Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
domenica 1 settembre 2013
Questa zuppa inglese è in versione savoiardi e non pan di spagna ed è in versione doppio liquore: alchermes e rum scuro. Sapore un po' più deciso, maschile se vogliamo, comunque da provare. La ricetta l'ho presa dal mitico libro "Il cucchiaio d'argento" edizioni degli anni '80

Cosa serve per le creme:


1 lt. latte fresco intero

5 g. vaniglia bourbon zuccherata o una stecca di vaniglia
scorza di limone bio
8 tuorli
80 g. cioccolato fondente
200 g. zucchero semolato
60 g. farina 00

Poi serve:


300 g. savoiardi

25 g. zucchero semolato
alchermes q.b.
rum scuro q.b.

Tirare fuori dal frigo le uova un'ora prima di preparare il dolce.


Far scaldare il latte (in una pentola capiente sufficientemente per contenere poi anche le uova) con la scorza (unico pezzo tagliata col coltello - solo la parte gialla) del limone e con la vaniglia. Se si usa la stecca occorre inciderla per il lungo, estrarre la punta del coltello dei semini e mettere il tutto nel latte.


Quando è bello caldo, prima dell'ebollizione, spegnere e lasciare in infusione.

In una terrina montare con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero finchè il composto diventa chiaro e spumoso.

Eliminare dal latte la scorza del limone e la stecca di vaniglia.

Unire al composto delle uova la farina tutta in un colpo mescolando vigorosamente con una frusta o, in alternativa, con un cucchiaio di legno.
Unire, a filo, il latte al composto di uova.

Rimettere il tutto nella pentola dove si ha fatto scaldare il latte e mettere sul fuoco medio. Mescolare continuamente.
Quando la crema accenna ad addensarsi, abbassare la fiamma ma continuare la cottura sempre mescolando finchè si addensa un altro pochino e "vela" il cucchiaio o la frusta.

Spegnere e dividere la crema. Poco meno di metà in una boule e l'altra parte si lascia nella pentola. Spezzettare il cioccolato nella parte lasciata nella pentola. Non occorre riaccendere il fuoco. Il calore sarà sufficiente per sciogliere il cioccolato. Mescolare finchè si sarà sciolto. Poi prelevarne un pochino per la decorazione (2 cucchiai sono sufficienti).


Lasciare raffreddare le due creme mescolandole molto spesso per evitare la formazione della pellicina in superficie.


Quando le creme saranno fredde preparare la bagna.

In un pentolino scaldare un bicchiere colmo d'acqua con lo zucchero (se piace una bagna più dolce aumentarne la dose), lasciare sul fuoco un paio di minuti da quando si sarà sciolto, spegnere e dividerlo in due piccoli contenitori dove si bagneranno i savoiardi.
In uno aggiungere un bicchierino abbondante di rum, nell'altro di alchermes.



Inzuppare brevemente metà dei savoiardi prima nella bagna di rum e foderare uno stampo di pirex (possibilmente), unire e coprire lo strato di biscotti con la crema al cioccolato.

Inzuppare quindi l'altra metà di savoiardi con la bagna all'alchermes, adagiarli premendo leggermente sullo strato già fatto, poi coprire con la crema alla vaniglia.






Con la piccola parte di crema al cioccolato messa da parte, formare delle decorazioni sulla superficie della zuppa inglese.
Un'idea è quella di: tenere la pirofila orizzontale davanti a noi, mettere la crema in una tasca da pasticcere/siringa per dolci con il beccuccio piccolo e liscio e fare delle strisce semplici sul dolce, poi con l'aiuto di uno spiedino di legno, con mano leggera, muovere lo spiedino da destra a sinistra e poi da sinistra verso destra.

Mettere la zuppa inglese nel frigorifero qualche ora. Meglio se preparata la mattina o nel primo pomeriggio per gustarla la sera.




13 commenti:

  1. Ciao Batù come stai? la zuppa inglese è un dolce molto amato, io in tutta onestà non l'ho mai provato...ma prima o poi lo farò!
    buon contest...a presto

    RispondiElimina
  2. ...mia madre lo faceva solo così..ma con i savoiardi che si fanno da noi e che quindi chiamiamo biscotti sardi..dei savoiardi molto più grandi e morbidi di questi...però la tua versione è golosa e veloce..

    RispondiElimina
  3. Bé che dire, mi lecco già i baffi! Il rinforzo di rum dà carattere, per me ci sta ;-)

    RispondiElimina

  4. Ciao
    Invito - It
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
  5. bellissima e buonissima la tua versione :-P
    un abbraccio a presto ^_^

    RispondiElimina
  6. Sono una rovinadolci dicono a casa mia perchè odio savoiardi, pan di spagna e affini e le creme questa ed il tiramisù li adoro ma rigorosamente senza aggiunte...crema pura e quindi mia al cucchiaio. Buona settimana.

    RispondiElimina
  7. Un dolce intramontabile abilmente rivisitato!!!!

    RispondiElimina
  8. Mi piaceeeeeee e che bello!!!Ottima idea bravissima!Notte cara

    RispondiElimina
  9. Mai provata in questa variante al rhum! A mio marito piacerebbe! :)
    Un bacione e grazie per l'idea!

    RispondiElimina
  10. Che variante deliziosa! Davvero! La proverò quanto prima!
    Se hai del tempo passa da me per partecipare al Link Party "Back to Autumn" su Fragola e Cannella!
    Mi farebbe davvero piacere!
    Un abbraccio
    Nina

    RispondiElimina
  11. Carissima come vedi io non aspiro solo ad avere i follower, mi piace avere un contatto diretto con tutti (o quasi) i miei amici. Spero di non staccarti con tutti i miei commenti che riceverai qui nel tuo blog, perchè mi piace molto di mantenere un filo diretto con i migliori blog.
    grazie a risentirci presto
    la cucina di pitichella

    RispondiElimina
  12. ma che bella presentazione!
    inserisco subito anche questa ricetta... e ricorda che puoi partecipare anche con altre due!
    ti aspetto e intanto ti ringrazio di cuore per avere partecipato!
    a prestissimo!
    :)

    RispondiElimina
  13. Ciao Ti ho conosciuto grazie al contest di Simon's Cooking, le Tue golosità mi attirano, da oggi ti seguo!!!! A presto
    http://lapasticceriadichico.blogspot.it/

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...