Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
martedì 25 luglio 2017
Amo tantissimo la pasta fillo, così croccante e gustosa e la amo anche perchè light, essendo assolutamente priva di grassi, cosa c'è di meglio che usarla in alternativa alla pasta sfoglia o alla pasta matta per gustosi strudel?
Non ho usato nemmeno zucchero poichè le pesche, nel pieno e a fine stagione sono dolcissime, ci sono gli amaretti e le gocce di cioccolato che conferiscono altra nota zuccherina, va da se che se gradite un dolce meno strudel (che per antonomasia non è molto dolce) ma più simile ad una sfogliata beh... aggiungetene un po' al ripieno.

Cosa serve:

1 rotolo di pasta fillo surgelata
3 pesche noci-nettarine gialle
60 g. amaretti secchi
60 g. gocce di cioccolato
40 g. mardorle a lamelle
olio d'oliva q.b. per spennellare
zucchero di canna grezzo chiaro q.b per spolverizzare
1/2 limone succo e scorza grattugiata della Costiera Amalfitana


Scongelare la pasta fillo e toglierla dall'involucro. Tenerla SEMPRE coperta con un canovaccio perchè si secca velocissimamente, quindi ogni volta che si preleva un foglio, coprirla subito.

Accendere il forno preriscaldandolo, ventilato a 190°

Lavare le pesche lasciando naturalmente la buccia. Nel bicchiere del minipimer mettere: due pesche tagliate a pezzi, gli amaretti sbriciolati grossolanamente con le mani direttamente nel contenitore, ed il succo di mezzo limone. Attenzione! i limoni di Amalfi sono giganteschi e molto succosi, molto aromatici (io li adoro!) SE usate altra qualità di limone regolatevi e piuttosto mettetene uno (ma il risultato, secondo me, non sarà avere lo stesso aroma e sapore). Frullare fino ad ottenere una salsina densa. Tenere da parte.

Tagliare a cubettini piccoli l'altra pesca. Tenere da parte.
Prendere ora un foglio di carta fillo e metterlo su un foglio di silicone o di carta da forno e spennellarlo bene con olio d'oliva (o burro fuso e freddo), mettere sopra ancora un'altro foglio, spennellare di nuovo, continuare così fino a sovrapporre 4 fogli. 
A parte rifare la stessa operazione. Bisogna ottenere due rettangoli di 4 fogli di carta fillo olati e sovrapposti. Ricordarsi di coprire con canovaccio ogni volta.
Spalmare ora metà della salsina di pesche e amaretti su un rettangolo e metà sull'altro.


Cospargere su ognuno gocce di cioccolato e 15 g. di mandorle a lamelle su ogni rettangolo di pasta, spolverizzare leggermente con lo zucchero.

Coprire ogni rettangolo con due fogli (in tutto quindi 4) di pasta fillo, sempre oliando ogni foglio.
Ricapitolando si avrà: due strudel ognuno composto da: sotto 4 fogli di pasta fillo, farcia e 2 fogli di pasta fillo sopra.
Arrotolare i due strudel, appoggiarli su un nuovo foglio di carta da forno. Spennellare ancora la superficie con l'olio d'oliva, spolverizzare leggermente con lo zucchero e con le restanti mandorle a lamelle.
Io ho voluto fare un'esperimento: uno strudel l'ho cotto intero e tagliato poi una volta cotto e intiepidito, l'altro invece, l'ho tagliato a losanghe prima di cuocerlo.


Il risultato è aver ottenuto, in quello tagliato prima della cottura, una crosticina ulteriore ai lati. Niente male!
Mettere quindi in forno e cuocere per 15 minuti, abbassare a 170° e proseguire ancora per altri 5-7 minuti. Fare intiepidire o raffreddare e servire.


Se replichi la ricetta, inserisci per cortesia il link di riferimento al mio sito. Grazie!

24 commenti:

  1. eh con lo strudel gioco in casa :)) però non ho mai provato questa variante! davvero ottimo, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! 😂 Beh qst è sulla falsa riga, la vera pasta per strudel, si sa, è un'altra che faccio è mangio molto volentieri 😉

      Elimina
  2. Mamma mia che bontà, peccato che non trovo più la pasta fillo. Da l'anno scorso il negozio Famila si è trasformato in Mercatò, era l'unico negozio che lo trovavo, però ora non lo tengono più. Si potevano preparare tante cose sfiziose e golose ! Mi godo solo virtualmente il tuo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco anche Consu dice così ma io la trovo praticamente un po' ovunque negli iper, vieni a comprarla a Pinerolo 😁😘

      Elimina
    2. Hi, hi, hi, sembrano due passi fino a Pinerolo, ma non si sa mai. Ogni tanto a Torino ci vado da mio figlio, ma siamo sempre di corsa e non ci inoltriamo molto, magari lì c'è, non mi è venuto in mente di guardare.

      Elimina
  3. Cara Simona, credo che questo strudel sia veramente buono e a certo sapori molto raffinati che li senti per fino nell'aria.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dedicato a chi non ama troppo il dolce 😉

      Elimina
  4. Anch'io amo la pasta fillo ma da me non riesco mai a trovarla..mi tocca farla e in questi giorni proprio non ho tempo! Mi godo però i tuoi sfiziosi strudel e me li sognerò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'esselunga Consu dovresti trovarla. Da me in assortimento c'è. Anche al simply e carrefour. Che strano...

      Elimina
  5. che strudel goloso poi la pasta fillo è croccante e sottile, rimane meglio il sapore della frutta cosi e del cioccolato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah Carmine io adoro tutto ciò che scrocchia 😉

      Elimina
  6. Adoro lo strudel in tutte le varianti possibili!
    Tagliato o intero, trovo il tuo strudel molto molto goloso :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Buonissimo, mi piace molto e ne immagino tutto il sapore. Approvo la scelta di non aggiungere zucchero, del resto lo strudel non è un dolce molto "dolce". Brava

    RispondiElimina
  8. I buonissimi ingredienti garantiscono l'ottimo risultato, nella versione intera o tagliata questo strudel mi convince sempre!!!
    Baci

    RispondiElimina
  9. E' vero sono dolcissime le pesche in questo periodo, una vera delizia!

    RispondiElimina
  10. Adoro la pasta fillo e ti copio spudoratamente la ricetta.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  11. stupendo: una gioia per gli occhi, e dato gli accostamenti strepitosi, anche per il palato!Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piace questa pasta! La provai diversi anni fa per farne dei cestini ripieni e fu amore a prima vista :) Complimenti perchè immagino quanto possa essere ottimo e goloso questo tuo strudel!

    RispondiElimina
  13. Anche io amo la pasta fillo e questa ricetta mi intriga molto. Bravissima. ;)
    Marina

    RispondiElimina
  14. Uno strudel un po' diverso dal solito fatto col le pesche gli amaretti assorbono acqua delle pesche e danno anche un buon sapore di mandorla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti l ho chiamato strudel un po' impropriamente 😬 Non si da più cosa cucinare di nuovo caro Günther 😉

      Elimina
  15. adoro tutto quello fatto con la pasta fillo, segno la ricetta !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io, la mangerei anche al naturale guarda 😁

      Elimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...