di questa più sana 😉😘

      Elimina
  7. Ciao Simo, finalmente riesco a passare a trovarti. Come potevo non passare a vedere (dal vivo) questa deliziosa caponatina? Mia suocera è siciliana doc e anche un'ottima cuoca, per me è stata come una mamma e mi ha insegnato tanto, ora purtroppo non cucina più, ma questa è un'altra storia .. Quanti ricordi hai risvegliato in me con questo post, la tua caponata è molto diversa dalla sua ma comunque buonissima!
    Un abbraccio.
    Marina

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia....io questo piattino lo mangerei freddo, accompagnato da un bel panino dei tuoi per fare la scarpetta....altro che caviale!!!!Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  9. La tua rivisitazione mi piace molto, ma le emozioni legate a profumi e sapori della nostra infanzia sono unici e irripetibili!!!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Che bellissimi ricordi deve rievocarti questo piatto che seppur alleggerito mantiene tutto il suo fascino ^_^
    Sono tornata e non potevo non lasciarti anche un piccolo saluto qui ^_^
    Buon we e a presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh le zie (non tutte però ...) quando sono buone ti entrano davvero nel cuore e ti lo sai bene 😘😁

      Elimina
  11. se è light lo apprezzo ancor di più, ottima ricetta!

    RispondiElimina
  12. Mi piace questa versione Simona! io adoro rivisitare le ricette, ogni esperimento è ben gradito, soprattutto con un risultato così buono!

    RispondiElimina
  13. Ottima e gustosa questa versione!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  14. Non ho mai preparato la caponata, questa tua versione mi intriga molto, credo che la preparerò già domani! Grazie per la ricetta Simona, buona settimana cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per concedersi una bontà senza fare alzare l'asticella della bilancia Sandra cara 😉

      Elimina
  15. Come te anche io adoro la Caponata e seppur non ho mai avuto la grande fortuna di gustarla sul luogo d'origine, la apprezzo molto nella versione che fa mia suocera. Questa tua light mi intriga al pari della classica e per questo periodo di calura estiva in arrivo, credo sia una valida sostituta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti quella classica essendo fritta (e si sa che la melanzana di olio ne assorbe ...) è calorica, qst versione rivisitata con le zucchine invece no. Un buon compromesso 😉

      Elimina
  16. Profumo di sicilia oggi nel piatto, la chiamerei una caponatina rivisitata in chiave moderna, più adatta alla vita d'oggi, senza perdita di sapore

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...