Partecipate al nostro contest!

Partecipate al nostro contest!
Scade il 28-01-2018

Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
lunedì 17 ottobre 2016
Peccato che, forse, per chi non conosce questa prelibatezza, le immagini non rendano l'idea di quanto sia goloso questo dessert al cucchiaio. Provare per credere... 

L'ho preparato per servirlo ai miei ospiti che hanno gradito e fatto il bis, snobbando un vassoio di pasticcini (molto buoni) portati da altre persone (ed io ho gongolato :-)) 

Siccome lo faccio ad occhi chiusi ed è sempre un successo, sono partita con l'intenzione d'infornare il bonet classico al cacao, ma avevo anche voglia di castagne o meglio.. marroni! Notoriamente più pregiati. Da noi ci sono moltissime fiere dedicate a questo fantastico frutto, pasticcerie dove poter comprare deliziosi marron glacé freschissimi! (quelli confezionati sono distanti anni luce come sapore e consistenza), abbiamo boschi ricchi (ma privati- quindi nisba- occorre comprarli, si possono però raccogliere le castagne in quelli del demanio, dalle mie parti c'è solo l'imbarazzo della scelta)

Ed ecco che è nato questa versione arricchita del nostro goloso dolce da fine pasto.

Cosa serve:

300 g. di marroni già bolliti
1/2 lt. latte intero
200 ml. panna liquida
6 uova
150 g. zucchero semolato
1 cucchiaio zucchero di canna
mezza stecca di vaniglia
50 g. cacao amaro
100 g. amaretti
1 tazzina di rum

Poi serve:

latte q.b.
6 cucchiai di zucchero per il caramello
2 gocce di limone

Fare bollire i marroni in acqua leggermente salata per circa 30 minuti e poi sbucciarli e privarli della pellicina.



Metterle in un pentolino e coprirle di latte, unire la mezza stecca di vaniglia con i semi e farle cuocere finchè diventano morbide (45 minuti circa - ma dipende dalla qualità e dalla grandezza dei marroni), aggiungere latte progressivamente quando si consuma, mescolare spesso e fare attenzione che i marroni non si asciughino e non si attacchino al pentolino altrimenti si dovrà buttare tutto perchè il composto diventerebbe amaro.


Nel frattempo fare il caramello facendo sciogliere lo zucchero con le due gocce di limone (proprio solo 2) a fuoco bassissimo senza mai mescolare direttamente nello stampo se di metallo oppure in un pentolino a fondo spesso, in questo caso,quando sarà biondo versarlo nello stampo facendolo scorrere bene nelle parti scannellate.

Frantumare finemente gli amaretti dentro ad un tovagliolo aiutandosi con un batticarne, o un bicchiere spesso o comunque con un peso.

Con una frusta sbattere uova a temperatura ambiente con i 150 g. di zucchero, versato poco alla volta, fino ad amalgamarle, non occorre frullarle fino a farle montare.
Unire gli amaretti tritati. In una ciotola mettere il cacao e, poco alla volta, unire il latte evitando di formare i grumi mescolando velocemente e di continuo. Unire al composto delle uova e amaretti. Unire anche la panna a filo sempre mescolando. Aggiungere anche il rum.



Quando i marroni sono cotti metterli nel bicchiere del minipimer e frullarle aggiungendo lo zucchero di canna e un po' di latte q.b. per ottenere una purea piuttosto soda.



Unire la purea al composto di uova, mescolare bene e versare il tutto nello stampo con il caramello.


Mettere lo stampo in una casseruola o teglia capiente il giusto riempita per 3/4 da acqua calda e cuocere a bagnomaria a 200° in forno statico per 50 minuti. Poco dopo metà cottura, coprire lo stampo con carta di alluminio per evitare che la superficie secchi.


A cottura ultimata fare raffreddare a temperatura ambiente, poi in frigorifero almeno un paio di ore, sformare se necessario immergendo pochi secondi lo stampo in acqua calda, e servire



Il bonet è dessert tipico della tradizione piemontese, per leggere la versione originale, al cacao, clicca qui, per quello alle nocciole qui, e al caffè qui. Questa ricetta, invece, con queste dosi ed ingredienti, l'ho elaborata io, quindi se replichi la ricetta, per cortesia inserisci il link di riferimento di proprietà al mio sito.
 Grazie



50 commenti:

  1. Non lo conosco questo dessert a parte il nome.. Ha un aspetto dir poco goloso! baci e buon inizio settimana :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosci il
      Bonet Claudia? 😳 Devi rimediare! Prova quello classico al cacao per primo vedrai che bontà

      Elimina
  2. Che bontà deve essere questo dolce. Brava! Da provare..io amo le castagne.
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Cara Simona, per me la parola marroni! Mi dice tutto!!! ciò che poi metti assieme rende ancora più buono qualsiasi cosa, poi se si tratta di un buon dessert è ancora più buono!!! Ciao e buona settimana, con un abbraccio e un sorriso:) che fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Ricetta fantastica, anzi wow!! Non ne ho mai sentito parlare ma è da provare!!! Bravissima!! Buona settimana ciao!!
    Sy

    RispondiElimina
  5. Ormai la stagione consente di mangiare questo frutto buonissimo... mi intriga molto questa ricetta! Un bascione e buona settimana

    RispondiElimina
  6. ADORO QUESTO DOLCE, AVREI FATTO PURE IO COME I TUOI OSPITI!!!BRAVA!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  7. Sai ho sentito parlare di questo dolce ma non l'ho mai mangiato. Dalle tue foto deve essere estremamente goloso, viene voglia di affondare il cucchiaio per mangiarlo. Bacioni

    RispondiElimina
  8. mi sembra davvero godurioso, non l'ho mai assaggiato il bonet!!!!! bravissima! Un abbraccio lory

    RispondiElimina
  9. Ho sentito parlare spesso di questo golosissimo dessert ma non ho mai avuto modo di vederlo,prepararlo o assaggiarlo...sicuramente e' di una bontà e di una goduria unica sia per gli abbinamenti che per la consistenza,inoltre ha un aspetto splendido:ti è venuto meravigliosamente bene:)ottime e golosissime anche tutte le versioni postate in precedenza:).
    Un bacione e buona settimana carissima Simona:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È di una semplicità pazzesca cara Rosy. Beh versione ricca di mia fantasia che vedi qui più laboriosa, o meglio, più lunga... ma se ti cimenti con quello classico al cacao è veloce credimi è non è un budino 😉

      Elimina
  10. Bravissima Simo, sbaraglia la concorrenza :-P Farei proprio volentieri l'assaggio..e sicuramente anche il bis :-P
    Buon inizio settimana <3

    RispondiElimina
  11. Penso ti piacerebbe visto che sei golosa di cioccolato, la prima occasione prometto te lo faccio! Giurin giuretta 👌

    RispondiElimina
  12. Non lo conosco ma lo assaggerei con mooolto piacere. A parte che mi piacciono praticamente tutti gli ingredienti che hai usato, ma poi è proprio bello.
    Buon inizio settimana.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai come non lo conoscete! Vi perdete un dessert delizioso, dovete rimediare 🤗

      Elimina
  13. Oh :( io ad occhi chiusi ora farei una bella dormita!!!! :)
    Simo che buoniiiiiiiiiiiiii :))

    RispondiElimina
  14. Che voglia di castagne.....per non parlare di questo fantastico bonet che deve essere di una bontà unica, bravissima!!!
    Baci

    RispondiElimina
  15. Io invece lo conosco molto bene il bonet e l'ho fatto più volte ma la tua versione incuriosisce. Immagino così arricchito con dei marroni sia anche molto goloso !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essi Tu lo conosci di sicuro 😉 E dai quanto è buono! Questo è stato un esperimento riuscito molto bene a giudicare da quanto è piaciuto. Se ti piacciono i marroni prova dai 😉

      Elimina
  16. Non so che aggettivo utilizzare.. forse sublime rende meglio l'idea! Adoro il bonet e questa versione "autunnale" è una vera e propria delizia!

    RispondiElimina
  17. il bonet è di una bontà unica..la tua versione con i marroni penso sia pazzesco!! Brava Simo, un abbraccio, Cristina1

    RispondiElimina
  18. Davvero meravigliso, una prelibatezza unica, complimenti!

    RispondiElimina
  19. Mmmmm mi vuoi mettere a studiare, amica! Bonet qui, bonet lì! Intanto questa merita essere nella mia raccoltà di ricette da provare, ma ci voglio arrivare piano piano! Prima quello classico e poi coi marroni che adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! 😉 Anche perché mi sa che quest'anno coi marroni/castagne ci devi andare pianino vero?

      Elimina
  20. Adoro i dolci con i marroni o castagne, la tua ricetta è golosissima e la proverò sicuramente!
    Buona giornata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se ti è piaciuto se lo prepari 🤗

      Elimina
  21. Da buona piemontese io invece lo conosco molto bene :)
    Bravissima cara è spettacolare!!
    A presto!!!

    RispondiElimina
  22. Non conoscevo questo dolce,ma sicuramente sarebbe un vero peccato non assaggiarlo!
    Baci

    RispondiElimina
  23. Una vera e propria delizia! Bravissima!

    RispondiElimina
  24. Conoscevo il bonet ho una ricetta ma non ricordo i marroni. Intanto prendo nota di questa. Grazie cara e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti l ho scritto che nel bonet originale non ci sono. Questa è una versione che ho inventato io 🤗

      Elimina
  25. ho fatto diverse volte il bonet classico durante il mio stage presso un famoso ristorante triestino, lo chef era piemontese e ricordo che lo adoravo e oltre a farlo lo assaggiavo con piacere...Mi piace questa tua versione così autunnale, prendo nota !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai! Che bello 😀 Sia per lo stage che per il cuoco piemontese che porta i nostri piatti in altre regioni 👏

      Elimina
  26. E' un dolce che conosco solo di nome e mi attira tantissimo, la tua spiegazione è chiara e il risultato è notevole!!!!

    RispondiElimina
  27. Ma quanto adoro le castagne , imparato dai contadini a gustarle dentro ad una tazza di latte o di vino caldo...
    e questo tuo bonetto? Una delizia..e pensare che da noi , quest'anno non ne trovi una..
    Mi trasferirò quanto prima!
    Bacioni speciali e golosissimi mia cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma vieni dai! Da me al mercato dei coltivatori diretti ce ne sono! Ma possiamo andare a raccogliercele noi :-) bacioni a te cara Nella!
      P.s. nel latte si.. una bontà! Nel vino non ho mai provato..adesso mi hai messo la pulce nell'orecchio..

      Elimina
    2. Che aspetto delizioso questo dessert, non ho ancora provato il bonet, ma questa tua versione con le castagne mi ispira molto, devo rimediare! Buona giornata, baci!

      Elimina
  28. che meravigliaaaa!!!! adoro le castagne ma da noi, i marroni non ci sono...adorabile questo dolce e comprendo i tuoi ospiti!!

    RispondiElimina
  29. Il bonet l'ho assaggiato solo nella versione 'classica' al cioccolato e amaretti. Questa con i marroni dev'essere ancora più golosa!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti 👍 E calorica vabbè .. piccolo dettaglio 😁

      Elimina
  30. accipicchia che bello questo me lo segno proprio, ti è venuto benissimo e gran bella versione di bonet

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe un onore se lo replicassi! 😘

      Elimina
  31. Intelligenti i tuoi ospiti, una golosità simile dove possono trovarla? Vorrei rifarlo con le castagne classiche, perchè adoro il bonet, la mia ex vicina che ha vissuto per tantissimi anni a Torino , me lo preparava spesso. Complimenti.

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...