Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
sabato 11 ottobre 2014
Questi grissini sono saporitissimi, si mangiano volentieri anche senza pietanza :-)
Per chi ama il salato,con un buon companatico, diventa una sana merenda o uno spuntino!

Cosa serve:

500 g. farina 0 macinata a pietra (io una farina di un molino di un paese vicino al mio)

due cucchiai di olio evo
260 g. circa di acqua minerale naturale a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale fine
1 cucchiaio scarso di doppio concentrato di pomodoro
una bella spolverata di origano (se è disponibile.. fresco!)
150 g. di lievito madre (già rinfrescato) oppure: 25 g. di lievito madre secco, oppure: 3 g. lievito di birra fresco
1 cucchiaino di malto di riso o d'orzo liquido biologico

Inizio col dire che preparo possibilmente l'impasto la sera prima, poi copro con pellicola e metto in frigo tutta la notte. La mattina tiro fuori l'impasto e lascio a temperatura ambiente almeno un'ora. Il gusto finale ne guadagna! Se non si ha tempo si può anche lasciare a temperatura ambiente a lievitare per almeno 3 ore.

Se si ha una planetaria bene, altrimenti si può tranquillamente fare a mano (io prima mica ce l'avevo la planetaria e il pane, la pizza, i grissini ecc li facevo comunque. Solo le ciabattine e poco altro non si possono fare senza l'impastatrice!)

Mettere nella ciotola la farina setacciata (le farine locali, macinate a pietra, sono assolutamente da preferire. si possono trovare anche nei consorzi agrari della propria città), unire il lievito a pezzi (o sbriciolato nel caso si usasse quello di birra fresco: NON farlo sciogliere in acqua perchè poi la maggior parte rimane nel bicchiere!), unire il malto, l'olio e iniziare a mescolare a velocità minima.


(se si fa a mano mescolare con una forchetta) unire, poca alla volta, l'acqua. La quantità è, come sempre, indicativa, dipende dalla farina, dalla sua forza, quanta ne assorbirà. Deve rimanere un impasto finale liscio e morbido ma sicuramente non appiccicoso.

In una ciotolina mescolare il doppio concentrato di pomodoro con un cucchiaio di acqua ed il sale ed unirlo all'impasto. Continuare ad impastare e aggiungere, in ultimo, l'origano.

Trasferire l'impasto su una spianatoia, impastare ancora nel caso in cui non si abbia usato una planetaria.
Oliare leggermente una ciotola di vetro (o di metallo ma NON di plastica) e mettere l'impasto. Coprire con pellicola e mettere, come detto, in frigo parte bassa, fino alla mattina successiva. Altrimenti fare lievitare per almeno 3 ore in luogo tiepido o forno spento con lucina accesa, o forno preriscaldato a 50° e poi rigorosamente spento (in questo caso dopo aver spento aspettare 10 minuti prima di inserire la ciotola con l'impasto da lievitare).



Riprendere l'impasto, ri-lavorarlo poco senza forza per non compromettere la lievitazione. (E' piuttosto morbido)

Tagliare con un tarocco/raschia del pezzetti. Allungarli molto grossolanamente, tenendo le estremità con le dita e tirando senza far rompere la pasta ovviamente ma creando appositamente delle imperfezioni (qui in piemonte, patria dei grissini, non amiamo i grissini perfetti, che sembrano tagliati col laser, al contrario amiamo quelli assolutamente imperfetti, sintomo di artigianalità), e disporli un po' distanziati sulla placca rivestita da carta forno. Spolverizzare i grissini con una generosa dose di farina.

Coprire di nuovo con pellicola.
Lasciare riposare una mezz'oretta/40 minuti.

Intanto preriscaldare il forno ventilato a 180° con un pentolino d'acqua sul fondo per creare umidità.




Togliere naturalmente la pellicola ed infornare per 10 minuti. Poi togliere velocemente il pentolino, abbassare la temperatura a 160° e cuocere ancora un'altra decina di minuti o fino a quando siano gonfi e dorati.
Qui in piemonte c'è un po' una diatriba: chi ama il grissino proprio bruciacchiato, chi se lo contende, chi ama il grissino pallido (io sono tra questi.. appena colorito ma ben cotto - il gusto del bruciato non mi piace) a voi la scelta.

Se piacciono più friabili spennellarli di olio prima di infornarli.





Se replicate la ricetta per cortesia inserite il link al mio sito
Grazie!

7 commenti:

  1. QUANTO SONO SFIZIOSI, TE NE RUBO QUALCUNO!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Sono croccanti e molto molto invitanti.... al profumo di pizzaiola non li avevo ma provati, ma li devo provare mi piacciono troppo!!!
    Buon fine settimana
    Flora

    RispondiElimina
  3. Stuzzichini che stuzzicano abbastanza. Buoni, buoni fatti in casa !

    RispondiElimina
  4. Buoni i grissini fatti a mano, io ci ho provato una sola volta, devo rimettere le mani in pasta :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  5. Buoniiiii!! Buongiorno Batuffolando!!! È tanto che non ti leggo.. avevo abbandonato il mio Blog e di conseguenza tutte voi.. bellissima questa ricetta, la mia bimba ne andrà matta.. Da rifare assolutamente!! un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  6. Arrivare a casa e trovarli in cucina sarebbe la mia fine!!!!

    RispondiElimina
  7. Stavo proprio pensando di fare dei grissini fatti in casa ed ecco la ricetta! Spero di riuscire a farla presto, io amo i grissini, più del pane, e questi sembrano ottimissimi! :D

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...