Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
lunedì 24 aprile 2017
Cosa serve: (stesso peso burro-farina-ricotta)

220 g. burro morbido a temperatura ambiente
110 g. farina manitoba 320-340W
110 g. farina 220-240W
220 g. ricotta ben sgocciolata vaccina

In una ciotola mescolare con le mani (anzi una mano), il burro a pezzi morbido ormai a pomata, la ricotta fatta ben sgocciolare qualche ora, le farine setacciate (c'è chi usa solo manitoba, chi solo una farina debole,  io faccio un mix e mi trovo bene così). Dopo aver amalgamato con una mano, trasferire su spianatoia o foglio di silicone leggermente infarinato. Impastare non molto, anzi... solo quanto basta per ottenere un impasto omogeneo (sarà, appena fatto, appiccicoso, è normale. NON aggiungere altra farina.) Formare un panetto. Coprire con una ciotola e lasciare riposare una decina di minuti, si compatterà.



A questo punto la ricetta semplice originale prevede l'utilizzo. Infatti io l'avevo già fatta ed utilizzata subito e va benissimo....MA: se si ha tempo e pazienza (ma proprio poca..) di fare almeno tre giri alla pasta, più o meno come si fa quando si prepara la pasta sfoglia classica, questa finta pasta sfoglia alla ricotta ringrazierà! Il risultato sarà veramente uno sfogliato leggerissimo, bello e buono che nulla avrà da invidiare alla pasta sfoglia classica.

Anzi...siccome in commercio le paste sfoglie non contengono burro ma grassi insaturi, oli e grassi schifosi.. molto ma molto ma molto e ancora molto meglio questa versione. Se poi sfoglia..beh! Poco lavoro, tanta soddisfazione, gusto e salubrità!

Ho fatto solo tre giri come mi pareva e mi piaceva (che cercherò di spiegare....) e poco riposo in frigo, si fa in fretta.

Quindi... riprendere la pasta, avrà pezzettini sparsi (visibili) di burro, non sarà liscia come una palla da biliardo, è normale; infarinare leggermente mattarello e piano di lavoro, infarinare leggermente entrambi i lati della pasta e stendere un rettangolo abbastanza spesso.


Piegare immaginando il rettangolo diviso in 4 parti: due uguali più larghe e due uguali più strette. Ora si rivolta un lato (si parla sempre riferendosi al lato più stretto del rettangolo stesso) verso l'altro arrivando a farli combaciare.
(disegno: blu su arancione - bianco su verde)



Schiacciare un pochino per compattare (sarà, come detto una pasta morbida) avvolgerla in pellicola alimentare (no pvc possibilmente..) e mettere in frigo 10-15 minuti.

Riprendere la pasta, infarinare di nuovo leggermente sia piano di lavoro, che mattarello che pasta e stenderla in un rettangolo come prima. Ora piegare allo stesso modo ma dalla parte opposta.

Quindi fare la stessa cosa in modo speculare. Ripiegare fino a far combaciare i risvolti, schiacciare un pochino con le mani per compattare il panetto, avvolgerlo di nuovo nella pellicola e rimettere in frigo una 10-15 minuti.

In ultimo, riprendere la pasta, stendere di nuovo un rettangolo e piegarla questa volta in modo che due lembi uguali si tocchino, e poi si ripiega ancora in due (uno sull'altro) in modo da ottenere quattro strati.
Si avrà, naturalmente 660 g. di pasta sfoglia alla ricotta. Io l'ho divisa a metà, avvolta in pellicola senza pvc e congelata.

Si utilizzerà esattamente come una pasta sfoglia classica, quindi sia per preparazioni dolci che salate.






27 commenti:

  1. Carissima Simona trovo questa ricetta eccezionale a dir poco!!Più veloce rispetto la sfoglia tradizionale ma a quanto leggo con un risultato altrettanto valido!Ottima e da provare sicuramente,decisamente più sana rispetto quella realizzata a livello industriale,sempre piena di schifezze e di ingredienti in ogni caso non salutari! La salvo nel pc e ti ringrazio tantissimo per averla condivisa!:).
    Un bacione grande e buona settimana:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti posterò poi alcune ricette in cui la utilizzo 😉 Buona giornata carissima

      Elimina
  2. Sono molto curiosa cara Simona di vedere le tue realizzazioni. E' molto interessante e molto salutare. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Sempre molto brava, gran belle spiegazione e olio di gomito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gunther, sapevo avresti apprezzato :-)

      Elimina
  4. Cara Simona, devo ammettere che certi tuoi piatti li crei in modo strano ma buoni!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Brava, grazie, ci voglio provare....l'hai spiegata con la semplicità di chi la sa lunga in materia...ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel complimento che mi hai fatto Cri ... grazie 😘

      Elimina
  6. L'avevo fatta solo una volta con il philadelphia..questa alla ricotta deve essere sublime e non vedo l'ora di gustarmi (purtroppo) solo virtualmente la ricetta che avrai realizzato (su FB ho visto l'anticipazione ed ho già l'acquolina!!!!)
    Buona settimana tesorina 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😱 no con il Philadelphia no Veramente? Io l'avevo letto e avevo provato ma è risultata una ciofeca ..mai più!
      Hai visto l'anteprima? 😋 Peccato che non si capisca che bontà sia

      Elimina
    2. P.s. Non da te ma altrove.... eh!

      Elimina
  7. Questo post è veramente utile. Talmente chiaro che forse ce la posso fare anche io che non sono un drago in queste cose!!!
    Da te si impara sempre qualcosa!!!
    A presto
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto Flora! È proprio questa la parte che mi gratifica: sapere che sono utile a qualcuno 😉

      Elimina
  8. Il solo pensiero del burro che ci vuole per preparare la pasta sfoglia "vera" fa sì che io vada al supermercato vicino a casa mia a comprarla, ma questa versione con la ricotta va provata.
    Mi piace moltissimo :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in quella classica ce ne vuole molto, tuttavia è un grasso naturale con vitamine utili all'organismo mehtrablavsfihlia ptobta ha grassi insaturi nocivi. Questa versione è un buon
      Compromesso 💪 Certo sfoglia di meno non bisogna pensare di riempirla con farcie pesanti.

      Elimina
    2. Quei geroglifici 😂 Vogliono dire: "la pasta sfoglia pronta" ahhhh i telefonini .... 🤓

      Elimina
  9. attendo fiduciosa, so che ne leggerò di belle e di buone ! Un bacione

    RispondiElimina
  10. È vero spesso la tentazione di comprarla già pronta è forte, ovviamente non c'è paragone che regge,questa tua versione riduce notevolmente i tempi rispetto a quella classica sarà interessante vedere a quali preparazioni si presta maggiormente e sicuramente sarà una grande soddisfazione. Ciao Simo

    RispondiElimina
  11. Ciao Simo, io la faccio spesso, ma usando un formaggio spalmabile (tipo Philadelphia). Voglio proprio provare la tua versione, adesso che la ricotta è buonissima, deve essere eccezionale quella sfoglia. Grazie!

    RispondiElimina
  12. L'avevo fatta tempo fa, forse non avevo ancora il blog, non ricordo. Mi pare di averla vista su cook e l'avevo provata. Una buona alternativa, più leggera di quella classica ma certamente più buona di quella industriale! Io periodicamente faccio quella di Montersino, per me facilissima e ne tengo sempre una scorta in freezer. Ottima spiegazione, semplice e accompagnata dalle foto. Vediamo cosa ci tirerai fuori, siamo curiosi noi.

    RispondiElimina
  13. Ne avevo sentito parlare, ma no l'ho mai provata, forse è la volta buona per farla! La tua ha un bellissimo aspetto! :)

    RispondiElimina
  14. Grazie di questa utilissima condivisione, la spiegazione è chiarissima e la consapevolezza di quanto più sana sia questa preparazione mi stimola a provarla al più presto, bravissima!!!
    Baci

    RispondiElimina
  15. La pasta sfoglia è una delle cose più difficoltose da preparare!Tu addirittura ne proponi una alla ricotta!!
    Che dire sei avanti!!!
    Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  16. Eccomi finalmente!!!!
    Scusa se arrivo con ritardo ma sono rientrata (fisicamente e solo fisicamente) ieri sera dal lungo ponte (mente e voglia 0 son rimasti là tra i verdi monti)
    Questa ricetta mi piace molto, me la sono salvata e conto di provarla quanto prima!!!
    Invece devo andare a rivedere il post del contest per il Km0 per vedere se sono ancora in tempo per un'altra proposta ;)
    Un abbraccio grande <3

    RispondiElimina
  17. Simona é un' ottima alternativa alla sfoglia industriale: veloce e decisamente più sana. La proverò presto...un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Ciao Simona l'idea della pasta sfoglia fatta in casa mi ha sempre bloccato...poi tutto quel burro all'interno ancora di più e per quel poco che la uso va bene quella che si acquista. Ma questa tua versione facilitata mi intriga molto, sicuramente da provare ;). Grazie per la bella proposta, buona giornata luisa

    RispondiElimina
  19. Che bella ricetta e che fantastico il risultato ^_^ Manine d'oro le tue!

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...