Pagnottelle con lievito madre, olive e noci per una colazione salata

Cosa serve:

80 g. lievito madre rinfrescato la sera prima
40 g. farina segale bio
220 g. farina 0 bio macinata a pietra (per me la solita che compro al molino vicino casa mia)
1/2 cucchiaino di sale marino integrale fino
due cucchiai di olio italiano evo grezzo
150 ml. acqua a temperatura ambiente

Poi serve:

4-6 gherigli di noci
4-6 olive nere condite grandi e dolci col nocciolo (per me siciliane arrivano direttamente da un uliveto di una mia amica, ma ottime anche quelle di Gaeta, devono essere ben saporite ma non piccanti)


In una ciotola stemperare il lievito madre con 3/4 dell'acqua, unire la farina e lasciare riposare 10 minuti.

Mescolare con una forchetta, unire l'olio e il sale, unire l'altra acqua (la quantità del liquido dipende, come sempre dalla farina, da quanta ne assorbe, quindi va sempre intesa come indicativa), riversare l'impasto su una spianatoia ed impastare fino a quando si ottiene una pasta non appiccicosa.

Si otterrà 500 g. circa di impasto.



Oliare leggermente un'altra ciotola capiente e mettere la pasta, coperta da pellicola, a levitare fino al raddoppio. Se fa molto caldo, in estate ad esempio, possono bastare 5-6 ore. Se è inverno anche 10. Come sempre dipende dalla temperatura ed umidità dell'ambiente e soprattutto dalla forza del lievito madre, il mio è maturo e forte, se si ha un lievito "giovane" occorrerà più tempo.

Riprendere poi l'impasto, con l'aiuto di un tarocco/raschia, dividerlo in 4 pezzature, allargare ogni pezzo coi polpastrelli.


Su due pezzi distribuire la polpa delle olive, sugli altri due i gherigli delle noci spezzate grossolanamente con le mani.

Arrotolare la pasta su se stessa e formare 4 pagnottelle, che saranno di 125 g. cadauna.

Metterle, coperte con un canovaccio pulito, su una placca rivestita con carta da forno, a lievitare per circa 2-3 ore.


Cuocere in forno preriscaldato a 220° per circa 10 minuti, poi abbassare a 180° per altri 15 minuti (circa, dipende dal forno)



Ottimi da mangiare così, senza altra farcitura essendo già piuttosto ricchi e sostanziosi, ma se si desidera servirli per un brunch o comunque una colazione o merenda più sostanziosa, consiglio di abbinare fesa di tacchino con le pagnottelle alle olive e bresaola o salmone scozzese non affumicato con le pagnottelle alle noci.

Per un abbinamento vegetariano, invece, consiglio fettine di pomodoro tagliato al momento oppure peperoni abbrustoliti con le pagnottelle alle olive e caprino fresco (vero caprino.. non rotolini di latte vaccino) o zucchine grigliate con le pagnottelle alle noci. Sono solo poche idee, in realtà gli abbinamenti sono tantissimi!

N.b. non ho copiato questa ricetta da nessuna parte, ma è frutto della mia fantasia, quindi replicala pure, anzi mi fa molto piacere e se è stata gradita aspetto commenti, critiche e consigli, ma per piacere inserisci il link di attribuzione e provenienza al mio blog. 
Grazie! :-)

Una colazione perfetta sia per il sapore che per le proprietà nutrizionali, per tutti grandi e piccini e soprattutto per chi non ama il dolce ma predilige il salato!

I benefici nell'introdurre nella nostra dieta le olive, l'olio evo e le noci? Vai a leggerle sul blog del mio amico  Gunther


Simona

  1. Cara Simona, sai io chiamerei questo!!
    ! Uno spuntino coi fiocchi e di lusso!!! Buone per le 4 pomeridiane.
    Ciao e buona serata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) sei sempre carinissimo Tomaso, un abbraccio grande a te!

      Elimina
  2. Gustosissime e molto sfiziose queste pagnotelle. Poi le noci con le olive mi piacciono molto insieme, una salutare colazione salata da alternare a quella classica dolce. Buon ferragosto e a presto.

    RispondiElimina
  3. Fantastici questi panini, sempre eccezzionale Simo!!!Imparo tanto da te, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impariamo l'una dall'altra questo è il bello :-) sempre gentilissima Cri!

      Elimina
  4. uffa!!! io non riesco mai ad avere il lievito madre!!! :(
    bravissima!

    RispondiElimina
  5. Queste pagnottelle sono strepitose!! Le immagino belle calde e fragranti!! Bravissima!! Un abbraccio, buona serata
    Sy

    RispondiElimina
  6. quando vedo dei lievitati così belli penso che io proprio non saprei dove mettere le mani per farli, ma i denti si, che morsicone darei ai tuoi panini !Buon ferragosto !

    RispondiElimina
  7. Guisto una pagnottella prima di partire per le vacanze! Un bacione a presto :)

    RispondiElimina
  8. Hanno proprio un aspetto goloso queste pagnottelle :-) Io vorrei proprio quelle alle noci x la colazione del we :-P
    Buon Ferragosto cara e a presto <3

    RispondiElimina
  9. La tua colazione è molto invitante come del resto tutte le cose che prepari!!!!!!Un bacione carissima!
    Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  10. Colaxione pranzo cena...sempre ne mangerei di questi paninozzi buoni e profumosi..brava la ns Simo!
    Tanti baciotti

    RispondiElimina
  11. Pur essendo una che predilige sempre e in ogni caso le colazioni dolci (la mattina ho bisogno di incamerare zuccheri per ricavare l'energia che mi serve per affrontare al meglio la giornata)sono sicura che per le tue pagnottelle,così invitanti e sfiziose farei un'eccezione;)bravissima come sempre ti faccio i miei migliori complimenti:)).
    Un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  12. Adoro i lievitati e questa tua ricetta è perfetta :) mi prenoto anch'io per prenderne un paio :)
    Buon fine settimana e buon ferragosto!!

    RispondiElimina
  13. I tuoi lievitati mi conquistano ogni volta!
    Dato che sono quasi in partenza per le vacanze, ci tenevo a salutarti e ad augurarti un buon proseguimento della tua estate, baci e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lusingata (ogni volta :-)) buone vacanze ragazze, a presto bacioni!

      Elimina
  14. Se premetto che adoro il pane con le noci, ti risulterà ovvio che per una di quelle tue pagnottelle potrei anche commettere un atto illecito! :)

    RispondiElimina
  15. Mamma mia mi sembra di sentirne il profumo! Che meraviglia!!!!! Grazie Simo per questa delizia!!!!!

    RispondiElimina
  16. oh dio sono stato anche citato, che responsabilità, grazie ma il merito e tutto tuo e di questa preparazione anche molto ben spiegata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Günther guarda che sul tuo blog, da te, si impara tantissimo! non lo dico per sviolinarti.... è vero ed è così che si capisce quale alimento accostare ad un altro. Quindi.. dai questa ricetta è anche un po' tua :-)

      Elimina
  17. Buone, grazie per la ricetta! :)

    http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    http://ilblogdielisabettas.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisabetta! Grazie per i tuoi compliementi :-) vengo a trovarti

      Elimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!