Lettori fissi

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine
Powered by Calendar Labs

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Al Km 0! la pagina fb

Al Km 0! la pagina fb
La nostra rubrica di ricette del territorio. Clicca sull'immagine

Il Granaio! La pagina fb

Il Granaio! La pagina fb
La nostra rubrica di lievitati clicca sull'immagine

Condividi

Commenti Recenti

Post Casuali

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Privacy policy cookie GDPR 679/2016

Privacy policy cookie GDPR 679/2016
clicca sul barattolo

Welcome!

Welcome!
giovedì 3 maggio 2018
Un classico come gli spaghetti alla carbonara per quanto conosciutissimo anche dai sassi, non può mancare in un ricettario che si rispetti e, in sette anni di blog, non li avevo ancora postati.
Ovviamente c'è sempre la diatriba (e ci sarà sempre io credo) dei puristi che vogliono il guanciale (che - calorie a parte -  a me nausea, non piace proprio), chi ci mette ancora olio a soffriggere il guanciale..c'è chi vuole solo pecorino romano, tre tuorli a persona e vagonate di pepe che, si sa, infiamma lo stomaco (e non solo...) La ricetta tradizionale sarà anche così, per carità non si discute, in ogni caso al giorno d'oggi un primo piatto così costituito per me non è sinonimo di sapore ma significa colesterolo a go go, (che personalmente ho già alto e siccome alle coronarie ci tengo) quindi la mia carbonara è piuttosto fedele (una tantum ci sta), ma leggermente meno pesante. Persino in famiglia a mio figlio piace cucinarla in un modo e a me in un altro. I gusti sono incontestabili e, forte di questo, io posto la mia versione che ovviamente è quella che piace a me.

Cosa serve a persona:

80-100 g. di spaghetti  (io 60 g. sigh..)
1 tuorlo d'uovo freschissimo bio cat. A extra (che sono quelli messi in commercio appena depositati)
50 g. pancetta tesa, fetta unica (NON bacon, non affumicata, ma tesa e cruda)
una macinatina di pepe nero (poco-- la pancetta ne è già zeppa)
parmigiano reggiano + pecorino romano q.b.
acqua di cottura della pasta (poca) se serve per mantecare

                                                     grasso sciolto da buttare via

Fare cuocere di consueto gli spaghetti, intanto in una ciotolina sbattere il tuorlo con i formaggi grattugiati ed una macinatina di pepe nero.
In una padella antiaderente, a fuoco dolce, fare rosolare la pancetta tagliata a listarelle o dadini, come si preferisce, NON aggiungere altro olio, non serve a niente se non ad ungere in modo poco piacevole bocca e palato, facendo "andare" in questo modo la pancetta il grasso si scioglierà e la pancetta risulterà croccante. Ed è ciò che si vuole ottenere. Scolare via tutto il grasso, buttandolo.

Scolare la pasta al dente, (conservando un po' di acqua di cottura,) versarla subito nella ciotola con l'uovo e mescolare subito, (non bisogna dare cuocere l'uovo sul fuoco altrimenti si otterrà la consistenza dell'uovo strapazzato. In alternativa si può, a padella calda ma a fuoco spento, versare gli spaghetti nella padella della pancetta, io non ne vedo il motivo, a me non va, gli spaghetti rimangono unti, e poi versare sopra l'uovo) valutare se è il caso di aggiungere un pochino di acqua di cottura per renderla cremosa, ma proprio pochissima). Unire la pancetta bella croccante.
Se i piatti di carbonara fossero tre ad esempio, (o se le porzioni fossero due abbondanti) si può usare due tuorli e un uovo intero per renderla più cremosa

                                                       
                                                              Buon appetito :-)

32 commenti:

  1. Cara Simona, credo che a una spaghettata come questa non si può rinunciare.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ottima! Esattamente come la preparo io, solo che metto anche uno spichio di aglio a rosolare con la pancetta, neanche io uso il guanciale che non amo.
    Un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari pensa che mio figlio sfuma la pancetta con il vino bianco e poi aggiunge un po' di panna.. io lo sgrido, ma niente a lui piace così ... :-) e pazienza se i puristi ci vogliono sculacciare ahahha ciao baci

      Elimina
  3. E qui da romana dovrei cicchettarti perchè la tradizione vuole guanciale e pecorino romano only ma in verità credo come te che il gusto e le esigenze siano soggettive e come tali il piatto può essere personalizzato che poi diciamolo... è sempre buono ;-) Brava Simo un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh lo so Serena... ma passi per il pecorino ma il guanciale proprio mi fa .. bleah solo a sentirne l'odore, spero che i tuoi concittadini mi perdonino :-) bacioni e ..grazie!

      Elimina
  4. Mi piace la tua versione un po' meno grassosa, però confesso che a me il guanciale piace. Ti faccio anche i miei complimenti per il coraggio di sfidare i puristi, che sulla carbonara sono feroci! :-D Però io sono d'accordo con te, ognuno nel suo piatto ci mette quello che vuole e nessuno ha il diritto di sindacare, almeno quello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si si lo so.. aspetto che mi mangino viva infatti :-))))

      Elimina
  5. Un grande classico ben interpretato, anch'io uso solo i tuorli, poco pepe e pancetta, però solo parmigiano. Che fame!!

    RispondiElimina
  6. Anche io odio il guanciale, con la pancetta ho un rapporto così così. Io sono talmente "alternativa" che uso lo speck :-D

    RispondiElimina
  7. Bellissima, golosa ed equilibrata, senza rinunciare al gusto...un classico irrinunciabile, un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Come per ogni ricetta, c'è sempre una propria versione: la si modifica per gusto personale, o per esigenze alimentari....
    A me non dispiace la tua versione (sarà che basta il nome per farmi sedere bella feliciotta a tavola!!) ....
    Io uno il guanciale quando ne trovo, altrimenti pancetta tesa come te, niente olio aggiunto, e calcolo 1 uovo a testa (o quasi).... Non amando il pecorino, il mio di piatto ospiterà solo parmigiano (eh, che devo fare!!!)...la cosa a cui non so rinunciare però, è la cremosità dell'uovo che non deve esser né acquiccia, né strapazzato...ma cremoso....
    Bando alle ciance: la prossima volta che la prepari, butta giù una porzione in più che corro a pranzo da te ^_*
    Un bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. detto da te che sei romana è un grande complimento :-) ai tempi delle porzioni da metabolismo funzionante (argh...) anche io mettevo un uovo intero a persona o un po' meno, ora arriverò a mezzo tuorlo, poi ad un cucchiaino eccheduecose...

      Elimina
  9. Un classico sempre squisito, buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  10. Sono passata ad assaporare anche io un buon piatto di pasta alla carbonara, ha un bel aspetto. Anche io sono del parere che ognuno si deve personalizzare una ricetta in base ai propri gusti e limitazioni in base alla salute propria e nessuno deve obiettare. Anche io li modifico le ricette a modo mio anche se qualche volta sono stata criticata, ma non m'importa, ognuno deve essere libero. Hai fatto bene, mangerei molto volentieri un piatto anche io. E ora mi hai messo un dubbio, credo di non aver nemmeno io una ricetta condivisa con la carbonara e devo rimediare. Un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Rimedia così la mangiamo anche da te. Sono certa che anche la tua sarà golosissima bacioni a te cara

      Elimina
  11. La carbonara sinceramente non mi piace forse perchè non sopporto il tuorlo e quindi che carbonara sarebbe senza...Ma deve essere buonissima anche se io preferisco l'affumicato. Buona giornata cara un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Pensa che spesso la preparo per gli uomini di casa che la gradiscono molto, ma nn la mangio perchè non la digerisco!!!!
    Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, è vero, poi o vai a camminare per due ore o stramazzi sul letto 😁.

      Elimina
  13. Da buona romana qual sono adoro molti dei piatti della cucina tradizionale della mia città ma non li mangio per nulla spesso perchè diciamolo pure, sono pesanti, calorici e super ricchi di ingredienti che come giustamente anche tu dici, aumentano il colesterolo a dismisura! Ogni tanto però almeno quando vado a pranzo fuori faccio un'eccezione e me li gusto senza sensi di colpa. Ma se dovessi mangiare tipica cucina romana tutti i giorni sarei obesa e con le analisi tutte sballate!!! Ammetto però che non amo gli stravolgimenti per certe ricette che per me vanno fatte così come sono nate, altrimenti diventano nuove ricette che con l'originale hanno ben poco a che vedere. Ma alla fine considero anche che ci sono i gusti personali e che vanno rispettati in quanto tali pertanto la tua variante è comunque ottima e mi piace :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d’accordissimo con te su tutto! Ad esempio in Piemonte ci sono ricette storiche come la bagna caöda che ai giorno d’oggi ha subito “alleggerimenti” rispetto a come la preparava mia nonna. La digerivi, forse, dopo una settimana. (Sei sempre troppo simpatica Luna 😁👏)

      Elimina
    2. Mi permetto di dire che condivido ogni parola Luna!

      Elimina
  14. La carbonara con la pancetta tesa non l'ho mai assaggiata uso sempre l'affumicata a cubetti, penso che la tua sia buonissima anche perchè tagliata a listarelle rimane croccante. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  15. Ciao Simona,
    ogni tanto faccio anche io la carbonara.
    Di solito uso la pancetta a cubetti (cerco di comprarla il meno grassa possibile) ma anche il guanciale non mi dispiace.
    La friggo senza niente, tanto l'unto per non bruciare se lo auto fornisce man mano che si cuoce.
    Io uso 1 uovo intero sbattuto per persona (ma i tuoi 100 g mi paiono un po' troppi a testa ^_^"), salato, peperoncinato (sono anti pepe "normale", ma adoro il peperoncino :-p) e mescolato con il parmigiano, ma lo amalgamo sul fuoco, basta mescolare svelti svelti e non stare 100 anni sul fuoco.
    Ma alla fine, ognuno se la fa come gli pare, l'importante è che ci piaccia! Giusto? ;-)
    Baci,
    Sara
    P.S. Secondo me, la faccenda di ripassare la pasta nella padella della pancetta (previa scolatura totale dalla stessa del grasso sciolto formatosi) serve a rafforzare il sapore della pancetta/guanciale, in quanto la minima traccia di grasso rimasta è impregnata del suo sapore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei figli 120-150 g se li mangiano come niente! I ragazzi ... 💪 altro che troppi 😅 Bacioni Sara!!!

      Elimina
  16. Sono d'accordo con te; i gusti son gusti e non si discutono. Anche io ho la mia ricetta di carbonara preferita è èio marito ha la sua! Fortuna che ci vuole proprio un attimo a prepararla ahaahhah

    RispondiElimina
  17. Io non faccio storie, la mangio così com'è :D
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  18. Da romana li amo!!!! a differenza tua usiamo assieme alla pancetta anche il guanciale!!! bacioni e buon w.e. :-*

    RispondiElimina
  19. Una gran voglia di carbonara mi hai fatto venire, molto interessante l'eliminazione del grasso che piace sempre meno

    RispondiElimina
  20. Che bella carbonara, non bisognerebbe dirlo non bisognerebbe darlo ma dalle nostre parti si usa lo speck, utilizzo dell'acqua di cottura aiuta a crema cremosità alla pasta

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio, semifreddi, gelati

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...