Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Partecipo alla rubrica "al Km 0"

Partecipo alla rubrica "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
domenica 12 gennaio 2014
Ho messo un TITOLONE pazzesco per una ricettina che ho ideato semplice-semplice adattissima a festeggiare il capodanno ad esempio!
La ricetta, dicevo, è semplice perchè quando si hanno ottimi ingredienti di base, ottime materie prime, non occorre, secondo me, inventarsi chissà cosa :-) e poi amo la tradizione più che l'innovazione, dunque riso, lenticchie e cotechino sia! Ricetta utilissima per riciclare sia il cotechino che le lenticchie avanzate dalla feste :-)

Cosa serve:


220 g. riso per risotti

brodo vegetale q.b.
poca cipolla
250 g. cotechino cotto (possibilmente del macellaio non quello confezionato precotto)
150 g. lenticchie di Colfiorito (piccole gustosissime)
parmigiano grattugiato q.b.
sale
1/2 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
olio evo
una noce di burro
1/2 bicchiere di vino bianco secco



Cuocere il cotechino, tagliarlo a cubetti e tenerlo da parte.



Cuocere le lenticchie: in un casserruolino far stufare poca cipolla in un filo di olio evo, aggiungere le lenticchie, fare insaporire, unire il doppio concentrato di pomodoro e unire, poco alla volta, brodo caldo vegetale. Salare leggermente e continuare la cottura per 25/30 minuti.



Nel frattempo in una casseruola preparare il risotto:
far stufare in una noce di burro poca cipolla tagliata finemente, unire il riso, farlo tostare, unire il vino e, mescolando, farlo evaporare poi aggiungere poco alla volta mestoli di brodo vegetale caldo.
Non occorre salare il riso in quanto c'è il brodo vegetale salato, le lenticchie salate ed il cotechino che conferiranno molto sapore.

Far cuocere così il risotto, mescolando molto spesso, per circa 15 minuti.


A metà cottura (quindi dopo circa 7 minuti) unire 3/4 delle lenticchie ed il cotechino cotto e fatto a cubetti.

Al termine della cottura , spegnere il fuoco e mantecare con parmigiano grattugiato. Fare riposare cinque minuti.
Occorre tenere il risotto al dente e abbastanza asciutto (dunque non all'onda).
Accendere il forno a 180° e foderare con la carta di alluminio quattro stampini facendo in modo che debordi per poi poterla rigirare e sigillare il risotto all'interno.

Versare negli stampini il risotto, col dorso di un cucchiaio premere un pochino, coprire col la carta di alluminio trabordante e mettere in forno per 15 minuti.


Nel frattempo preparare le cialdine di parmigiano. Grattugiare parmigiano q.b. per ottenere otto cialdine.




Porre su un padellino antiaderente dei coppapasta o tagliabiscotti (io ho usato questi ultimi), tenere la fiamma bassa e con l'aiuto di un cucchiaino, formare uno strato sottile di parmigiano all'interno. Appena sciolto, spegnere il fuoco, attendere che si intiepidisca e sformare la cialdina.
Trascorso i 15 minuti del passaggio in forno, togliere gli stampini e lasciarli intiepidire 10 minuti aprendo appena la carta di alluminio in modo che esca il vapore.
Sformarli e servire decorando con le lenticchie rimaste e le cialdine di parmigiano.






12 commenti:

  1. mi fai venire di nuovo fame Batù! ^_^

    RispondiElimina
  2. Una bellissima idea e molto sfiziosa anche. Buon Natale cara.

    RispondiElimina
  3. Questo piatto è veramente un inno a queste feste!!!!
    Confermo!!Io sono umbra e lenticchie che hai usato sono veramente ottime,io ci preparo spesso la zuppa!

    RispondiElimina
  4. Purtroppo nelle varie regioni non sempre si trovano i prodotti delle altre e questo qui da noi non l'ho mai visto. Personalmente preferisco le lenticchie grandi ma le adoro tutto in qualsiasi pietanza. Oggi, le lenticchie in linea di massima che si acquistano in sacchetto nessuna ha bisogno di ammollo. Se si trovano quelle sciolte in sacco ma è raro da noi. Buon Natale a te e Famiglia un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. bella questa ricetta tutta natalizia! Buon Natale, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Ciao Batù, tanti auguri di Buone feste....

    RispondiElimina
  7. Possano le cose semplici, le gioie vere scaldare il tuo cuore…riempire la tua casa e durare per tutta la vita.

    Tantissimi auguri di buon Natale

    Con affetto e stima

    Francesco

    RispondiElimina
  8. conosco bene le lenticchie di Colfiorito, buonissime, qui le hai rese ancora più buone, buone feste

    RispondiElimina
  9. Ricetta molto sfiziosa!!!
    Ti auguriamo un sereno Natale:)

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...