Partecipate al nostro contest!

Partecipate al nostro contest!
Scade il 28-01-2018

Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
domenica 14 febbraio 2016
...e lo so che oggi i blog, tutti i siti e anche i motori di ricerca saranno all'unisono strabordanti di cuori e cioccolatini e dolcetti, ed è giusto, sono d'accordo per questa overdose di romanticismo e amore che già ci sono troppe schifezze in giro. Un po' di leggerezza ci vuole.

Io però posto questa ricetta perchè oggi, oltre ad essere S.Valentino, sarebbe stato anche il compleanno di mio marito e voglio omaggiare il suo ricordo: lui preferiva senza dubbio il salato. Non era da piatti delicati di assaggini, nouvelle cuisine ... quando vedeva quei piatti con una, due, tre gocce di una qualche salsa super concentrata e uno, due, tre gamberi oppure una, due, tre mini quadratini di qualche improbabile alimento .. beh si faceva una sonora risata (e anche io veramente...) a lui piaceva mangiare! E gli piaceva la cucina casereccia, tradizionale, sapori decisi, un po' da taverna-trattoria insomma. Che sia chiaro... non è questione di essere grezzi o raffinati.. non c'entra un fico secco. Conosco gente che non riconosce la genuinità di cosa mangia, ma pensa che se un cibo gli viene servito come detto sopra e  in un ristorante costoso lo sia, a prescindere.. poi magari fischia o schiocca le dita per chiamare il cameriere.. :-)


In realtà quindi dovrei omaggiarlo, questo giorno, postando una porchetta allo spiedo con accanto un boccale gigantesco di birra fredda che avrebbe reso maggiormente l'idea..ma anche questo piatto di cotechino, würstel e crauti che avevo in archivio e non ancora pubblicato, fa proprio al mio caso, dato che era tra i suoi preferiti.


..... Anche se ad onor del vero non ho mai capito come mai le torte, dolcetti, cioccolato e ogni sorta di dolciume, magicamente sparisse... che in casa nostra venisse, di notte, a servirsi indisturbato il fantasma formaggino? .... :-)

Cosa serve:

1 cavolo cappuccio o una verza di medie dimensioni
1 cipolla bianca
olio evo
1 cotechino fresco da circa 500 g.
4-6  wurstel grandi
1 bicchiere di vino bianco secco
50 g. lardo pancettato in una sola fetta
sale e pepe q.b.
brodo vegetale q.b.

Lavare e tagliare a listarelle sottilissime il cavolo, eliminando la costa dura centrale.

In una casseruola dal fondo spesso in poco olio evo fare soffriggere la cipolla (che non deve diventare scura) con il lardo tagliato a cubettini piccoli.
Unire il cavolo, mescolare per fare insaporire ed unire in vino bianco secco, quando è evaporato, aggiungere poco alla volta, brodo vegetale q.b. cuocere a fiamma bassa e con il coperchio per circa 1 ora e mezza, anche due. Dipende se i crauti vi piacciono croccanti o ben cotti. Io preferisco questa seconda opzione. Aggiustare di sale e pepe.



Intanto in una pentola con molta acqua fredda (senza sale ovviamente) cuocere il cotechino (comprato dal macellaio è tutta un'altra musica rispetto a quelli precotti.. ma fate voi). Chiedete il tempo di cottura al macellaio che l'ha insaccato, dipende da quanta cotenna ha usato. Nel mio caso l'ho cotto 1 ora e 3/4 dal bollore.



A 7/8 minuti dalla fine della cottura dei crauti, aggiungere i  wurstel
 che non dovranno propriamente cuocere (sono precotti) ma scaldare ed "aprirsi".

Servire il tutto su un piatto di portata capiente possibilmente fatto scaldare a 50° in forno per qualche minuto. Questa pietanza va mangiata caldissima!






29 commenti:

  1. anche mio marito quando vede quei piatti con bocce,pezzetti sorride ironicamente,ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, sei un vero tesoro, contraccambio l'abbraccio :-)

      Elimina
  2. Ahhhh ma qui si ragiona davvero! E, se permetti, da brava bergamasca aggiungerei a quel piatto succulento una bella fetta di polenta :)
    Buon pomeriggio cara, ti mando un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... d'accordo con te al 100% .. la generosa fetta di polenta la tenevo "buona" per il cinghiale :-)))))

      Elimina
  3. Un piatto bello robusto altro che leggero ma appetitoso...quella che fischiano per chiamare il cameriere è troppo carina ah ah ah!

    RispondiElimina
  4. Ad essere sincera anch'io preferisco un buon piatto fatto in casa ad un piatto da ristorante costoso che non toglie nemmeno la voglia! Il tuo piatto rende bene l'idea e ti confesso che i crauti non li ho mai fatti in casa ma vorrei rimediare :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al di là poi di questo piatto che è oggettivamente pesantuccio... ma insomma ogni tanto si può fare..basti pensare alle sagre del paese, si mangiano queste pietanze giusto? :-) i crauti in salamoia li detesto, acido puro per me.

      Elimina
  5. Sono assolutamente d'accordo con te! E ti abbraccio forte forte, come avrebbe fatto tuo marito di fronte a questo bel piatto, un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) lo prendo tutto e contraccambio carissima! Grazie

      Elimina
  6. Sicuramente non dietetico ma ottimo questo piatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giluy, verissimo ma non si può sempre stare a dieta.. sennò sai che tristezza? :-)

      Elimina
  7. Molto bene, con questo divino nettare ci vado a nozze.
    Dosi abbondanti nèèè !
    Le porzioni striminzite non sono di mio gradimento.
    Baciottoni
    Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .... e lo so! e hai ragione!!! baciotti a te cara Rosetta!

      Elimina
  8. un piatto che mi fa pensare alla Germania,sicuramente gustoso e perfetto con un bel boccale di birra (e rutto libero.....aahahahahahh scherzavo!!!!!)
    Un bacione ;-)

    RispondiElimina
  9. che bel pensiero, penso che lui gradira' da lassu', ti abbraccio forte tesoro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me li prendo tuttissimi questi abbracci :-)

      Elimina
  10. Un piatto che anche a noi piace e in questo periodo più freddo ci sta proprio. Io l'ho fatto un paio di volte ma con carne di maiale un pò affumicata, che mi ha dato un mio fratello andando a trovarlo, la prepara lui stesso, o con della salsiccia. Per i non amanti della carne l'ho fatta anche io con il wurstel, si sa, spesso devo cucinare due pietanze insieme. Immagino tuo marito come ti voleva bene e ti mangiava con gli occhi e tu li preparavi dei piatti succulenti. Questo piatto sicuramente vale di più di tutti gli altri cuoricini,perché bisogna toccare il cuore con quello che più pace e in quanto pare, l'avrebbe apprezzato di più un piatto così perché era un buongustaio.
    Un abbraccio stritoloso e un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia.. ecco.. ho tenuto duro sin'ora... e mi hai fatta commuovere.. grazie del tuo affettuoso commento, davvero grazie :-)

      Elimina
    2. ....adoro i crauti, pensa quando li faccio ne devo fare in dose massiccia perché a casa mia tutti ne vanno matti.
      Cotechino e wurstel, amo maggiormente quelli bianchi e fatti dal macellaio,a casa mia non mancano mai.
      Un abbraccio di <3 Monica

      Elimina
  11. Ne sono ghiottissima e quando stavo in Germania hai voglia ad abbondare con questi piatti tipici. In Italia,lo mangio poco ma metto pure insieme la marmellata di frutti di bosco...E lo so buttatemi fuori ma con il cotechino è una delizia..Speriamo che tuo marito insieme al mio compagno non mi sentano..
    Bacionissimi adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo di sì invece.. :-)
      Il motivo te lo dico poi in separata sede....
      avevo fatto una marmellata di cipolle di Tropea che era una delizia insieme al cotechino, se la trovi, artigianale provala!

      Elimina
  12. anch'io adoro il salato e i piatti robusti!!!! mangerei volentieri la tua preparazione !!! ti abbraccio forte mia cara!!!

    RispondiElimina
  13. Anch'io aggiungerei una bella fetta di polenta e, per gradire ancora di più, fiumi di birra gelata anche per me. Un super abbraccio Simo cara

    RispondiElimina
  14. mi dispiace molto per tuo marito ma sono sicura che avrebbe sicuramente apprezzato la tua ricetta perchè viene dal cuore ed è fatta con amore, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. Mio marito andrebbe a nozze con questo piatto, ma è anche un golosone e gli piace anche il dolce, insomma è un buongustaio!!!
    Mi dispiace per tuo marito, penso che lo avresti fatto felice con questo piatto...
    Flora

    RispondiElimina
  16. che bel ricordo, anche io sono da queste pietanze non tante leggere, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai! pensavo mi sgridassi per il cotechino ... mi prendo molto volentieri l'abbraccio!

      Elimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...