Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 17 febbraio 2017
Questo è un impasto difficile, antipatico da lavorare.
Come tutte le farine prive di glutine è appiccicoso e si stende con fatica. 
Non bisogna però cedere alla tentazione di aggiungere altri liquidi, altrimenti si sbilancia la ricetta e la pasta si sbriciolerà.
Per queste tagliatelle mi sono ispirata al classico secondo piatto seppie e piselli rivisitandolo in una prima portata.

Cosa serve per 3-4 persone:

Per 300 g. di tagliatelle

200 g. farina di piselli (io comprata in Germania, ma si trova - di altre marche - anche qui in Italia nei negozi di alimenti bio e/o per celiaci)
1/2 cucchiaio acqua
2 uova intere medie
un giro d'olio evo

Per il sugo

1 seppia da 200 g.
passata di pomodoro q.b. (circa 350 g.)
olio evo
sale e pepe
1 spicchio aglio
un pizzico peperoncino macinato

Poi serve:

2 cucchiai semi di zucca
2 tuorli d'uovo sodi
farina di riso q.b. per spolverare


Per prima cosa preparare le tagliatelle impastando gli ingredienti fino a quando si ottiene un panetto liscio. Coprirlo a campana con una ciotola (o avvolgerlo in un canovaccio pulito ed infarinato) e fare riposare 30 minuti.



Intanto preparare il sugo:
in un tegame mettere un filo d'olio evo e fare insaporire, a fiamma bassa, uno spicchio d'aglio; aggiungere le seppie ben pulite dalla pelle e dai residui di inchiostro e tagliate a piccoli tocchetti.


Fare prendere calore e poi aggiungere la salsa di pomodoro, sale e pepare. Mettere il coperchio e fare cuocere molto piano per 40 minuti. All'ultimo aggiungere, se piace, un pizzico di peperoncino. Un sugo semplicissimo. Tenere da parte.

Riprendere la pasta e stenderla. Non sarò facile poichè in mancanza di glutine la sfoglia tenderà a rompersi ed è appiccicosa, quindi occorre infarinarla (con farina di riso) abbondantemente. Ci viene in aiuto la sfogliatrice della planetaria o la macchinetta "nonna papera". Bisogna assottigliarla poco per volta, usando quasi tutte le misure dei rulli in modo tale da evitare possibili rotture. Infine, la misura finale è la terz'ultima.


Stendere le sfoglie così ottenute in modo che si asciughino (altrimenti la pasta appiccica, come detto, e non si riuscirà a tagliarla per avere le tagliatelle) quindi si può adagiare la griglia del forno su una leccarda (in modo che rimanendo sollevata possa circolare aria), ricoprirla con un foglio di carta da forno infarinato e mettere ad asciugare le sfoglie di pasta di piselli il tempo necessario (qui dipende se da caldo, quanta umidità c'è nell'aria ecc. ecc. quindi per regolarsi: la pasta deve risultare asciutta e non più appiccicosa ma non deve essere secca altrimenti non si riesce ad arrotolare per ricavare le tagliatelle, quindi monitorare l'asciugatura.

Prendere quindi una sfoglia per volta, arrotolarla senza stringere la pasta e poi con una raschia (o un coltello, è indifferente) ricavare lo spessore corretto per ottenere delle tagliatelle (ma si può tagliare anche più stretta per avere fettuccine o, al contrario più larga per pappardelle), arieggiare quindi ancora le tagliatelle infarinandole e smovendole in modo che finiscano di asciugare bene.




Fare rassodare due uova e farle raffreddare. Servirà solo il tuorlo.
Cuocere le tagliatelle in acqua salata per pochi istanti dalla ripresa del bollore. (La pasta fresca è meglio buttarla in acqua poco prima che bolla per evitare spaccature) scolarla e condirla col sugo alle seppie caldo, i semi di zucca ed, infine, con il tuorlo sodo sbriciolato con le mani.



Questa ricetta non l'ho copiata ma l'ho elaborata secondo la mia fantasia ed il mio gusto, dunque se la replicherete mi fa molto piacere ma, per cortesia, inserite il link di riferimento di proprietà al mio sito.
 Grazie

Con questa ricetta partecipo al contest del blog Monica's kitchen una ricetta squisitamente free 

25 commenti:

  1. Cara Simona, cedo che questo bello e buon piatto faccia veramente il caso mio, io ho bisogno di qualcosa di buono per rimettermi dopo la brutta malattia ai polmoni e credo che questo piatto,mi aiuti molto.
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello sapere che stai meglio Tomaso!!!

      Elimina
  2. Una rivisitazione fantastica, davvero tantissimi complimenti . Non sai quanto volentieri assaggerei le tua tagliatelle. Buon fine settimana Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai bene che ne sarei felice di offrirtene 🤗

      Elimina
  3. Un piatto squisito, ricco di gusto e molto originale con quelle tagliatelel fatte con la farina di piselli. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che prima le ho fatte poi cercate in rete 😁 In effetti non ce ne sono molte, tutto sommato. Da rifare con altri sughi. sono buone si!

      Elimina
  4. Complimenti Simona, confermo che sei una cuoca straordinaria! Questo é un piatto fantastico e tu sei stata bravissima a realizzarlo in versione gluten- free! Dolcissimo week-end cara! Laura😘💖

    RispondiElimina
  5. Una ricetta da grande chef davvero! Splendido primo piatto! Un bacione

    RispondiElimina
  6. Il connubio piselli e seppie è da sempre ottimo e la tua alternativa con le tagliatelle è speciale. Molto brava. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando non si sa più cosa inventare .... cara Dani... ci si prova baci

      Elimina
  7. Un piatto appetitoso, originale e colorato, lo assaggerei volentieri, dev'essere buonissimo!
    Complimenti per la ricetta, bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo dire a nessuno ma ne ho congelate un po' ... passa quando vuoi 😁

      Elimina
  8. Ma che bel piatto colorito cara Simo, hai fatto un bel lavoro. Mi incuriosisce questa farina ma prima o poi lo acquisterò anche io !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala davvero, è un'ottima alternativa, baci Claudia

      Elimina
  9. Una bellissima ricetta, anche visivamente..sul gusto meraviglioso non ho alcun dubbio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello avere amiche che credono in te 🤗

      Elimina
  10. Carissima Simona ti faccio i miei migliori complimenti per queste tagliatelle che trovo estremamente originali per la particolarissima farina che hai utilizzato,la quale,oltre a garantire un risultato estetico d'effetto e bellissimo conferisce un sapore speciale che si abbina meravigliosamente con quell'ottimo sugo di seppia che hai utilizzato (realizzato a regola d'arte;).
    Un bacione,grazie mille per la condivisione e ancora complimenti:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ha un sapore davvero delicatissimo, risulta una pasta molto leggera anche per la digestione, provala, te la consiglio. Bacioni Rosy catave grazuw per il tuo commento sempre gentilissimo 😘

      Elimina
  11. Fantastiche queste tagliatelle e gustoso anche il sugo che le condisce.
    Complimenti, hai realizzato un piatto strepitoso :)
    Un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. Un bella idea, originale e anche molto gustosa, non sapevo dell'esistenza della farina di piselli, si imparano sempre cose nuove. Un bacione e anche qui tantissimi auguri di buon compleanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io la conoscevo prima che mio figlio me la portasse dalla Germania. Grazie per gli auguri 😘😘😘

      Elimina
  13. Queste tagliatelle con il sugo di seppia sono davvero sppetitose,(sarà che sono patito di pesce) credo anch'io che il sapore di piselli si abbina perfettamente... brava Simo

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Visite

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Partecipa al nostro Contest di "al Km 0"

Partecipa al nostro Contest di    "al Km 0"
Scade il 28-04-2017

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...