Lettori fissi

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine
Powered by Calendar Labs

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Al Km 0! la pagina fb

Al Km 0! la pagina fb
La nostra rubrica di ricette del territorio. Clicca sull'immagine

Il Granaio! La pagina fb

Il Granaio! La pagina fb
La nostra rubrica di lievitati clicca sull'immagine

Condividi

Commenti Recenti

Post Casuali

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Privacy policy cookie GDPR 679/2016

Privacy policy cookie GDPR 679/2016
clicca sul barattolo

Welcome!

Welcome!
giovedì 5 luglio 2018
Oggi per la rubrica "al Km 0" prepariamo ricette dedicate alla montagna
Io sarò di parte dato che ho il Monviso davanti al naso ad ogni mio risveglio, con l'età ho imparato ad apprezzare molto di più le passeggiate quando in città non si respira dall'afa, al fresco nei boschi, ad apprezzare maggiormente la natura meravigliosa e per fortuna ancora incontaminata di cui possiamo godere; paesaggi e tramonti, sapori e profumi di muschio, di funghi, di rugiada; di contro non sopporto più la sabbia nel costume, il sole che ti cuoce la pelle seccandola, la gente sudata e sciatta, la sporcizia nelle spiagge, i mari inquinati e soprattutto il caos che regna nei luoghi marini, caos che genera il turista e ancora di più la gente locale, spazientita, che vive sul turismo, senza di esso non mangerebbe eppure non lo tollera. Insomma... ho iniziato ad amare molto il mare fuori stagione :-)
Quindi sacco in spalle e march! Però prima occorre fare una robusta colazione, ma che sia sana e non pesante. Da noi in montagna si mangia sempre la polenta. dodici mesi all'anno, sia salata con carni, selvaggina e formaggi d'alpeggio che sia dolce sotto forma di torte e biscotti (famose le nostre paste di meliga, per vedere come le faccio io, clicca qui ma se spulciate nel menù qui a fianco a destra troverete tantissimi altri dolci fatti con farina di mais) quindi ho trovato azzeccatissimo preparare un plum cake con la farina di mais a me tanto cara, rinforzato con farina di miglio la quale è costituita da un'altra percentuale di carboidrati e quindi perfetta per dare all'organismo una bella energia, arricchito poi con cranberry, re indiscussi della montagna e tanta altra frutta secca.


Cosa serve:

100 g. farina di mais bio
50 g. farina di miglio bio
50 g. farina 00
50 g. ricotta
115 g. zucchero di canna
1 pizzico di sale
60 g. olio di girasole bio
15 ml. succo di limone naturale (1/2 limone nel mio caso) + la scorza grattugiata
1 uovo medio
60 ml. Latte
1 cucchiaio marsala secco
1 piccola mela grattugiata
1/2 bustina baking powder o lievito per dolci
50 g. cranberry
50 g. uvetta sultanina


Lavare il cranberry e l’uvetta e poi metterle in ammollo in acqua tiepida.
Preriscaldare il forno ventilato a 180°, imburrare ed infarinare uno stampo da plum cake non grande per queste quantità, ovvero da cm. 20x10 oppure usare (come ho fatto io) uno stampo usa e getta in carta da forno (molto comodo, non occorre imburrare ed è perfetto se il dolce poi lo si trasporta).
In una ciotola montare, con le fruste elettriche, l’uovo con lo zucchero, unire poi l’olio, il sale, la ricotta, il succo e la scorza del limone e il marsala. Aggiungere le farine mescolate precedentemente tra loro con il lievito, alternando queste polveri con l’aggiunta del latte.


Unire la mela sbucciata e grattugiata ed infine, il cranberry e l’uvetta strizzate ed infarinate leggermente (per fare sì che in cottura si distribuiscano bene nel dolce).. versare il composto nello stampo.

Infornare e cuocere per 50-55 minuti. Fare come sempre la prova stecchino già dopo 45 minuti e valutare la cottura ottimale in base al proprio forno.

Fare raffreddare e servire. L’aggiunta di ricotta e mela grattugiata nell'impasto conferiscono una consistenza umida e morbidissima al dolce, ottimo.



Se replichi la mia ricetta, per cortesia, inserisci il link di provenienza al mio sito. Grazie :-)


Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook cliccando QUI

9 commenti:

  1. Che meraviglia Simo!!!! Farei volentieri una seconda colazione!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Una fettina di questo e voli in cima al Monte Bianco! E' un concentrato di energia, squisito :)

    RispondiElimina
  3. Fantastico! Sarà che quando leggo farina di mais mi si illuminano gli occhi, sarà che ho amo il plumcake, ma questo lo voglio proprio provare.
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  4. Cara Simona, un paio di fette le accetterei per merendino pomeridiano.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Sarebbe perfetto per le mie colazioni energetiche ^_*

    RispondiElimina
  6. Buono il plumcake, comunque lo si faccia, ma il tuo è particolare con la farina di miglio e di mais, da provare :D

    RispondiElimina
  7. segno la ricetta, sa di buono, anzi buonissimo ! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Anche io preferisco di gran lunga la montagna al mare solo che purtroppo essendo nata in un posto vicino al mare alla fine finisco per comodità sempre al mare. Andare in montagna richiede una pianificazione più complicata.
    Sai che non sapevo esistesse la farina di miglio? il cake ha un aspetto davvero stupendo, adoro le torte rustiche e da credenza come questa

    RispondiElimina
  9. Montagna forever! L'adoro (e per fortuna anche mio marito la pensa come me) e appena posso fuggiamo in montagna, ho bisogno del verde per rigenerarmi, dei boschi freschi, degli alberi dei profumi del sottobosco. Il mare? solo con il fresco e quando non c'è assolutamente folla ma non oltre una/due giornate. Ottimo questo plumcake rustico e profumato come garba a me. Un bacio

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per poter selezionare lo spam quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi non sono graditi e non verranno pubblicati.
Navigando e scrivendo commenti si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito, confermando di aver letto ed accettato il regolamento nella sezione preposta su questa home page "Privacy policy"

Buona giornata!

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio, semifreddi, gelati

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...