Partecipate al nostro contest!

Partecipate al nostro contest!
Scade il 28-01-2018

Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 19 settembre 2014
Ho trovato una farina sfusa, al consorzio agrario, ai cereali misti (non ho pensato, da vera volpina, di farmi dire di preciso quali fossero e in quale percentuale... quindi non lo so dire) molto buona. 

Non ho idea di quale forza sia, quindi sono andata ad occhio (a polpastrello se vogliamo essere pignoli, perchè è proprio con le mani che si sente la giusta consistenza di un impasto che non deve essere nè molle, nè duro), quindi le proporzioni che ho usato io non è detto che siano ottimali per un'altra farina ai cereali. Le mie dosi, dunque, sono da considerarsi indicative.

Cosa serve:

1 kg. di farina ai cerali misti macinata a pietra
550 g. (circa) di acqua a temperatura ambiente
5 g. di lievito di birra fresco
un pezzetto pari ad una noce di burro di lievito madre rinfrescato (se non si ha, ometterlo ed usare 8 g. di lievito di birra fresco in totale oppure usare 15 g. di lievito madre secco in aggiunta ai 5 g. di cui sopra)
due cucchiaini di malto di orzo liquido (se non si ha utilizzare il miele)
30 g. di sale fino
due cucchiai di olio evo

Mettere nella ciotola della planetaria (o ciotola capiente se non si ha una planetaria e si fa a mano) la farina, sbriciolare dentro i lieviti, unire sopra il malto (o il miele) e l'olio, iniziare ad amalgamare con il gancio o con una forchetta se si fa a mano.

Unire poco alla volta l'acqua e verificare se ne occorre un po' di più, alla fine unire il sale.

Impastare bene finchè si ottiene un impasto non appiccicoso ma bello liscio ed elastico.

Formare una palla, metterla in una ciotola capiente spennellata di olio, coprire con pellicola alimentare e mettere a lievitare in luogo tiepido (va bene il forno spento con la lucina accesa) fino a quando ha raddoppiato il proprio volume.(se si impasta tardo pomeriggio o sera, si può mettere l'impasto nella parte bassa del frigo a lievitare lentamente per poi riprendere la mattina successiva, tirando fuori la ciotola da frigo almeno un'ora prima di lavorarlo)

Riprendere l'impasto e, delicatamente, lavorarlo qualche minuto, con una raschia/tarocco, ricavare 3 o 4  o anche 5 pezzature, (dipende da quanto grandi vogliamo che siano i filoncini) stenderle con il mattarello e poi arrotolarle su se stesse formando una sorta di lunga chiocciolona.



Con un coltello affilato o una lametta, praticare alcuni tagli obliqui sulla superficie, devono essere piuttosto profondi (serviranno ad aiutare la seconda lievitazione)


Mettere i filoncini su una placca ricoperta da carta forno, disporre tra un filoncino e l'altro, un canovaccio pulito in modo che non si attacchino e che possano lievitare in "alto" e non in larghezza, coprire di nuovo con pellicola e rimettere a lievitare finchè raddoppiano di volume o quasi. (due orette circa dovrebbero bastare)


Preriscaldare il forno statico (con un pentolino d'acqua all'interno, sul fondo, per creare umidità) a 220°. Se si ha un forno con l'opzione ventilata apposita per cuocere pane e pizza usare quella. (io la uso)

Infornare e dopo 15-20 minuti, togliere dal forno il pentolino e abbassare la temperatura a 190°.

Continuare la cottura per altri 20/30 minuti (dipende dal forno e dalla pezzatura dei filoncini), il pane deve risultare bello croccante e ben cotto.

Togliere dal forno, mettere il pane su una gratella perchè raffreddi. (se si riesce a resistere ...) Buono!



10 commenti:

  1. che bello trovare queste ottime farine....il tuo pane deve essere strepitoso!

    RispondiElimina
  2. sento il profumino arrivare fin a Savigliano!!!Stupendo questo pane, adoro il pane fatto in casa, non mi piace piu' quello comprato ,e' una grande soddisfazione farselo da soli!!!Brava!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. Che aspetto bello che hanno questi filoncini, mi hai ispirato!!

    RispondiElimina
  4. Pensavo che solo a casa mia non c'è pazienza di lasciare a raffreddare il pane .... allora siamo in due. I miei anche se appena hanno mangiato, non resistono a non assaggiare un pezzettino ancora caldo. Anche i tuoi filoncini sono venuti molto bene ! Ciao e alla prossima !

    RispondiElimina
  5. Il risultato mi sembra eccezionale..direi che i tuoi polpastrelli lavorano molto bene ^_^

    RispondiElimina
  6. Hanno un aspetto veramente invitante!! bravissima

    RispondiElimina
  7. Sembra proprio buono questo pane, con quella bella crosta:)
    bravissima, davvero..!
    Un bacione:*

    RispondiElimina
  8. dei gran bei filoncini ai careali sei stata bravissima

    RispondiElimina
  9. Che bello avere qualcuno da cui andare a prendere la farina sfusa!! Ottima ricetta e chissà che bontà di pane ♥

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...