Risotto salsiccia, zafferano e toma piemontese

Cosa serve per 4 persone:

8 pugni di riso carnaroli o arborio (circa 320 g.)
1 porro bianco piccolo
1 scalogno
2 bustine di zafferano
1/2 bicchiere di vino barbera fermo
3 etti pasta di salsiccia di maiale
brodo di carne q.b.
sale (vedi sotto le indicazioni)
una foglia di alloro
burro q.b.
toma piemontese (o raschera o bra) stagionata grattugiata


Se l'avete usate il brodo di carne che è il migliore per questa preparazione.

Se è disponibile comprate dal macellaio la pasta di salsiccia sfusa e fresca, altrimenti comprate quella nel budello (luganega) e abbiate cura di eliminarlo tutto.

Porre sul fuoco una casseruola antiaderente dal fondo spesso e far sciogliere una noce di burro, far tostare molto bene il riso. nel frattempo in un'altra casseruola in poco olio evo, far rosolare ma dolcemente (non deve bruciacchiare) la parte più tenera del porro tagliata finemente e lo scalogno tritato.

Aggiungere la salsiccia ben sgranata, fare rosolare, aggiungere se è il caso mezzo mestolo scarso di brodo e portare quasi a cottura.


Aggiungere, nella pentola del riso, il vino barbera e far evaporare bene.

Unire la foglia di alloro che conferirà un'ottimo aroma.
Aggiungere, poco alla volta, il brodo già bollente.
Il brodo di carne è già sapido e la salsiccia gustosa, non occorre generalmente salare, ma conviene assaggiare quasi a fine cottura e aggiustare di sale se necessario, considerando che anche la toma è molto gustosa.

Mescolare spesso, non continuativamente ma molto spesso.

A cinque minuti circa dal termine della cottura, eliminare la foglia di alloro ed aggiungere la salsiccia con il suo intingolo, lo zafferano precedentemente sciolto in un mestolino di brodo.


A fine cottura, spegnere il fuoco e non aggiungere altri grassi, ma mantecare con una bella manciata di toma stagionata grattugiata. Per approfondimenti clicca  Lorenzo VInci Il Giornale
Lasciare riposare qualche minuto e servire, volendo guarnendo il piatto con un rametto di timo o rosmarino.

Servire dell'altra toma, grattugiata grossolanamente, servita a parte che andrà aggiunta a piacere.





Simona

  1. Meraviglioso! I risotti sono una vera poesia, e il tuo è da urlo!

    RispondiElimina
  2. mmmhhhh!!!!!!!! che bontà davvero delizioso
    baci

    RispondiElimina
  3. buono buono buono buono!!! la salsiccia mamma mia quanto mi piace!! che profumo!!

    RispondiElimina
  4. Adoro il risotto è questo è saporito e goloso! Lo rifarò, un bacione!

    RispondiElimina
  5. Batù, da quanto tempo non passavo di qui! Sempre splendide ricette con ingredienti buonissimi, brava brava! E la nuova veste del blog mi piace tanto :-)
    Un abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
  6. Un risotto veramente goloso buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. Questo sì che è un risottone gustoso!
    un bacione :)

    RispondiElimina
  8. Ciao, che delizia !
    Mi aggiungo ai tuoi lettori
    http://alelablogger.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. I risotti sono tra i miei primi piatti preferiti e quando sono belli cremosi come il tuo mi piacciono ancora di più. Potrei farne una vera scorpacciata!!
    In bocca al lupo per il contest.

    RispondiElimina
  10. Io sono seguace del riso in tutte le sue versioni ma con Risate e Risotti abbiamo scoperto che anche gli umbri sono capaci di amare questo prodotto proprio tramite questa manifestazione nata per gioco. Noi che eravamo quelli che ci dicevamo "Mangi il riso?? ma stai male?" ahhhhah

    RispondiElimina
  11. Che buono, brava, bellissima ricetta.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!