Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
giovedì 19 febbraio 2015
Prima di passare alla semplicissima, ma molto gustosa ricetta, un po' di informazione che non fa mai male. Non la scrivo di mio pugno ma mi avvalgo di una fonte più avvalorata rispetto alle mie chiacchiere col pescivendolo.


Sanremo - La pesca di tale specie, molto simile “esteticamente” al bianchetto ma molto differente nella sua ecosostenibilità visto che quest’ultimo è novellame

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha confermato come il giorno 31 marzo 2013 si chiuderà la stagione di pesca del rossetto nell’area ligure e toscana. La pesca di tale specie, molto simile “esteticamente” al bianchetto ma molto differente nella sua ecosostenibilità visto che quest’ultimo è novellame (cioè individuo molto giovane ancora in via di sviluppo) di pesce azzurro mentre il rossetto (nome scientifico aphia minuta) è un pesce che anche da adulto raggiunge le dimensioni di appena 4-5 cm, di poco più grande del bianchetto e quindi non pone problematiche particolari per la tutela della specie.

Mentre il bianchetto non può essere catturato e commercializzato in nessun periodo dell’anno, il rossetto è soggetto ad una cattura contingentata e limitata nel tempo, che quest’anno terminerà improrogabilmente il 31 marzo. Ciò significa che dopo tale data tutto il pescato di tali specie, facilmente confuse dai consumatori, non potrà certo essere proveniente lecitamente dalla pesca locale. Anche il tipo di pesca tradizionalmente utilizzato qui in Liguria è lo stesso per le due specie, con reti a maglie piuttosto strette e distanza dalla costa molto limitata, quasi a riva.
Consumatori attenti quindi: se qualcuno propone l’acquisto di bianchetto sappiate che sta commettendo sempre qualcosa di illegale e che nuoce profondamente all’ambiente, visto che la cattura dei piccoli di acciuga e sardina non consente agli stessi di raggiungere l’età della riproduzione e diminuisce ogni cattura successiva di tali specie. L’acquisto del rossetto invece, se commercializzato fresco e come proveniente dalla pesca locale, dopo il 31 marzo sarà ugualmente illegale.

La stessa attenzione deve essere posta inoltre nel distinguere tali varietà da un’altra specie, molto diffusa, fisicamente simile ma molto distante da noi: il pesce ghiaccio, proveniente dalle acque salmastre della Cina e commercializzato spesso sotto forma di prodotto congelato, decisamente meno pregiato del rossetto.

Proprio in quest’ottica l’Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo, in collaborazione con gli Uffici di Arma di Taggia, Bordighera e Ventimiglia sta effettuando una serie di controlli ad hoc per il rispetto delle norme a tutela del bianchetto e contro le frodi sia sul territorio che negli esercizi commerciali, a tutto vantaggio dei consumatori e dell’ambiente.

di Fabrizio Tenerelli

Cosa serve:
6 uova
6 cucchiai colmi di rossetti
1 cucchiaio di grana grattugiato (meglio il grana del parmigiano o del pecorino per questa preparazione, è più dolce)
1 pizzico di bicarbonato
prezzemolo fresco tritato q.b.
sale q.b. 
olio di arachidi per friggere



Innanzitutto occorre lavare, molto ma molto bene i rossetti e bisogna trattarli con molta delicatezza, quindi, adagiare i pescetti in un colino a maglie larghe e, smuovendoli adagio, passarli sotto un getto leggero di acqua corrente, bisogna indugiare per eliminare ogni impurità, dopo questa semplice operazione, stenderli su carta assorbente da cucina e tamponarli per eliminare l'acqua in eccesso.

Sbattere le uova  con gli altri ingredienti, unire i rossetti e mescolare delicatamente.





Scaldare l'olio ed immergere, a cucchiaiate, il composto; fare friggere bene da un lato e poi dall'altro, girando le frittelle aiutandosi con due palette o cucchiai, adagiarle su carta assorbente da cucina ed, infine, servirle belle caldi e croccanti.



Un piatto prelibato e semplice, che io adoro, di certo non economico però... si possono servire un po' più grandi, come secondo piatto, oppure più piccoline come antipasto.



13 commenti:

  1. NON CONOSCO QUESTO PESCE, MA M'ISPIRA MOLTO!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Al di là che vado matta per le cose fritte (anche se cerco di non mangiarle quasi mai :( ), sai che non ho mai, ma proprio mai sentito parlare di questi rossetti?

    RispondiElimina
  3. Neanche io li conoscevo questi pesci,a dire il vero non credo che il mio pescivendolo di fiducia le abbia mai avute.Comunque le tue frittelle fanno proprio gola!
    baci

    RispondiElimina
  4. Pensa che ho scoperto la differenza tra bianchetti e rossetti da pochissimo, grazie a mia mamma. Immagino che queste frittelle siano davvero deliziose!
    Buona serata

    RispondiElimina
  5. I bianchetti li ho mangiati una volta da una mia amica e mi sono piaciuti. Questi sono simili e preparati in questo modo mi ispirano molto. Ne vorrei assaggiare giusto un paio di frittelle, molto buone !

    RispondiElimina
  6. Mi hai proprio incuriosita... Questi mescetti io non li conoscevo! :-D

    RispondiElimina
  7. Neanche io conosco questo pesce, ma sicuramente é da provare!!

    RispondiElimina
  8. Ciao cara, proverò molto volentieri la tua versione. Di solito li mangio preparati da mammà :)
    Un bacione, buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  9. Ottime frittelle, il più è trovare i rossetti.
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  10. sai che non sapevo la differenza tra bianchetti e rossetti, li mangiavo anni fà quando andavo in vacanza a Noli

    RispondiElimina
  11. Ma sono microscopici quei pesciolini!!!!!!!! Mai mangiati....

    RispondiElimina
  12. a Palermo le chiamiamo "purpetti di nunnata" ovvero, polpette di neonata!!! le adoro, sono prelibatissime ma è difficilissimo trovare la materia prima!!! brava mia cara!!!

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...