Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 11 luglio 2014
Il pane pullman (che è la classica forma che ormai da parecchi anni si trova sugli scaffali del supermercato, e qui è chiamato bauletto, soffice pensato per sandwich e tramezzini) pare sia originario della Georgia, quindi USA (ovviamente patria del panino mordi e fuggi), però sembra che fosse preparato col lievito istantaneo per torte salate (forse proprio perchè alcool e lievito non si sposano benissimo, ecco che subentra un agente lievitante chimico) e forse anche per avere in fretta un pane pronto da poter essere consumato. Io però ho usato il lievito fresco (non avevo fretta). Perchè pullman? (e aggiungo che deve essere una pangnotta di pane di solito bianco) perchè prende nome da un vagone ferroviario, le cui carrozze hanno la forma, appunto, di questo pane.


Oggi versione alla birra!!!

Cosa serve:

500 g. farina 280W
260 g. birra (* leggi di seguito nel procedimento) circa a temperatura ambiente
5 g. lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero
10 g. sale fino
1 cucchiaino di malto liquido o miele di acacia
30 g. burro fuso

poi serve: burro per spennellare

Io ho usato una birra di grano tedesca non filtrata, (così omaggio mio figlio che attualmente vive in Germania) leggermente opalescente che a me piace molto, la Hacker-Pschorr Weisse, ma ognuno può usare la birra che preferisce, meglio non orientarsi su birre scure dal triplo malto  più alcoliche, perchè l'alcool interferisce con la lievitazione e perchè conferirebbero un sapore troppo marcato e amarognolo al pane. (però, ripeto, è questione di gusto)




Travasare la birra in una caraffa e lasciare che si schiumi.

Nella ciotola della planetaria (o ciotola qualunque se si fa a mano) mettere la farina, unire il lievito sbriciolato, il malto, lo zucchero e iniziare ad amalgamare gli ingredienti a velocità minima. (con una forchetta se si fa a mano e poi bisogna travasare sul piano di lavoro l'impasto quando non si riesce più a mescolare) unire, un po' per volta 3/4 della  birra scritta nella ricetta . (Come per l'acqua può occorrerne anche un po' di meno o di più, dipende dall'assorbimento della farina che si sta usando, in questo caso si può aggiungere un pochino di acqua, se non si ha a disposizione altra birra), unire poi il burro fuso con sale (va bene fatto sciogliere a microonde, non deve essere caldo, solo fuso.)
Ora valutare quanta del 1/4 di birra avanzato aggiungere all'impasto per il discorso appena fatto. L'impasto deve essere non molle ma malleabile e non appiccicoso, ma nemmeno duro.

Mettere l'impasto in una ciotola capiente leggermente unta di olio, coprire con pellicola alimentare e mettere a lievitare in luogo tiepido fino a quando raddoppia di volume.

Ungere uno stampo da plum-cake con il burro (bene, sia il fondo che le pareti).

Prendere l'impasto, lavorarlo leggermente, stenderlo con un mattarello e formare un rettangolo largo come lo stampo, arrotolare l'impasto (come per un rotolo di pasta biscuit) e metterlo dentro allo stampo. Schiacciare con le nocche delle dita per pareggiare bene il rotolo di pasta.

Coprire con pellicola e fare lievitare ancora fino a quando l'impasto arriva al bordo dello stampo.

Accendere il forno ventilato con un pentolino di acqua messo sul fondo a 200°.

Togliere la pellicola che copre lo stampo, spennellare delicatamente la superficie con burro fuso (abbondante) ed infornare per 20 minuti.

Aprire il forno, togliere il pentolino d'acqua, richiudere, aspettare 5 minuti e abbassare il forno a 180°. lasciare ancora cuocere circa 15 minuti (ma dipende dal forno, dipende da quanto cotto piace il pane. Occorre valutarlo)

Quando il pane pullman alla birra è cotto, sformarlo, metterlo su una gratella a raffreddare e servire poi con formaggi molli e stagionati, salumi, salmone e pesce spada affumicato, uova di pesce.





14 commenti:

  1. Non ho mai provato a fare con la birra, anche perché i miei ragazzi non la vorrebbero, però mi piace come è venuta. Magari alla loro insaputa mi ci metterò a provarla anche con la birra. Sa di molto buono !!! :) Buona giornata e a presto !!! Claudia

    RispondiElimina
  2. Wow Simo quante informazioni!!! Non sapevo che il pan bauletto si chiamasse pullman. La tua versione con lievito di birra e birra, appunto, è sublime, ha un'alveolatura perfetta. Io non amo quello industriale ma il tuo mi ha stuzzicata. Complimenti e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah sì anche io quelli industriali li detesto, hanno un sapore di medicinale non trovi? blea

      Elimina
  3. I miei complimenti, questo pane è davvero splendido e l'uso della birra geniale :-D Adoro anch'io metterla nei lievitati..piuttosto che berla :-P
    Buon we cara <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhah veramente se devo scegliere... meglio berla cara Consu :-)

      Elimina
  4. Non ho mai provato la birra nei lievitati e ti confesso questo tuo pane è veramente fantastico!!!! vorrei proprio provarlo per sentire che aroma lascia la birra :-P
    ciao a presto ^__^

    RispondiElimina
  5. Ma che meraviglia!! Non sapevo che si poteva usare anche la birra per fare il pane!! 😜 brava brava

    RispondiElimina
  6. Ma nooooooooooooo!!! Il pane alla birra, mai, mai lo avevo sentito! ma che sapore che deve avere!! Io già me lo immagino, ma l'immaginazione ha un limite, qui dobbiamo deciderci a trovare una soluzione: da me o da te??? :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stai scherzando Vivy? Da te ovviamente! Sono stufa di boschi, voglio il mare!

      Elimina
    2. beh, io abito più in "campagna", ma il mare è a una mezzoretta... si può fare!!! Ti aspetto! :D

      Elimina
  7. E' splendido!!! Perdonami se arrivo solo adesso, sono in vacanza e ho inserito solo adesso le ultime ricette... Grazie per questa favolosa ricetta e per averci fatto conoscere questa birra :-) un bacione

    RispondiElimina
  8. Che ricetta particolare, non sapevo esistesse il pane alla birra!!! :) Complimenti per il blog!!! :)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...