Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Calendario

Powered by Calendar Labs

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 15 gennaio 2016
So che sembra un post banale.. e forse in effetti lo è, ma penso che possa essere utile come ricetta base se ci si vuole cimentare nell'impastare a mano e tirare la sfoglia col mattarello, di seguito ottenere belle tagliatelle dal giusto spessore senza l'ausilio della macchinetta, bensì tagliandole a coltello. 

Perchè? ma perchè la sfoglia col mattarello rimane porosa e "prende" molto meglio il sugo, il condimento, rispetto a quella ottenuta con la "nonna papera", i rulli rendono la sfoglia liscissima (Le mie amiche emiliane e romagnole si staranno rotolando dalle risate..chiedo venia :-)) anche se .. anche noi abbiamo una cultura per la pasta fresca sia ripiena che non, di tutto rispetto; infatti mia nonna, piemontese doc, la sfoglia la faceva proprio così. Mentre per i nostri famosi tajarin (quelli veri...) beh.. occorrevano/occorrono tantissimi tuorli (mi sembra 24 dicasi ventiquattro) ogni kg di farina.. io non li faccio, vorrei ancora vivere un po'.. sono 'na roba che poi il colesterolo balla la macarena!

...seguirà nei prossimi giorni ricettina semplice-semplice di tagliatelle cotte e condite :-)

Cosa serve per 3 persone o 2 molto affamate:

200 g. farina 00
un cucchiaio di olio evo
2 uova medie

Poi serve: Farina di semola rimacinata di grano duro per spolverizzare

In una ciotola mescolare con la forchetta la farina, le uova e l'olio. Se la pasta fosse dura aggiungere un goccino di acqua, ma generalmente non occorre.



Mescolare con la forchetta poi trasferire su una spianatoia o piano da lavoro ed impastare a mano bene finchè il composto diventa elastico e abbastanza lucido.  Formare una palla, spolverizzare con farina possibilmente di grano duro, (più granulosa) coprire con una ciotola e lasciare riposare una mezz'ora. (ora sarà ancora più elastico e vellutato)




Riprendere la pasta, infarinarla leggermente, stenderla con il mattarello. NON troppo sottile. (al contrario per la pasta ripiena, va molto sottile). 

Poi attendere qualche minuto in modo che la pasta di asciughi leggermente (al contrario di come si fa quando invece si prepara pasta ripiena ovvero mantenerla umida) arrotolare da entrambe le parti fino a farle congiungere  (guardare la foto), anche se si è fatta asciugare un pochino, infarinare sempre ogni giro di pasta (così non si attacca), poi con una raschia o un coltello a lama liscia e spessa, tagliare la pasta spessa circa 1 cm. formando delle tagliatelle.





Spolverizzare con semola di grano duro (se disponibile altrimenti va bene farina 00) e con le mani sollevare per arieggiare le tagliatelle, e per farle staccare bene, formare dei mucchietti-matassine e farle asciugare  ancora intanto che l'acqua per la pasta bolle (rigirandole spesso). Se non si utilizzano subito, riporle in un vassoio di cartone ben infarinato, coprirle con carta forno (o se recuperate ad esempio la carta del salumiere-macellaio, o ancora, la carta del pane e, solo quando sono ben asciugate, riporre in frigorifero o freezer.




Quando volete far cuocere la pasta, buttatela in acqua salata con un goccino di olio, al primo bollore.
Se le tagliatelle le avete congelate, non scongelarle ma metterle nell'acqua così come sono calcolando qualche minutino in più di cottura, se si cuociono fresche, calcolare 1-2 minuti dalla ripresa del bollore.

Condire secondo ricetta.







14 commenti:

  1. Simona non è un post assolutamente banale ma, al contrario, un utilissimo tutorial fotografico per chi vuole cimentarsi con la pasta fatta in casa. I tuoi consigli sono preziosi ;) Complimenti e un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Apprezzo tantissimo chi fa la pasta fresca a mano e non utilizzando le tanto amate macchine :-P Agli albori del mio amore x la cucina (e in assenza di ogni altro aiuto meccanico) facevo sempre tutto a mano e che soddisfazione :-) Ora ammetto che mi sono impigrita ma il tuo post ha riacceso in me il primo vero amore :-)

    RispondiElimina
  3. Non è mai banale una ricetta come questa, bisogna avere sempre una buona base come partenza. Aspetto anche il finale ! Buon fine settimana !

    RispondiElimina
  4. ragazze...grazie a tutte e tre per l'apprezzamento :-)

    RispondiElimina
  5. davvero perfette, io le ho fatte una volta sola cosi' sono venute benissimo, hai ragione ma non posso piu' farle dopo che ho avuto l'operazione a tutte e due le mani del tunnel del carpale, non ti dico il dolore dopo!!!!che dici sono gia' un po' vecchietta???Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no,povera Sabry, non lo sapevo,mi dispiace..eh lo so che è molto doloroso, me l'hanno detto, spero almeno sia risolutivo. Non parlare di età.. che guarda sono più vecchia io .. :-)

      Elimina
  6. adoro la pasta fresca fatta a casa!!! sono convinta che sia un grande gesto d'amore nei confronti delle nostre famiglie e dei nostri commensali. Bravissima mia cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero Mimma, sono d'accordissimo con te! Buona domenica

      Elimina
  7. ciao Simo, a me piace un sacco fare la pasta fresca e penso che sia una delle mie ricette preferite, lo trovo terapeutico e molto evocativo, mi ricorda quando la mia nonna faceva i maccheroni la domenica mattina....e tu me l'hai fatta ricordare...a presto cara

    RispondiElimina
  8. hai ragione fatte a mano assorbono meglio il condimento!!Mia nonna le faceva sempre!!Io le adoro ma sono un pò pigra quando si tratta di spianare la sfoglia!!! :-)

    RispondiElimina
  9. BRAVISSSSSSSSSSSSSIMA!!! La pasta fatta in casa ha tutto un altro sapore!!!!

    RispondiElimina
  10. Io sono una fan della pasta fatta a mano tirata col mattarello e tagliata col coltello, la faccio sempre e la coloro con tanti ingredienti diversi!! anzi ti dirò di più! è un modo per scaricare la tensione e rilassarmi, a me fa questo effetto e poi uso un sacco di farine diverse, biologiche, di grano duro, insomma mi diverto un bel po' è buonissima e faccio sempre un figurone,! quindi...quale banalità ???magari tutti riuscissero a fare una bella sfoglia sana e naturale!!! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Marisa, il tuo commento è davvero bellissimo, entusiasta e gratificante, grazie davvero! esperiamo di dare il "là" alle nuove leve, come si suol dire, buona serata e baci a te!

      Elimina
  11. bravissima, sono impagabile le tagliatelle fatte a mano

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Visite

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...