Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Partecipo alla rubrica "al Km 0"

Partecipo alla rubrica "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
giovedì 30 gennaio 2014
Premessa: ho programmato i post in questo periodo... causa forza maggiore e non posso passare a salutarvi nei vostri blog, spero di poterlo fare presto. Grazie a tutti se volete comunque lasciarmi un vs. messaggio, baci & abbracci ...

io sono nostalgica e lo sono anche con le ricette. Ecco che, a torto o a ragione, mi illumino e mi commuovo davanti al ritrovamento di un foglietto di carta ingiallito, trovato tra le pagine di un libro, scritto da mia nonna usando una grammatica approssimativa... rievocando ricordi di tempi incerti.

Poi guardo nella mia dispensa, dentro la quale spesso ficco in naso cercando "qualcosa di buono", "qualcosa di stuzzicante" e, malgrado sia piena zeppa, non sono soddisfatta e magari vorrei in quel momento proprio quello che non c'è. Ecco.. al pensiero che loro, i nostri avi, erano felici magari per una fetta di polenta dolce in un giorno di festa.. ecco.. dovrei vergognarmi.
Bene, dopo questo mea culpa, preciso che questa non è una ricetta vecchia e ingiallita di mia nonna, ma è pur sempre una ricetta sicuramente datata e di una semplicità disarmante, quasi quasi mi vergogno a postarla... ma è una di quelle preparazioni che si possono catalogare (credo) in quelle che oggi è di moda chiamarle comfort food... 

sì insomma il classico dessert della nonna che in dispensa aveva poco o niente: riso, zucchero e latte. E semplicità nostalgica sia! e per restare sull'onda dei tempi che furono ho usato il latte crudo (che a me piace moltissimo!)

Cosa serve per 6 coppettine: (ma se dimezzate le dosi e siete in due persone golose vanno benissimo due coppettone...)

120 g. riso per minestre 
1 lt. latte intero possibilmente crudo (io lo prendo in un distributore di una cascina vicino casa mia)
la scorza di 1 limone naturale
i semini di 1/2 bacca di vaniglia
100 g. zucchero + 50 g. per il caramello
una  noce di burro
un pizzico di sale
qualche goccia di succo di limone


Mescolare 100 g. di zucchero con il latte, unire il pizzico di sale, la vaniglia e la buccia del limone; mettere sul fuoco e prima che inizi a bollire unire il riso.


Cuocere a fiamma medio/bassa mescolando molto -  molto spesso, quasi continuativamente per circa mezz'ora. (Il latte non sarà tutto assorbito ma lo sarà quando il composto si sarà raffreddato)


Spegnere e mescolare spesso per evitare la formazione della pellicina. Nel frattempo preparare il caramello: in un pentolino dal fondo spesso mettere 50 g. di zucchero con un paio di cucchiai di acqua e qualche goccia di succo di limone. Senza mescolare ma solo scuotendo il pentolino mantenendolo a fiamma bassa, fare colorire lo zucchero, deve caramellare ma rimanere biondo.


Quando è pronto unirlo alla crema di riso, mescolare bene e suddividere nelle coppettine, coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo.

Tirare fuori dal frigo 15 minuti prima di servire il dolce.









12 commenti:

  1. Ciao!! Il riso e latte è buonissimo! a casa da me lo si faceva anche come primo piatto salato e io ci andavo matta :D
    Bella ricetta e un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  2. Mamma mia cosa vedono i miei occhi!!!!! Mio fratello è cresciuto mangiando riso e latte, glielo preparava la nonna!!! Che ricordi!

    RispondiElimina
  3. Quanto mi piace il riso fatto così, è uno dei miei dessert preferiti ^_^
    Un bacio e a presto <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  4. Sta serena e anche se non riesci a passare (come me!) è sempre bello di tanto in tanto ritrovarci...con questi bei piatti di una volta! Qui in Trentino questo è un must!!! brava, un bacione

    RispondiElimina
  5. Adoro il risolatte, fatto in casa poi è davvero tutta un'altra cosa!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Che tenerezza... deve essere stata una sorpresa bellissima trovare quel foglietto ingiallito. Un ricordo davvero molto emozionante.
    E uno squisito dolce da assaporare.

    RispondiElimina
  7. Il riso nei dolci è troppo buono! Mi unisco ai tuoi followers molto volentieri!
    A presto,
    Letizia

    RispondiElimina
  8. questa me la segno. Io che da food blogger oramai ho smesso di scrivere per mancanza di tempo. Sono una life blogger!!! andiamo bene,,,,,,ADORO questa ricetta

    RispondiElimina
  9. Hai ragione
    Anch'io mi commuovo pensando al passato....alla cucina delle nonne...
    e attraverso il cibo spesso si riesce a percepire tutto il calore di quei ricordi....Un dessert nostalgico e dolce!!!!
    Ti abbraccio ragazza
    Buona Domenica

    RispondiElimina
  10. mai rifiutare un buon riso con il latte un dessert sempre di grande effetto

    RispondiElimina
  11. io mai preparato ma il tuo mi invoglia parecchio...Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...