Partecipate al nostro contest!

Partecipate al nostro contest!
Scade il 28-01-2018

Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina FB della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
mercoledì 26 marzo 2014
Veramente ho pensato di tirarmela un po', fare la fighetta ed intitolare la ricetta: "fromage aux herbes fines" poi ho pensato: eh che cavolo... no. Bon premessa finita.

Anzi no... aggiungo che i crackers sono buonissimi anche preparati con pochi grammi (qualche briciola) di lievito fresco oppure con 8 g. di lievito madre secco, oggi sono di mente elastica :-))

... e aggiungo anche che le erbette sono mie, le coltivo nei vasi e in terra pieno. (non che ci voglia una laurea.. nè il pollice verde lo dico tanto per dire :-))Poi le tagliuzzo, le metto nei bicchieri di plastica e le congelo, per poi usarle tutto l'inverno e comunque fino alla successiva stagione "buona".




Queste dosi sono per uno stuzzichino, finger food, aperitivo, scaccia ansia ecc. per circa 8/10 persone:

La sera preparo la pasta per i crackers.

Cosa serve:


150 g. lievito madre rinfrescato

250 g. farina 0
acqua q.b. per ottenere un impasto consistente, non appiccicoso ma morbido da tirare, indicativamente 100 ml. (ma DIPENDE dalla farina)
1 cucchiaino di sale fino + q.b. per la superficie
2 cucchiai di olio evo
1 noce di strutto (essì ci va....)
1/2 cucchiaino di malto di orzo o di riso liquido
olio e acqua per spennellare
farina di semola rimacinata q.b.

Cosa serve per la farcia: 

500 g. di formaggio in proporzioni variabili a piacere secondo il gusto 

personale:

robiola di latte vaccino
ricotta di pecora
ricotta di capra
caprini di latte vaccino
parmigiano grattugiato

Poi serve:

un paio di cucchiai di olio evo
un paio di cucchiai di olio di riso
un pizzico di sale (preferibilmente rosa)
un pizzico di zenzero in polvere
un pizzico di pepe (possibilmente bianco)
due o tre pizzichi di maggiorana secca
3 cucchiai di finocchietto selvatico fresco tritato a coltello
3 cucchiai di erba cipollina fresca tagliuzzata con le forbici.

La sera precedente mettere l'acqua, il lievito madre (rinfrescato la mattina) o altro lievito (n.d.r. leggi prefazione)  nella ciotola della planetaria o in una ciotola qualunque se non si ha l'impastatrice. Unire il malto, l'olio e lo strutto, la farina.

Azionare a velocità bassa la planetaria con il gancio (o iniziare ad amalgamare con una forchetta) poi unire il sale. Impastare fino ad ottenere un impasto morbido ma consistente. (nel caso si faccia a mano, riversare l'impasto su tavolo/spianatoia e procedere con olio di gomito). Se occorre unire altra poca acqua. Mettere l'impasto in una ciotola leggermente oliata, coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo. SI ' IN FRIGO.

La mattina successiva quando vi alzate (se vi alzate tardi mettetevi la sveglia, fate questo passaggio e ritornate a letto...) tirate fuori la ciotola con l'impasto e lasciatela a temperatura ambiente almeno due ore.

Poi riprendere l'impasto, maneggiarlo un pochino sulla spianatoia senza schiaffeggiarlo (non serve....) e rimetterlo a ri-lievitare nella ciotola, sempre coprendolo per altre due ore.

Riprendere l'impasto, tagliarlo con un coltello o una raschia in tre o quattro pezzi e passarlo nella macchina tirapasta-sfogliatrice (quella per le lasagne - la pasta fresca). Ripiegare la pasta e ripassarla nel rullo. (così si sfoglierà meglio).





ACCENDERE il forno a 190° statico

Se occorre (se si appiccica)  spolverizzare con pochissima farina di semola rimacinata.

Tagliare dei quadrati con l'aiuto della rotellina dentellata. Con una forchettina fare qualche buchino sulla superficie. 

In una ciotolina sbattere con una forchettina poco olio evo con un goccino di acqua e spennellare un pochino i cracker. Volendo unire qualche granellino di sale fino in superficie (a me piacciono anche senza)

Spostare i cracker sulla placca foderata con la carta forno preriscaldato e cuocere a 190° statico per 10/12 minuti (se piacciono più bruciacchiatini lasciarli qualche minuto in più).

Togliere dal forno, farli raffreddare e disporli in ciotole per poi servirli.

Preparare il formaggio alle erbe fini:

Amalgamare tutti i formaggi, mescolando molto bene con una forchetta, unire le spezie, gli oli. Mettere in frigo ad insaporire la crema almeno un paio d'ore (coperta da pellicola) tirare poi fuori frigo una mezz'oretta prima del consumo e disporla in ciotoline. 









Spolverizzare parte della superficie con "un'idea" delle erbette utilizzate



Servire con i crackers offerti a parte. Non servire i cracker già spalmati altrimenti perderanno la croccantezza ed inoltre così facendo ogni ospite spalmerà la quantità desiderata.



Ricetta molto, molto semplice e non impegnativa ma ... "chic".... eh sì ora il francesismo lo infilo...

11 commenti:

  1. mi piace!! poi io sono una formaggiara!! eh eh mi piace tanto il formaggio! da me le erbette invece sono le bietoline ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao Batù, grazie mille per la ricettina, la ricetta è stata inserita! Solo che dovresti rileggere il regolamento:-) Scusa le formalità, fanno parte del gioco: manca il banner con link a peroni (tutto scritto, rileggiti i punti). Ultima cosa: una svista! La bottega delle dolci TRADIZIONI non TENTAZIONI :-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops... vado a correggere tradizioni, sorry! ma il banner della peroni non è quello che ho messo? (il link c'è).....

      Elimina
  3. uhmuhm..che acquolina!!! Mi piace tutto dai crackers al formaggio alle erbette...mi autoinvito x il tuo aperitivo :_P

    RispondiElimina
  4. davvero squisiti!!!Complimenti ciao SAbrina

    RispondiElimina
  5. Eccomi. Allora, intanto premetto che questa cosa non ti penalizzerà, è solo una formalità aziendale. Poi, credimi, da carattere normale, sul blog sono passata a carattere GRANDE per far sì che fosse chiaro eleggibile. Nonostante questo credo che su 70 ricette arrivate solo una persona ha seguito il regolamento. Il regolamento chiede di inserire il banner (quello con le mani) in fondo alla ricetta e con link a peroni, vuol dire che quando clicchi sulla foto, ti rimanda al link peroni. Poi si richiede la stessa cosa per il blog, ovvero mettere banner con link a destra dove tieni le pubblicità. Chi non lo mette, chi mette il link a me, chi a paola, chi manda le ricette a peroni, non ce n'è una che ha fatto bene!! Ecco. Puoi lasciare così, son talmente esausta che mi va bene anche se metti il link alla Barilla ahahahhah, un bacio e in bocca al lupo per la tua ricettina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monique ho una pagina apposta (in alto) creata dove inserisco banner dei contest :-) l'ho creata apposta perchè penso siano più visibili che non in barra laterale dove pubblico di tutto e di più (cane, gatto ecc.) divagazioni mie eheheheh!!! ciao a presto

      Elimina
  6. Complimenti per il post! troppo interessante e bello!!! mi piacciono i crackers e voglio farli al più presto.

    Ti invito volentieri al nuovo contest sulla frutta che sto organizzando con Nuvole di farina...non mancare!
    http://lacasadi-artu.blogspot.it/2014/03/sfrutta-la-primavera-il-nuovo-fruits.html

    RispondiElimina
  7. mmmm sembrano una bontà! Quanto mi piacerebbe assaggiarli! Fatti da te però :P :D

    RispondiElimina
  8. non sai quanto io adoro i formaggi con le erbe.. e i cracker fatti in casa.. tutta un'altra storia!!

    RispondiElimina
  9. I cracker sono ottimi ma la crema di formaggio è superlativa,bravissima,la segno e la provo!!

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo

Consigli dalla A alla Z per fare e mantenere il lievito madre, passo-passo
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...