Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
sabato 5 marzo 2016
Per chi non conoscesse il passito di Caluso:

Vino da dessert, ottenuto da uve appassite.
Nelle giornate più soleggiate di settembre vengono selezionati i migliori grappoli di Erbaluce, raccolti a mano, e con la massima delicatezza appesi ad uno a uno ai telai in passitaia. Per cinque mesi, il tempo è l’unico protagonista del loro appassimento. Trascorso questo periodo, finalmente arriva il momento della torchiatura: da questo momento il raro nettare ottenuto viene fermentato in un operazione rigorosa e lenta al fine di preservare i profumi e l’aroma dell’Erbaluce. Proprio il trascorrere del tempo, leviga e raffina questo prodotto: il suo colore può variare dal giallo oro all’ambrato, i profumi sono delicati , floreali con note di miele a albicocca appassita ed al palato risulta dolce armonico e pieno, con un persistente retrogusto. Ben si accompagna a dolci sia alla pasticceria secca (torcetti di lanzo, paste di meliga, canestrelli) sia al cioccolato, budino o amaretti. È possibile anche preparare lo zabaglione al Caluso Passito. Ottime proposte sono gli accostamenti a particolari tipi di formaggi stagionati delle Valli (Sacra, Chiusella...) ai formaggi di pecora, ed ai formaggi erborinati (gorgonzola).  Fonte


Cosa serve per la pasta frolla:

250 g. farina 00
100 g. burro 
80 g. zucchero semolato
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di 1 limone naturale
1 uovo + 1 tuorlo

Cosa serve per il ripieno:

5 mele renette
2 cucchiai di zucchero di canna
1 bicchierino di passito di Caluso
1 noce di burro

Poi serve:

burro e farina q.b. per la tortiera
1 savoiardo secco

Preparare la pasta frolla mettendo nel robot da cucina il burro freddo da frigo a pezzi con il pizzico si sale e la farina. Far sfarinare il composto per pochi secondi, poi aggiungere la scorza del limone, lo zucchero, le uova precedentemente leggermente sbattute. Azionare di nuovo le lame quel tanto che basta per fare amalgamare ed assemblare il composto, poi prelevarlo con le mani leggermente infarinate, formare velocemente una palla, avvolgerla con la pellicola e metterla a riposare in frigo almeno una mezz'ora. (volendo si può fare la pasta a mano usando il burro a temperatura ambiente e assemblando gli ingredienti con la punta delle dita molto velocemente).

Trascorso il tempo, prendere la pasta dal frigo.
Accendere il forno a 170°statico.

Imburrare ed infarinare una teglia da crostata da 24D.

Ammorbidire con le mani la pasta e stenderla (conservandone volendo un pezzettino - circa 1/3 - per formare la griglia, ma si può anche non farla, e decidere per avere il fondo della torta più spesso, è solo questione di estetica) nella tortiera compresi i bordi che si possono rifilare con un coltello o una rotella dentellata (come ho fatto io), poi bucherellare bene il fondo.

Sbriciolare il savoiardo e cospargere le briciole sul fondo (servirà ad assorbire l'umidità delle mele saltate in padella, a non far inumidire la pasta)




Sbucciare le mele e tagliarle a fette non troppo sottili (sennò spariranno in cottura). In una capiente padella far spumeggiare una noce di burro, aggiungere le fette di mele, subito dopo lo zucchero di canna, farle saltare (o giratele delicatamente con un cucchiaio di legno) e subito dopo unire il liquore, farle risaltare (o rigiratele) e spegnere subito.
Non devono cuocere sennò si spappolano, devono solo caramellarsi leggermente e prendere il sapore del passito. Tutto molto rapidamente.



Lasciare intiepidire le fette di mele e disporle, ben - ben sgocciolate a raggiera sulla pasta sovrapponendo le fette leggermente.



Stendere la pasta rimasta, formare delle striscioline con la rotella dentellata (o anche con il taglia pizza o anche con un semplice coltello affilato) e disporle a piacere sulla crostata. Deve risultare una griglia larga, le fettine di mela si devono vedere.

Infornare per circa 40 minuti. Controllare la colorazione dei bordi della crostata, devono essere ben dorati.

Fare raffreddare e servire (ottima anche tiepida!)

malgrado il liquore è buonissima anche per i bambini perchè il passito è del tutto evaporato!








21 commenti:

  1. che buona questa crostata..
    amo le mele e sono curiosa dell'aroma ricco lasciato dal passito.. mamma che buonooo.. immagino il profumo
    buon anno cara

    RispondiElimina
  2. WOW Che crostata!! Le torte con la frutta cotta sono davvero le mie preferite! Grazie per aver partecipato! Un bacione!

    RispondiElimina
  3. Davvero splendida la tua crostata e chissà che delizia al palato!
    Complimenti tesoro, non potevi iniziare l'anno in modo migliore ^_^
    Un bacio e ancora tantissimi auguri <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  4. Adoro la torta di mele e questa deve essere spaziale! Buona serata!

    RispondiElimina
  5. Bellissima ricetta, dev'essere davvero deliziosa! Un bacio!

    RispondiElimina
  6. Cinque mesi?Sarà ottimo mai assaggiato,che bella crostata!!Buon anno cara

    RispondiElimina
  7. favolosissimo questo abbinamento! adoro quel vinello, da buona piemontese non resisto alla bontà dei nostri vini strepitosi!!!

    RispondiElimina
  8. Questa è da fare!!!! Soprattutto per conoscere questo meraviglioso vino che non ho mai assaggiato! Promossa a pieni voti! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely!!!!! :-)
      e grazie ad Artù, Tina, Monica,, Vale, Chiara insomma.. grazie a tutte! ne sono proprio felice che vi piaccia. Ricambio i baci

      Elimina
  9. buonissima con il passito sicuramente avrà una sapore più deciso!! sono appena arrivata sul tuo blog.. ti seguo con piacere
    a presto
    vale

    RispondiElimina
  10. io adoro il passito, questa crostata deve essere strepitosa!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. Ottima ricetta. Ne assaggerei volentieri un pezzettino!!!!

    RispondiElimina
  12. apparentemente sembra gustosa, ora mi toccherebbe assaggiarla, per confermare :) .. brava

    RispondiElimina
  13. ciao ho scoperto il tuo blog proprio tramite questo contest, mi è piaciuto subito il titolo della ricetta ed eccomi a leggerla tutta, complimenti mi unisco volentieri al tuo blog, e se hai voglia ti invito da me, ti aspetto

    RispondiElimina
  14. Ciao , bellissimo il tuo blog. Complimenti per la vincita, questa crostata è veramente degna di essere premiata !!! Mi sono unita ai tuoi lettori, se ti va passa a trovarmi : http://lericettediclaudiaeandre.blogspot.it/
    A presto !!! :)

    RispondiElimina
  15. Adoro il passito, adoro le crostate e adoro le mele: che bello se una fetta di quel dolce meraviglioso si potesse materializzare per incanto proprio qui, ora, sulla tastiera del mio pc!
    Gnammmmmmmmmm :))

    RispondiElimina
  16. Che bella crostata! Interessante l'aggiunta del passito. :)

    RispondiElimina
  17. Adorole crostate di mle.. la tua con il passito ha una marcia in più!! smackkkk e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  18. Che dolcezza infinita!!!!! Buonissima! Un bascione forte e buona settimana!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Visite

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Partecipa al nostro Contest di "al Km 0"

Partecipa al nostro Contest di    "al Km 0"
Scade il 28-04-2017

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...