Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
mercoledì 24 febbraio 2016
Cosa serve:

400 g. farina di semola rimacinata di grano duro
3 g. lievito di birra fresco (un briciolino praticamente)
10 g. lievito madre secco
due cucchiai di olio evo grezzo
5 g. sale fino (1 cucchiaino)
1 cucchiaino di malto in polvere
2 cucchiaini di germe di grano bio
240-250 ml. circa di acqua 


La quantità dell'acqua, come sempre, è variabile in base alla farina utilizzata, a quanta ne assorbirà.

Nella planetaria o in una ciotola se si impasta a mano, versare la farina, il lievito di birra sbriciolato, il lievito madre secco, il malto, il germe di grano.
Iniziare lentamente ad amalgamare gli ingredienti. Unire l'olio. Unire poca alla volta l'acqua. Occorre farla incorporare alla farina piano - piano. Quando l'impasto si sarà formato, aggiungere, per ultimo, il sale.

Procedere ad impastare fino a quando non sarà più appiccicoso e risulterà un composto omogeneo. 

Mettere l'impasto in una boule leggermente oliata, coprire con pellicola alimentare e mettere in luogo tiepido a lievitare fino a quando il composto è raddoppiato. (difficile quantificare il tempo, dipende dalla stagione, dalla temperatura e umidità della casa...
indicativamente 3 ore e 1/2 






Riprendere l'impasto lievitato che sarà molto soffice e trasferirlo delicatamente su una spianatoia.
Con una raschia dividere l'impasto in 4 pezzature e formare così i panini dalla forma desiderata. 

In questo caso io ho formato due treccine semplici e due pagnottine poi intagliate tipo tartaruga.
Spolverizzare con la stessa farina utilizzata per l'impasto, adagiare i panini sulla placca rivestita da carta forno, coprire di nuovo con pellicola, no pvc, alimentare e rimettere a lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio della pasta. (io li ho lasciati 2 ore e mezza)





Preriscaldare il forno a 200° statico o funzione cottura pane-pizza (il mio ha questa funzione che è un ventilato che spinge calore dalla parte inferiore del forno) mettendo un pentolino d'acqua calda in fondo del forno.

Quando ha raggiunto la temperatura, inserire la placca e lasciare il pane cuocere 10 minuti, poi molto velocemente, aprire il forno, togliere il pentolino dell'acqua e continuare la cottura dei panini per altri 15 minuti circa (dipende dal forno, il pane deve risultare gonfio e dorato.
Spegnere il forno ed aprirlo a fessura lasciando ancora i panini all'interno per 5 minuti. Questo servirà per fare abbassare gradatamente la temperatura per avere una giusta evaporazione dell'umidità interna del pane e quindi si otterrà una crosticina più croccante. Poi aprire del tutto lo sportello del forno e lasciare ancora altri 5 minuti. Poi togliere il pane e metterlo su una gratella per raffreddare bene.



e... siccome non ho preso la ricetta da nessuna parte se non dalla mia fantasia, per piacere replicala pure, anzi mi fa molto piacere e se è stata gradita aspetto commenti, critiche e consigli, ma per piacere inserisci il link di attribuzione e provenienza al mio blog. 

Grazie! :-)

19 commenti:

  1. Ma che belle ti sono venute, sono ben lievitate, hanno un bel colorito e si sa che il gusto è inconfondibile del pane preparato con amore in casa ! Un abbraccio !

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Cara Monica io lo compro in un negozio (anzi due veramente) di alimenti esclusivamente biologici sia freschi che secchi della mia cittadina, ma sono negozi di gestori privati non fanno parte di catene in franchising, quindi anche se ti dico il nome del negozio non ti è di aiuto, io presumo che tu possa trovarlo tranquillamente in un negozio simile nelle tue zone, guarda se lo trovi fidati che il colore del pane, la crosticina ed il sapore avranno una marcia in più

      Elimina
    2. Ho capito Simo.Appena possibile vado da NaturaSi allora.Penso di andare a colpo sicuro a questo punto.Grazie mille per la dritta
      Baci baci

      Elimina
    3. Ma figurati.. mi dispiace non poterti essere stata molto utile in realtà :-( NaturaSi ad esempio dove abito io non c'è, se non lo trovi dimmelo se vuoi vado a comprartelo e te lo spedisco :-)

      Elimina
  3. Fare il pane in casa è un rito a cui cedo sempre molto volentieri..distende i nervi e profuma la casa di buono ^_^ Sono felice di trovarti in accordo con me e sono certa che questo pane ti avrà dato grandi soddisfazioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre, Panificare da sempre soddisfazioni con buona pace per la bolletta enel però :-( ahia----

      Elimina
  4. Ma cosa c'è di più buono, di più profumato , di più gustoso del pane fatto in casa? Eh? Cosa c'è??
    Ciao Simona :))

    RispondiElimina
  5. Mi aggrada, brava.
    Buona giornata
    Mandi

    RispondiElimina
  6. Magnifico il tuo pane,da farcire o gustarlo semplicemente vuoto. Immagino il profumo a casa tua. Buona giornata cara

    RispondiElimina
  7. Ma che bei panini..io ci vedo bene del salamino.. ma anche la mortadella!!! un bacione

    RispondiElimina
  8. Sembrano davvero buone!! Grazie per la ricetta e per le dritte :))

    RispondiElimina
  9. Io per il momento ho abbandonato l'idea dei lievitati perchè ho il forno che fa capricci.
    Fino a che non lo cambio evito di cuocere per poi buttare...uff..ma segno la ricetta e prima o poi la farò

    RispondiElimina
  10. Sai carissima amica forse l'ho già scritto panificare non è il mio forte e d'altra parte di pane ne mangiamo in due pochissimo che farlo sarebbe uno spreco. Ti invidio immaginno il buonissimo odore e sapore di questo pane. Buona serata cara bacioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhhhhh.. cazzarola devo mangiarne poco anche io.. lo congelo infatti se non lo sbafa prima chi ho in casa :-) baci baci

      Elimina
  11. Il pane fatto in casa è sempre tutta un'altra cosa!!!

    RispondiElimina
  12. Amo fare il pane in casa e trovo le tue pagnotte ben riuscite...immagino il profumo e il sapore...complimenti! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. no io non sono cosi bravo, ma quello fatta a casa ha tutto un altro profumo

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...