Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
giovedì 5 settembre 2013

Cosa serve:

albicocche grosse e carnose

limone
zucchero
acqua

Si calcola 1 Kg. di frutta (peso netto, quindi dopo aver tolto il nocciolo) +  1 lt. d'acqua + 100 g. di zucchero semolato + 50 ml. di succo di limone.

Quindi partendo da queste proporzioni si calcolano gli ingredienti in base alla frutta che si ha a disposizione e/o si vuole sciroppare.

Io ho sciroppato 3 Kg. peso netto di frutta ottenendo 1 vaso da 1 Kg., 2 vasetti da 1/2 kg., 1 vasetto da 250 g. occorre tener conto che il peso diminuisce.


Innanzitutto occorre scegliere frutta matura ma non troppo, non molle, anzi deve essere bella soda, intatta non intaccata con parti nere. Per la qualità, secondo me è a piacere. Io ho scelto albicocche grandi di un frutteto della mia vicina di casa (il mio albicocco per ora è piccolino da poca frutta).


Lavare le albicocche e dividerle a metà, man mano che si puliscono metterle in una ciotola con acqua acidulata in modo che non anneriscano. (questa operazione però è utile farla se si sciroppa una gran quantità di frutta, nel mio caso diciamo per 2 kg di frutta l'operazione è veloce, si può anche saltare questo passaggio).


Scolare bene i frutti dall'acqua e limone e metterli in una casseruola molto capiente (fare tutto delicatamente in modo da non ammaccare la frutta) con le proporzioni sopra indicate di acqua, zucchero e succo di limone.

Tenere la fiamma al massimo. APPENA inizia il bollore, spegnere e togliere la pentola dal fuoco. NON fare cuocer oltre. Prelevare con una schiumarola, delicatamente per non rompere le albicocche, ma velocemente, la frutta e metterla a raffreddare in una o più ciotole, poi rimettere sul fuoco la pentola con l'acqua + zucchero + limone e fare consumare a fuoco allegro per ottenere lo sciroppo.

Deve consumare fino a che si riduca della metà circa ma comunque NON oltre 20 minuti sennò poi lo sciroppo si solidifica nei vasi, quindi anche se non si sarà ridotto di metà non importa, la densità andrà bene, si sarà solo sprecato un poco.




Mentre si riduce mescolare spesso. Fare poi intiepidire/raffreddare.

Usare sempre vasetti pulitissimi. Io li lavo la sera precedente, poi li metto ad asciugare perfettamente al sole oppure nel forno preriscaldato a 50° e poi fatto intiepidire. Bisogna anche usare assolutamente capsule nuove! Non bisogna speculare su queste cose, la perfetta conservazione dei cibi è fondamentale per non incappare poi a contaminazioni e intossicazione varie. Bisogna anche non avere fretta. MAI. Rispettare i tempi delle preparazioni. Piuttosto, se non si ha il tempo e la pazienza che occorrono, lasciate perdere.


Ok detto questo, si procede con l'invasare le albicocche. Molto delicatamente si riempiono i vasetti sistemando le metà dei frutti con la parte concava verso l'interno, occorre premere ma proprio poco-poco.


Io alla fine metto una griglietta che aiuta poi ai frutti a non venire troppo in superficie.

Coprire con lo sciroppo intiepidito o freddo.
Tappare bene con la capsula nuova e fare sterilizzare mettendo i vasi in una pentola grande abbastanza da coprirli almeno di 5 cm. con acqua fredda.

Calcolare 45 minuti da quando bolle. (controllare se il livello dell'acqua si abbassa troppo aggiungerne di bollente) Spegnere e lasciare i vasetti raffreddarsi nell'acqua. Poi toglierli, asciugarli, controllare che la capsula abbia creato il sottovuoto (se è alzata sostituirla e sterilizzare di nuovo), asciugarli, etichettarli e riporli in cantina o in luogo fresco. Si può consumare dopo un mese e mezzo. Non prima.

A piacere si può aggiungere nei vasetti qualche pezzettino di cannella che aromatizzerà lo sciroppo e le albicocche.






11 commenti:

  1. Questa è una preparazione che adoro ma che non ho mai provato! Posso venire a trovarti così me ne regali un paio di arborelle? :D
    Scherzi a parte, ho l'acquolina alla bocca! :)
    Un bacio grandissimo cara Batù (e scusami se ultimamente non ti ho più lasciato un commento, ma ho sempre letto un po' di corsa i tuoi post :*)

    RispondiElimina
  2. Eccomi qui mia dolce e simpatica Batù
    Niente chiappe al sole ma tanta tantissima famiglia
    Sono stata presa da un dolce e coccoloso letargo da cui (lo confesso)è difficile riemergere....la pancia grossa e la pelle splendente (ahahah scusa la modestia) mi invogliano a continuare a coccolarmi ......ancora per poco però!!!!!!
    Certo un bel vasetto di albicocche sciroppate e una forchettina ma anche uno stecchino bello lungo....mi potrebbero aiutare
    Ti abbraccio con tanto tantissimo affetto
    Un bacione
    e sempre ....GRANDE RAGAZZA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ciaooooooooo

    RispondiElimina
  3. Adoro le albicocche sciroppate e le tue sono favolose...invidia!!!!!

    RispondiElimina
  4. Oddio che buoneeeeee!!! Beata te che hai così tante (e soprattutto belle) albicocche..io quest'anno solo fichi O_o
    la zia Consu

    RispondiElimina
  5. come portare il sole nell'inverno, quest'annoa nche d anoi sono maturate tardi le albicocche

    RispondiElimina
  6. Che belle e chissà che buone!!! Anche la nostra zia conserva così le pesche, io non ci ho mai provato! Buona serata!

    RispondiElimina
  7. Ciao Batu!!! che spiegazione esaustiva!!!
    IO ho fatto le pesche, ma mi sa che qualcosa non va, i frutti dopo il sottovuoto hanno assorbito lo sciroppo e ora quello in alto è all'asciutto :-/ sono da buttare!?!??!
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
  8. cara batù terrò presente questa ricetta visto che adoro le albicocche sciroppate..scusa se sono passata in ritardo a trovarti ma ultimamente dedico poco tempo al blog

    RispondiElimina
  9. che spettacolo!!! devo essere buonissime, le adoro

    RispondiElimina
  10. a me manca la materia prima, non ha senso conservare la frutta del mercato :(
    fatte in casa, però, saranno buonissime!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Visite

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Partecipa al nostro Contest di "al Km 0"

Partecipa al nostro Contest di    "al Km 0"
Scade il 28-04-2017

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...